La Russia sanziona 8 funzionari della UE incluso il presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli


La Russia ha risposto alle sanzioni attuate dalla UE contro Mosca in Marzo ed ha sanzionato a sua volta alcune delle autorità della UE incluso il presidente dell’Eurocamera.

Nel comunicato la cancelleria russa ha specificato i nomi dei funzionari di alto rango sanzionati a cui viene proibito l’ingresso nel territorio della Federazione russa in risposta alle restrizioni decretate dalla UE alle autorità russe.Il presidente del Parlamento Europeo (PE), David Sassoli; la vicepresidente della Comissione Europea (CE), la responsabile della Giustizia, Vera Jourová; il responsabile Jorg Raupach; la responsabile della divisione di sicurezza dentro la Agenzia di Ricerca e Difesa della Svezia, Asa Scott, tutti che si trovano fra le le figure sanzionate.
Mosca ha attaccato la politica della UE per causa della continua condotta antirussa svolta in forma aperta e deliberata con una una linea di azione perseguita da Bruxelles che viene dettata da Washington. Non è un mistero che gli Stati Uniti hanno interesse di trasformare l’Europa in uno scenario di duro confronto con la Russia fino ad arrivare alla rottura di ogni relazione.
L’Ue ha prorogato per un anno, fino al 6 marzo 2022, le sanzioni contro individui russi che accusa di essere “responsabili dell’appropriazione indebita di fondi statali ucraini nel quadro dell’annessione della Crimea e di Sebastopoli alla Russia”.

L’UE e gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni a Mosca dal 2014 dopo che la Crimea si è separato dall’Ucraina e si è unita alla Russia attraverso un referendum in cui oltre il 96% degli abitanti della penisola ha sostenuto la sua incorporazione nella Federazione Russa .

Il blocco dell’UE e la Russia stanno già attraversando uno dei loro momenti peggiori. Mosca denuncia le interferenze occidentali in una sentenza del tribunale contro l’avversario russo Alexei Navalni, arrestato il 17 gennaio in un aeroporto di Mosca (capitale russa) al suo ritorno dalla Germania per aver saltato il regime di semilibertà.
Come ha avvertito il paese eurasiatico, il livello di dialogo tra Russia e UE è già sceso al suo punto più basso, a causa delle azioni di Bruxelles.

Il presidente Sassoli ha risposto alle sanzioni decretate da Mosca dichiarando la sua determinazione a non desistere dalla denuncia della violazione dei diritti umani attuata, a suo parere, dalla Russia e a non farsi intimidire da questi provvedimenti.

David Maria SASSOLI President of the European Parliament


In risposta a queste parole alcuni osservatori russi si sono chiesti a quali diritti umani si riferisse Sassoli, sicuramente a quelli di Navalny ma non risulta che Sassoli e la UE si siano mai interessati dei dissidenti incarcerati in Europa, come ad esempio il gionalista Julian Assange che da anni giace in carcere nel Regno Unito per aver denunciato i crimini commessi dagli Anglo Americani e altre persone incarcerate in Europa per reati di opinione.
Inoltre la UE non ha mai pronunciato una parola sulle misure di repressione attuate in Ucraina e nei paesi Baltici contro giornalisti di etnia russa e persecuzioni contro i dissidenti incluse aggressioni ed omicidi attuati dai gruppi radicali ucraini, nessuna condanna pronunciata da Sassoli e gli altri funzionari della UE contro la chiusura dei canali televisivi dell’opposizione in Ucraina e la discriminazione contro le etnie russe in vari paesi dell’Est Europa.
Per questo motivo i funzionari della UE sono accusati dalla Russia di strabismo politico, di doppio standard dei diritti e di puro servilismo nel confronti degli Stati Uniti che dettano la linea a Bruxelles.

Luciano Lago

12 Commenti
  • Eugenio Orso
    Inserito alle 10:00h, 01 Maggio Rispondi

    L’ebreo sassoli è una delle vergogne dell’Italia occupata e un collaborazionista giudaico della troika.
    Bene se questo scarafaggio naso adunco resterà fuori dal Sacro Territorio della Santa Russa.

    Cari saluti

    • atlas
      Inserito alle 01:25h, 02 Maggio Rispondi

      il giudeo Sassoli David è uno dei peggiori elementi del mondo

      può darsi presto sia travolto da moti popolari imprevedibili anche per lui

  • Gianni
    Inserito alle 10:23h, 01 Maggio Rispondi

    Sono pienamente d’accordo con Lei

  • cosedapazzi
    Inserito alle 10:42h, 01 Maggio Rispondi

    Questi provvedimenti sono utili solo all’UE per creare “il nemico comune” grazie al quale alimentare un “patriottismo/nazionalismo europeo”. Mi lascia perplesso la solidarietà espressa dalla Meloni (insomma….)

  • Hannibal7
    Inserito alle 10:56h, 01 Maggio Rispondi

    I russi ormai hanno capito che a Bruxelles si eseguono gli ordini degli anglosionisti di Washington
    La UE predica bene e razzola male
    E intanto tira da una parte e tira dall’altra che prima o poi la corda si spezza….

  • Roberto
    Inserito alle 11:33h, 01 Maggio Rispondi

    A quando una bella bombetta su Bruxelles e su qualche palazzo europe? I popoli europe, ostaggio di questi usurai genocidi, sarebbero ben lieti di accordare a Putin e alla Russia eterna gratitudine per la loro liberazione. Sassolinperchè non si preoccupa della feroce repressione attuata in Germania e delle violazioni dei diritti umani come l’obbligo di inoculazione di un siero genico sperimentale in aperta violazione dei protocolli umanitari di Norimberga e Oviedo. Sogno di vedere questi infami, un giorno, pensolare da una forca davanti ai miei occhi.

  • Manente
    Inserito alle 14:15h, 01 Maggio Rispondi

    Molto bene ! La dittatura della troika che ha già perso ogni legittimità presso le popolazioni europee, sta perdendo ogni credibilità anche come interlocutore delle altre Nazioni e bene fa il governo russo a sanzionare Sassoli ed i tecnocrati servi della finanza sionista che opprimono l’intero continente. La decisione della diplomazia russa di non trattare più con i Sassoli di turno, bensì solo con i singoli governi europei, potrebbe finalmente segnare l’inizio della fine della oscena cabala che ha occupato l’Europa. .

  • Anonimo
    Inserito alle 16:22h, 01 Maggio Rispondi

    il david maria i sassoli se li può infilare dove non batte il sole.
    la russia non dovrebbe più avere niente a che fare con la pagliacciata dell’europa unita ma mantenere solo rapporti coi singoli stati.
    stanno succedendo cose interessanti in francia.

  • giuseppe sartori
    Inserito alle 16:22h, 01 Maggio Rispondi

    il david maria i sassoli se li può infilare dove non batte il sole.
    la russia non dovrebbe più avere niente a che fare con la pagliacciata dell’europa unita ma mantenere solo rapporti coi singoli stati.
    stanno succedendo cose interessanti in francia.

  • Anonimo
    Inserito alle 17:21h, 01 Maggio Rispondi

    Un altro mantenuto perpetuo dall’italico contribuente , che si esercita a marionetta di Soros .

  • giorgio
    Inserito alle 19:39h, 01 Maggio Rispondi

    La Russia sta iniziando a dire ……. ORA BASTA !

  • Mardunolbo
    Inserito alle 23:57h, 01 Maggio Rispondi

    Ah,ah,ah ! Povero Sassolino tenuto fuori dalla Russia ! Come ci godo e godo anche che I Meloni abbiano scoperto la loro idea…un sassolino dentro I meloni e son dolori per chi assaggia pensando di trovare polpa buona !
    Mettiamola sul ridere perche’ la sete di giustizia sta diventando sete di rivolta !

Inserisci un Commento