La Russia risponde all’espulsione in massa dei suoi diplomatici dalla Germania


Le relazioni fra Russia e Germania sono sull’orlo della rottura conpleta dopo le dichiarazioni fatte dalla Annalena Baerbock, ministro degli esteri tedesco (nella foto) che aveva parlato di espellere circa trenta diplomatici russi da Berlino.
La portavoce russa Maria Maria Zakharova ha dichiarato a sua volta in risposta che la Russia espellerà più di venti diplomatici tedeschi da Mosca .
L’organizzazione della NATO rappresenta una minaccia per la Russia, visto che si tratta di un blocco militare aggressivo che rappresenta una minaccia alla sicurezza russa, come ha detto il portavoce russo Peskov il quale ha definito così l’Alleanza Atlantica, la stessa inoltre che vede il suo paese come un nemico, come più volte hanno dichiarato il segretario Stoltenberg e la ministra degli esteri tedesca. Secondo Peskov il conflitto è iniziato per colpa della Nato e la Russia insiste nel fatto che la Nato deve smettere di espandersi verso est se non vuole che si arrivi ad un conflitto con Mosca.

Stoltenberg

Secondo Stoltenberg, nel suo ultimo discorso, l’Ucraina dovrà entrare nella Nato, affermando che il futuro dell’Ucraina sarà in questa e che tutti i membri dell’Alleanza sono d’accordo in tale questione. L’Ungheria di Orban non è però d’accordo ed ha manifestato una posizione contraria.
Una dichiarazione quella di Stoltenberg che ha suscitato la risposta di Putin il quale ha ribadito che la Russia non accetterà mai l’Ucraina nella Nato e che questo è il fattore che ha fatto scatenare l’operazione militare speciale russa. L’operazione militare speciale andrà avanti fino a raggiungere tutti i sui obiettivi, ha dichiarato Putin.
Altro fattore di turbativa in questo momento è il discorso fatto dal presidente brasiiano Lula, il quale ha parlato della necessità di dedollarizzazione e si era espresso a favore di una trattativa per porre fine al conflitto in Europa, suscitando le ire di Washington che vede la maggiore potenza del Latino America sottrarsi alla influenza statunitense per allinearsi alla Cina e alla Russia.

Fonti Varie

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM