La Russia riconosce il trasporto di armi da parte degli Stati Uniti e della NATO in Ucraina come obiettivi militari

La Russia considera i veicoli statunitensi e NATO che trasportano armi in Ucraina come obiettivi militari legittimi, ha affermato il viceministro degli Esteri Sergei Ryabkov.

Ryabkov ha affermato che “i trasporti USA-NATO con armi che si muovono attraverso il territorio ucraino sono da noi considerati obiettivi militari legittimi”, riferisce TASS .

Inoltre, i tentativi degli Stati Uniti e dei paesi occidentali “di rallentare la nostra operazione speciale, infliggere il massimo danno ai contingenti russi e alle formazioni del DNR e dell’LNR saranno severamente repressi”.

“Per quanto riguarda le consultazioni con gli americani per concordare un possibile nuovo accordo o accordi nel campo della stabilità strategica, nonché i negoziati sulle garanzie di sicurezza, gli Stati Uniti hanno rifiutato di continuare il dialogo con il pretesto degli eventi intorno all’Ucraina. Ne abbiamo preso atto”, ha aggiunto Ryabkov.

Allo stesso tempo, ha osservato che Mosca rimane aperta a trovare soluzioni ai problemi nella sfera strategica sulla base del principio dell’indivisibilità della sicurezza, “i problemi nella sfera strategica non andranno via da soli”.

In precedenza, il capo della diplomazia Ue, Josep Borrell , ha confermato la sua dichiarazione, espressa a Kiev, che la guerra in Ucraina “dovrebbe essere vinta sul campo di battaglia”.

Maria Zakarova

Commentando la dichiarazione di Borrell, la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha osservato che l’Unione europea ha cessato di essere una “organizzazione economica” ed è diventata “il dipartimento delle relazioni economiche della NATO”.

In questo contesto, sabato, Stati Uniti e Polonia hanno annunciato esercitazioni congiunte vicino al confine con l’Ucraina e sono iniziate esercitazioni congiunte di ingegneria militare con gli Stati Uniti in Lituania.

Nota: Situazione estremamente tesa e grave: si aspetta la possibilità di incidenti tra le forze del blocco NATO e quelle della Russia in prossimità della frontiera Polacco/Ucraina.

Fonte: Agenzie

Traduzione : Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM