La Russia respinge l’accusa degli Stati Uniti dei legami dell’Iran con Al-Qaeda

La Russia afferma che le accuse sui legami dell’Iran con Al-Qaeda sono tentativi dell’ultimo minuto da parte dell’amministrazione Donald Trump di “danneggiare l’Iran”.

Il direttore del secondo dipartimento per l’Asia del ministero degli Esteri russo, Zamir Kabulov, ha considerato questo mercoledì in un comunicato “assolutamente infondata e irragionevole” l’accusa del Segretario di Stato americano, Mike Pompeo, nei confronti dell’Iran, secondo quanto riportato dal Agenzia di stampa russa Sputnik .

“Dà l’impressione che il signor Pompeo, all’ultimo minuto (della presidenza di Donald Trump), voglia fare qualcos’altro per danneggiare l’Iran”, ha sottolineato.

Deposito di armi made in USA sequestrato ai terroristi

Il diplomatico russo ha sottolineato che Mosca non dispone di alcuna informazione che confermi le accuse di Pompeo sui possibili legami tra Teheran e Al-Qaeda.
Pompeo martedì ha accusato l’Iran di ospitare vari membri del gruppo terroristico di Al-Qaeda dopo gli attacchi dell’11 settembre 2001 negli Stati Uniti.

Lo stesso giorno, martedì, il ministero degli Esteri iraniano ha respinto le accuse “infondate e vecchie” di Pompeo e ha considerato tali dichiarazioni come un segno di disperazione e fallimento della politica di massima pressione dell’amministrazione statunitense uscente.

Istruttori USA addestrano in Siria miliziani takfiri (terroristi di Al Nusra)

Da parte sua, il ministro degli Esteri iraniano, Mohamad Yavad Zarif, ha descritto in un messaggio pubblicato sul suo account Twitter tali accuse dalla sua controparte statunitense come “fittizie”. “Nessuno si lascia ingannare. Tutti i terroristi dell’11 settembre [2001] provenivano dalle destinazioni preferite di Pompeo nell’Asia occidentale; NESSUNO dall’Iran “, ha aggiunto Zarif, riferendosi ad alcuni regimi alleati degli Stati Uniti, inclusa l’Arabia Saudita.

Nota: Risulta quasi incredibile l’impudenza e l’ipocrisia di Mike Pompeo, uno dei personaggi più discussi dell’Amministrazione Trump, il quale si attenta a lanciare accuse di terrorismo contro il paese, l’Iran che, assieme alla Siria ed al Libano di Hezbollah, ha combattuto duramente il gruppo di Al Qaeda (che in Siria era denominato come Al Nusra) non soltanto in Siria ma anche in Iraq, in Libano e nello Yemen, mentre questo ed altri gruppi terroristi erano notoriamente appoggiati ed armati dagli USA e dall’Arabia Saudita. Come se non ci fossero centinaia di documenti che attestano la complicità degli USA e dei loro alleati con questi gruppi terroristi che hanno insanguinato il Medio Oriente per destabilizzare i paesi considerati ostili da Washington. Fra gli altri documenti ricordiamo le e-mail de-secretate della Hillary Clinton, quelle in cui scriveva…”Al Qaeda in Siria è dalla nostra parte, bisogna sostenerla….”. Aver pubblicato quelle mail è costato a Julian Assange l’arresto e la segregazione che dura tuttora. Pompeo è un personaggio che presto finirà nella discarica di Washington e non merita neppure risposta da coloro che il terrorismo lo hanno combattuto e sconfitto.

Fonte: Hispantv

Traduzione e nota: Luciano Lago

Inserisci un Commento