APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

La Russia mette in guardia l’Occidente contro nuove “azioni spericolate” contro la Siria

La Russia ha registrato l’arrivo di nuove forze aeronavali USA nel Golfo Persico ed è al corrente di un piano per lanciare un nuovo attacco contro la Siria per indebolire il Governo di Damasco ed impedire la liberazione di tutto il territorio siriano dalle bande terroriste appoggiate dall’Occidente e dall’Arabia Saudita.

“La provocazione che state preparando ( un falso attacco chimico) con la partecipazione attiva dei servizi di intelligence britannici, servirà come pretesto per gli Stati Uniti, il Regno Unito e la Francia per condurre un attacco missilistico contro il governo siriano e le infrastrutture del paese”, lo ha dichiarato Igor Konashenkov, portavoce del Ministero della Difesa, citato nella informazione trasmessa dall’agenzia Novosti.

Il Ministero della Difesa Russo ha accusato la coalizione guidata dagli USA in Siria di preparare nuovi attacchi contro il paese arabo con il pretesto di presunti attacchi con armi chimiche predisposti dai servizi di intelligence occidentali.
“Le azioni dei paesi occidentali, nonostante le loro dichiarazioni pubbliche, mirano a un altro netto deterioramento della situazione nella regione mediorientale ed alla rottura del processo di pace sul territorio della Siria”, ha osservato Konashenkov.

“I nuovi ultimatum trasmessi dagli USA non pregiudicheranno la determinazione di Mosca nell’aiutare Damasco nella lotta contro il terrorismo ed eliminare per completo gli ultimi focolai terroristi in Siria”, lo ha affermato a Sputnik il vice cancelliere Serguéi Riabkov.

Sergei Ryabkov

Le dichiarazioni del vice cancelliere seguono alle minacce proferite dall’addetto alla sicurezza USA, John Bolton, il quale aveva affermato che gli USA avrebbero colpito duramente Damasco in caso di utilizzo di armi chimiche.
I servizi di informazione russi hanno registrato in anticipo una provocazione in atto con l’aiuto dei servizi britannici che si serviranno degli immancabili “White Elmets” per inscenare un nuovo falso attacco che fornisca agli USA il pretesto per intervenire miltarmente e colpire le forze di Damasco.

La Russia ammonisce gli USA di non effettuare “passi falsi ” in Siria che potrebbero avere serie conseguenze.

Fonti: Sputnik Mundo    Kuna.net

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. Idea3online 4 settimane fa

    Il mondo intero ha capito che è menzogna, però continuano a deformare la realtà, non è semplice capire perchè viene usata la falsità per ottenere risultati, ecco che la verità esiste, ma è debole, è in opposizione, ma esiste la menzogna, altrimenti non avrebbero usato sistemi ingannevoli. Se affianchiamo il Bene alla Verità, ed il Male all’Inganno ecco che il bene ed il male esistono si materializzano. Con il male doni dolore alla Siria, con il bene rendi la vita più gioiosa a milioni di esseri umani. Alla Russia conviene recitare bene la parte del Cavaliere Bianco, la parte di chi abbraccia la verità per donare il Bene. Gli USA investono su azioni ingannevoli, la Russia dovrebbe sfruttare la situazione per raccontare e smascherare l’inganno per poter indebolire il Male. Però la Russia recita la parte di Impero del Bene, se fosse al posto degli Stati Uniti farebbe la stessa cosa, ed i ruoli di bene e male esercitati inversamente. Ma esiste il Male minore, che è Bene contro l’Inganno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. songanddanceman 4 settimane fa

    Sì , vabbè … , ma ormai nemmeno le casalinghe
    di Sprigfield , di Oxford o di Cannes credono più
    alle fake news degli imperialisti USA , Inglesi & Francesi .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Woland 4 settimane fa

    La polizia americana ha malmenato i negri.
    Ciò non sarà più tollerato, la prossima volta bombardiamo new york.

    Questo è il ragionamento a parti invertite, tutti d’accordo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 4 settimane fa

      Concordo pienamente !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. songanddanceman 4 settimane fa

      Concordissimo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mardunolbo 4 settimane fa

    Va bene eliminare i focolai di ratti di fogna mercenari terroristi dalla Siria, ma quando la difesa senza mezzi termini di ogni pezzo di Siria, da attacchi dall’aria ?
    Aspetto con ansia la distruzione dei missili prossimi venturi , targati Usa-Uk-France ed, in aggiunta, un colpo solo, ma devastante, su una nave ameri-cagna.
    Israele decenni fa ha devastato una nave militare ameri-cagna, poi tutti zitti, nessuna ricompensa alle vittime.
    Ora potrebbe avvenire lo stesso , ma operato da missile “ignoto”, anzi con l’accusa preparata di essere israeliano, così pareggiamo i conti con la criminalità ameri-cagna e le bugie sioniste…

    Rispondi Mi piace Non mi piace