La Russia mette in guardia contro un possibile intervento militare in Niger


La minaccia di un intervento militare in Niger non contribuirà a un accordo, ha affermato la portavoce della diplomazia russa. Mosca ritiene fondamentale “impedire un ulteriore deterioramento” della situazione nel Paese.

La Russia ha messo in guardia contro il possibile intervento militare in Niger menzionato di recente dall’ECOWAS in reazione al rovesciamento del presidente Mohamed Bazoum da parte dei militari.

” Riteniamo che la minaccia dell’uso della forza contro uno Stato sovrano non aiuterà a disinnescare le tensioni e a risolvere la situazione nel Paese “, ha dichiarato il 2 agosto Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri russo.

La Russia ritiene essenziale ” impedire un ulteriore deterioramento della situazione nel Paese ” e auspica l’organizzazione di un ” dialogo nazionale “.
Mosca conta anche su azioni appropriate da parte dell’Unione africana e delle organizzazioni subregionali per una soluzione pacifica, ha affermato il diplomatico. Nella sua ricerca di una via d’uscita, Mosca parte dal principio di ” una soluzione africana ai problemi africani “, ha spiegato.

Questa è la seconda volta che la diplomazia russa reagisce agli eventi in Niger. Il 27 luglio, all’indomani del golpe di Niamey, Maria Zakharova ha invitato “ le parti in conflitto ad astenersi dall’uso della forza ea risolvere tutte le questioni controverse attraverso un dialogo pacifico e costruttivo ”. Inoltre, Mosca ha detto di contare sul ” rapido rilascio ” di Mohamed Bazoum.

Situazione in Niger
Dal 26 luglio il potere in Niger è nelle mani del Consiglio nazionale per la salvaguardia della patria (CNSP), presieduto dal generale Abdourahamane Tiani. Questo capo della guardia presidenziale si è autoproclamato nuovo capo di stato, annunciando il rovesciamento di Mohamed Bazoum. Il 1° agosto il CNSP ha iniziato a fissare alcune nomine e ha riaperto le frontiere con cinque paesi.

Il presidente estromesso è detenuto a Niamey dal 26 luglio.

In risposta a questi eventi, l’ECOWAS ha chiesto il 30 luglio il ripristino, entro una settimana, dell’ordine costituzionale e il ritorno al potere di Mohamed Bazoum, eletto nel 2021. Se questi requisiti non sono soddisfatti, l’organizzazione si riserva il diritto di “prendere tutto misure necessarie “, che ” possono includere l’uso della forza “. Queste decisioni non sono state apprezzate dal Burkina Faso e dal Mali, ma anche dal capo del parlamento nigeriano.

fonte: Sputnik Africa

Traduzione: Gerard Trousson

9 commenti su “La Russia mette in guardia contro un possibile intervento militare in Niger

  1. Sempre straordinaria madame zakharova, complimenti alla sua intelligenza, preparazione e figura di spicco del genere femminile.

  2. spero che la Russia faccia il possibile per aiutare il nuovo regime che ancorchè golpista è sostenuto dalla popolazione.
    vergognoso invece che la Nigeria- evidentemente succube del totalitarismo occidentale- abbia interrotto la fornitura di corrente elettrica al Niger commettendo un crimine contro il popolo del Niger, ancor più grave che nè l’ONU, e nessu rappresentante occidentale abbia condannato tale gesto.
    due pesi e 2 misure come sempre: gli occidentali e i loro servi possono uccidere derubare etc neppure il papa protesta, se invece un paese o un governo sovranista usa la forza per non soccombere…apriti cielo
    che ipocrisia, coloro che con arroganza sostengono di essere il c.d. mondo libero non si rendono conto di essere servi venduti alla plutocrazia dei satanisti e la loro falsa democrazia sostanzialmente è meno democratica del regime dei talebani, con la differenza che quelli pur errando sono motivati da fede religiosa, gli altri comprati in dollari, euro e sterline… lo sterco del diavolo

  3. IL Niger possiede :
    Oro , Petrolio, Ferro, Carbone , Fosfati, Uranio , ( eppure la popolazione è poverissima “grazie” alla Francia).
    SE l’ONU fosse diretta da persone normali e non da fantocci avrebbe già provveduto a cacciare i Francesi .
    SE la Russia riesce a scacciare i parassiti occidentali ( & magari portare anche il Niger nei BRICS) il Niger
    fa Bingo !! ( & la Francia perderà quasi tutte le sue colonie , in pratica gli rimarrà poca roba e … l’Italia ) .

  4. Purtroppo anche se la giunta militare resiste al tentativo di ritorno dei burattini manovrati dagli occidentali, e si avvia a gestire il paese in un’ottica “sovranista”, si aprirebbe una lunga stagione di terrore, bombe al mercato, raid di tagliagole ecc. Il “gentile” occidente non lascia in pace proprio nessuno, è come lo stalker che non accetta di essere mollato, e quindi uccide. Buona fortuna ai nigerini, ed anche a noi, che siamo nella stessa barca.

  5. Se la Russia fosse intelligente ed oculata nel caso che gli USA o i paesi NATO invadessero il Niger la Russia dovrebbe fornire armi ai partigiani Nigerini che combattono contro gli invasori USA-NATO che andrebbero sanzionati economicamente !
    Anche la Cina farebbe bene
    Se i paesi USA-NATO fanno una guerra per invadere e occupare militarmente una Nazione per rubargli petrolio-gas-ferro-carbone-uranio-eccetera tutto va bene ed è vietato parlare di invasione o di guerra !
    Questa storia squallida di guerre giuste “umanitarie” fatte dai paesi Occidentali e di guerre ingiuste fatte dal resto del mondo deve finire !!!!

  6. Paese povero tra i poveri che inonda di risorse la ricca Francia e cosa riceve in cambio? Milioni di tonnellate di rifiuti radioattivi dalle miniere di uranio…
    Che bell’affare… Povera Africa

  7. Solidarietà al popolo del Niger, colonizzato e depredato per decenni dai soliti noti !
    I malati di “eurocentrismo” minimizzeranno quello che avviene in Niger, che invece è un altro pezzo della tessera che va al suo posto, e indica in quale direzione vanno gli eventi geopolitici, e cioè verso il crac o il drastico ridimensionamento del cosiddetto occidente progredito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM