La Russia Mette In Guardia Contro Un Altro Attacco USA Contro le sue basi in Siria

MOSCA AVVERTE GLI STATI UNITI CONTRO UN ALTRO ATTACCO SULLE FORZE RUSSE IN SIRIA

Considerando il comportamento degli Stati Uniti in Siria e le capacità dei sistemi di difesa antiaerea russi, non ci possono essere dubbi: la Difesa russa ha dati accurati e affidabili sul recente attacco dei droni sull’area di base russa di Hymenim in Siria, secondo gli specialisti militari.

Il viceministro della Difesa russo Aleksandr Fomin ha recentemente dichiarato che un aereo da ricognizione statunitense ha coordinato il massiccio attacco dei droni sulla base aerea russa di Hmeymim in Siria.

Secondo il viceministro, è stato un aereo Poseidon americano “con attrezzature moderne” che ha diretto ed effettuato il controllo dei droni in quel momento.

Il direttore della ricerca politico-militare all’Università delle Relazioni Internazionali di Mosca, Aleksei Podberezkin, ha condannato il comportamento degli Stati Uniti in Siria, sottolineando anche le capacità dei sistemi di difesa antiaerea russi nella regione.

“Dal punto di vista tecnico-militare, non ci può essere alcun dubbio, dato che le strutture di guerra elettronica di stanza in Siria, specialmente quelle collegate ai complessi missilistici S-300 e S-400, sono assolutamente sicure e sono garantite per essere capace di determinare i parametri del confronto aereo […] “, ha detto.

In particolare, l’esperto ha sottolineato che la Russia “ha il completo controllo della situazione”, aggiungendo che le tecnologie avanzate del paese permettono “di dire con un minuto di precisione […] in che punto era questo o quell’oggetto militare e come ha agito.”

Parlando delle azioni degli Stati Uniti in Siria, l’esperto militare ha descritto la politica di Washington come “ipocrita”, specialmente quando si parla di ISIS.

Gli USA negano di essere collegati al Daesh [ISIS], ma in realtà stanno supportando altri gruppi che ne fanno parte. Aiutano non solo finanziariamente, ma anche con armi e mezzi tecnici nuovi di zecca. Qualsiasi attività antigovernativa si basa su un sostegno [straniero] tecnologicamente avanzato. Non è una novità: senza gli aiuti esteri degli Stati Uniti, i gruppi armati dell’opposizione non potrebbero durare nemmeno una settimana “, ha affermato.

I terroristi in Siria usano spesso droni volanti senza equipaggio al momento del lancio degli attacchi, anche presso la base russa di Hmeymim. Solo nell’agosto di quest’anno, i sistemi di difesa antiaerea della base hanno abbattuto 47 droni.

Fonte: Fort Russ

Traduzione: Sergei Leonov

11 Commenti

  • Silvia
    26 ottobre 2018

    Bene, la Russia “mette in guardia gli USA”, Ma poi che cosa fa? Gli USA sono molto piu’ potenti.

    • Monk
      26 ottobre 2018

      Più potenti militarmente? Non credo proprio

      • Silvia
        26 ottobre 2018

        Magari politicamente ed economicamente (che piaccia o no)

        • Monk
          26 ottobre 2018

          Nulla mi deve piacere, attendo l’ira di Putin e sulla presunta forza politica ed economica statunitense potremmo discutere a lungo, ma l’apparenza inganna.

          • atlas
            26 ottobre 2018

            discutere a lungo con ‘Silvia’ ? La sua profondità di pensiero (tipica, se realmente femminile) dura sempre un rigo, massimo due, nulla più.

            Ricordo invece quanto costino i droni, non poco. I cani sperimentano, provocano provano ? E’ scritto nell’art.lo: i Russi hanno il completo controllo della situazione, strategica, militare e anche politica. E Tel Aviv nel mirino di armi nucleari.

            L’economia ‘Silvia’ ? Forse ancora non sai che ci attendono tempi bui finchè saremo schiavi degli usa. L’oro non è infinito e le risorse occidentali non illimitate. Tra poco Putin farà scacco matto perché degli approvvigionamenti energetici Russi ‘ l’occidente ‘ non può farne a meno e nessuno ne parla, nemmeno il giudeo economista Foa

      • Christian
        28 ottobre 2018

        Ecco qua il commento di tale Silvia, che evidenzia bene di come si tratti di una persona con il cervello spappolato da decenni di propaganda hollywoodiana. Che tristezza…

  • Idea3online
    26 ottobre 2018

    La Russia e gli USA esprimono la stessa forza militare, ma non finanziaria. Però Russia&Cina si avvicinano alla forza finanziaria degli USA. Gli USA dal 2014 sono stati costretti a salire nel treno della Storia Profetica che determina il suo declino ed il crollo finale alla Fine dei Tempi. Per adesso un lento declino, ma che è sempre superiorità, sono sempre l’Impero più potente. Ma meno Potente da poter dominare il Regno del Sud, con in testa Russia e Cina. Il mondo Unipolare made in USA, è solo un ricordo, ed i Protestanti dovranno accontentarsi di “regnare” dove permesso dall’Impero Romano Americano. Ed la Chiesa Cattolica probabilmente a breve farà accordi con la Chiesa Ortodossa. Grecia&Italia alleate della Russia nei prossimi anni o decenni? Gli USA dovranno accettare la Profezia come Babilonia……..certo gli USA sono più Grandi.

    • atlas
      26 ottobre 2018

      mmm torna a rileggerti bene l’apocalisse di Giovanni: Roma si prostituirà

      quindi più facile che i cristiani litighino fra loro

  • atlas
    27 ottobre 2018

    musulmani ? NO, salafiti. Nella loro pagina fb sono contro i Musulmani Sunniti di Siria del Presidente Bashar Al Asad e contro la guerra al terrore wahhabita che fa Putin e la Russia. Mi auguro gli neghino la possibilità di associarsi in una chiesa cristiana e li espellano in usa, il loro vero paese.

    E se sono contro i giudei che occupano la Palestina è solo per falsa propaganda, cioè per accreditarsi innanzi i veri Musulmani.

    http://www.ilgiornale.it/news/i-post-contro-salvini-putin-e-israele-dellassociazione-1592800.html

  • dario barone
    27 ottobre 2018

    Sicuramente le scelte politiche e militari russe sono fatte da professionisti e i fatti hanno dimostrato che non sono mai avventate, ma mi chiedo se la mancanza di risposte credibili ( non i soliti vuoti proclami, rivolti piu’ all’opinione pubblica interna che agli Usa che se ne strafottono) alla fine sia un pericolo maggiore di una risposta vera che dia chiaramente una linea rossa da non oltrepassare agli Usa. Certo i russi incassano i colpi e proseguono coi loro piani, ma mi chiedo se l’abbattimento di un poseidon oggi sia piu’ pericoloso di una mancanza di risposte che porta gli Usa ad alzare di volta in volta il livello dello scontro.

    • atlas
      28 ottobre 2018

      quando la guerra sarà GUERRA vedrai la Russia in azione. Quel giorno arriverà, ma augurati sia il più lontano possibile. Chi ha avuto ha avuto e chi ha dato ha dato. Dimentica il passato.

      Chi ha avuto soldi e donne ha avuto e ha goduto. E chi l’ha avuto in culo l’ha preso.

Inserisci un Commento

*

code