La Russia lancia un duro avvertimento alla NATO per l’avvicinamento ai suoi confini

La Russia ha lanciato un avvertimento ai paesi dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO), per il dispiegamento di forze vicino ai suoi confini.

“Nel quadro degli appelli per il contenimento militare della Russia, la Nato continua ad avvicinare le sue forze ai nostri confini. Il ministro della Difesa tedesco [Annegret Kramp-Karrenbauer] dovrebbe sapere bene come è andata a finire una cosa simile per la Germania e l’Europa” , ha detto questo sabato il ministro della Difesa russo, Sergei Shoigú, attraverso un comunicato ufficiale.

Le osservazioni del funzionario russo sono arrivate in risposta ai commenti di Kramp-Karrenbauer, che giovedì ha esortato la NATO a dichiarare la propria volontà di utilizzare il proprio potenziale nucleare anche per contenere Mosca.
Il ministro della Difesa russo, generale dell’esercito Sergei Shoigu, ha affermato che i paesi del blocco militare della NATO non intendono avviare un dialogo paritario con la Federazione russa. .

Shoigu ha indicato in questo senso che “la sicurezza in Europa non può che essere comune senza minare gli interessi della Russia”.

Il ministro russo ha anche ricordato che il piano per “contenere” di questo blocco militare in Afghanistan “si è concluso con una catastrofe, con la quale ora il mondo intero deve fare i conti”.
Negli ultimi anni, i rapporti bilaterali tra Mosca e l’Alleanza Atlantica si sono deteriorati a livelli mai visti dalla fine della Guerra Fredda. Entrambe le parti si accusano reciprocamente di compiere atti ostili, mentre ciascuna di esse organizza manovre in risposta a quelle compiute dall’altra parte.
Come riportato in precedenza dalle fonti tedesche, il ministro della Difesa tedesco Annegret Kramp-Karrenbauer aveva affermato, parlando in onda sulla stazione radio Deutschlandfunk, che il blocco militare della NATO dovrebbe chiarire alla Russia che l’Alleanza del Nord Atlantico è effettivamente pronta a usare la forza contro di essa.
Kramp-Karrenbauer ha sottolineato che questa è l’idea principale della NATO, sarà adattata all’attuale comportamento della Russia

Truppe NATO in Ucraina

Mosca considera una minaccia la presenza militare della Nato nei paesi dell’Europa orientale vicini ai suoi confini e avverte che darà una risposta energica a qualsiasi provocazione da parte dell’Occidente.

Da parte sua, il viceministro degli Esteri russo Alexander Grushkó ha affermato venerdì che le normali relazioni diplomatiche con la NATO sono impossibili tra le “misure ostili” prese da questo organismo contro Mosca .
Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha anche affermato lo stesso giorno che la nuova strategia della NATO mostra che la decisione di Mosca di tagliare i legami con il blocco è stata corretta.

Fonti: Hispantv – APnews.com

Trduzione e sintesi: Luciano Lago

10 Commenti
  • mario
    Inserito alle 20:59h, 23 Ottobre Rispondi

    W RUSSIA W CINA………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….

  • Gio
    Inserito alle 21:07h, 23 Ottobre Rispondi

    Troppe chiacchiereeeee,ci vogliono i fatti,ormai la RUSSIA nn puo fare più nienteeeee,ormai è tardi,doveva radere al suolo l UCRAINA ,sfruttando e Armando fino ai denti le 3 repubbliche autonome separatiste ,PINTOOOKK

  • Helix
    Inserito alle 21:59h, 23 Ottobre Rispondi

    È ovvio che oramai stati uniti ed europa sono due contineti fottuti, l’unica soluzione è fare tabula rasa totale di psicopatici politici che non sanno piú che pesci pigliare per venirne fuori, confido nell’operato militare di Cina e Russia rapido e indolore! W Lenin!

  • atlas
    Inserito alle 04:21h, 24 Ottobre Rispondi

    la democrazia non prevarrà

  • eusebio
    Inserito alle 07:26h, 24 Ottobre Rispondi

    La situazione attorno alla Russia si sta facendo incandescente, pare che in Moldova siano arrivate armi americane con personale relativo per riarmare ed addestrare le truppe moldave per un attacco a truppe e cittadini russi in Transnistria, un’altro lotto di armi americane è arrivato in Ucraina e sporadici scambi di colpi come al solito ci sono tra esercito ucraino e milizie novousse, in Bielorussia i russi starebbero approntando misure militari tipo contraerea e dislocamento di unità di terra e di aria, come pure in Crimea, contro eventuali attacchi, l’Iran avrebbe chiuso il suo spazio aereo all’Azerbaigian, anche perchè ci sono due F-35 sionisti vicino al confine iraniano che potrebbero attaccare installazioni iraniane partendo dalla loro base azera, intanto truppe iraniane si dovrebbero dislocare in Armenia per proteggerla da attacchi congiunti azeri-sionisti, i quali odiano gli armeni perchè in Libano le milizie armene hanno combattuto valorosamente al fianco di Hezbollah contro i sionisti stessi nella guerra del 2006, memori dell’istigazione dei ricchi ebrei che finanziavano il governo ottomano al genocidio compiuto da questo contro gli armeni nel 1916, insomma dal Caucaso al Baltico si sente rumore di cingoli e rombo di motori di aerei, chiaramente la NATO dopo la figuraccia dell’Afghanistan non si muoverà, manderà gli affamati regimi moldavo ed ucraino, e forse georgiano a schiantarsi contro la superpotenza russa per poi subissarla di sanzioni.
    Nel frattempo forse l’entità sionista proverà ad attaccare le installazioni nucleari iraniane, attacco per cui si sta addestrando, e forse il premier sionista ha visitato Putin per chiedere il via libera, ma Putin in altra occasione ha avuto parole di elogio per il ruolo di Hezbollah nella politica libanese, e questo dimostra che cristiani e musulmani sono uniti contro il comune pericolosissimo nemico sionista.

    • Marina Stepanova
      Inserito alle 13:25h, 26 Ottobre Rispondi

      Nessuno vuole Russia forte, anchè se non c’ e piū pericolo del comunismo, America è pro sionista, e ha favorito creazione dello Stato Ebraico di Israel per avere controllo su Medio Oriente e loro risorse energetiche. E con questa continua manipolazione della popolazioni dell’est europeo per introdurre armi e circondare la Russia con basi militari certamente é una riorganizzazione neo militare, e hanno rotto le …. ormai talmente tanto alla Russia con queste provocazioni che giustamente é molto infastidita

      • atlas
        Inserito alle 15:18h, 26 Ottobre Rispondi

        IO volere Russia forte

  • Federico Barbaro
    Inserito alle 13:25h, 24 Ottobre Rispondi

    Forse a molti, forse troppi, non è ben chiaro che non si parla di una partita di Risiko. Se parte per sbaglio un missile, con la quantità e la qualità mostruosa di armamenti NUCLEARI, viene rasato TUTTO al suolo. Compresi i NOSTRI fondoschiena, in quanto membri Nato.

    • atlas
      Inserito alle 18:07h, 25 Ottobre Rispondi

      meglio. Meglio di maschere e pass

  • bobo merenda
    Inserito alle 17:46h, 24 Ottobre Rispondi

    Israele sta correndo verso la sua distruzione, ma loro lo sanno benissimo, difatti stanno appropriandosi dei territori dei Mapuche.
    Così in futuro ci sarà un altro popolo che farà di tutto per distruggere questi personaggi che credono di essere superiori e unici figli prediletti di Dio. Un Dio, il loro, che dire che è sanguinario è stare molto corti.

Inserisci un Commento