La Russia invia un messaggio di avvertimento agli USA con il lancio dei missili antinave Onyx

di  Paul Antomopoulos

Il ministero della Difesa russo ha pubblicato un video del lancio avvenuto dei missili da crociera Onyx contro obiettivi sulla superficie del mare.

Un analista militare sottolinea che i nuovi missili russi costituiscono un’arma deterrente pertinente alla attuale situazione nel Mediterraneo e ritengono che il lancio sia un segnale  inviato a Washington.
La registrazione rilasciata dal ministero russo dimostra in parte le manovre della flotta del Pacifico nel mare di Okhotsk che coinvolgono i lanci dei missili Onyx del sistema Bastion e missili cruise da navi da combattimento. Tutti e sette i missili lanciati hanno colpito i loro obiettivi convenzionali.

L’analista militare russo Boris Rozhin ha commentato la scelta dei missili usati nelle manovre e cosa significa.

VIDEO: Il Lancio Missilistico Di Onyx Da Parte Della Russia Invierà Il “MESSAGGIO” Agli Stati Uniti. Cosa Li Attira In SIRIA?
Rozhin ha sottolineato come la crescente minaccia che gli Stati Uniti pongono di una possibile aggressione all’Iran e delle loro intenzioni di un prossimo attacco contro la Siria , fanno acquistare una rilevanza particolare ai missili russi in questo contesto .

“È chiaro che non ci sarà alcun conflitto diretto, ma dimostrando la disponibilità di tali armi, la Russia dà il segnale che ha mezzi per distruggere piattaforme di lancio missilistiche che gli Stati Uniti dovessero spostare nel teatro delle azioni militari in Siria”, ha detto Analista russo
Allo stesso tempo, l’oratore ha sottolineato che l’argomento ha più a che fare con la politica che con l’ arena militare e, anche se la Russia possiede armi avanzate, ciò non esclude le provocazioni di altri paesi nei confronti di uno stato sovrano.

“La Russia fa questo [principalmente dimostra le sue armi] per ragioni di sicurezza, ma può anche usarli in teatri d’azione militari all’estero”, ha concluso.

Il sistema Bastion è progettato per proteggere la costa con una portata di oltre 600 km. Il sistema è in grado di distruggere navi di superficie di varie classi e tipi in condizioni di resistenza al fuoco ed intensa guerra radioelettronica. Può essere utilizzato giorno e notte in varie condizioni meteorologiche e include fino a 36 proiettili.

Nota: Non è dato sapere se i guerrafondai neocon, che guidano attualmente le scelte dell’Amministrazione USA ,saranno in grado ci capire che questa volta la Russia, in caso di aggressione, saprà dare la sua risposta.

Traduzione e nota: Luciano Lago

1 commento

  • Marco
    29 Ago 2018

    La Russia deve dichiarare senza mezzi termini
    che utilizzerà ogni mezzo per difendere il proprio
    alleato!

Inserisci un Commento

*

code