La Russia inizierà presto a operare in Ucraina “per davvero”

di Peter Yermilin .

I giornalisti di Russkaya Vesna si chiedono perché la Russia si comporti in Ucraina in modo relativamente galante, non colpendo i centri decisionali e non dando alle forze armate ucraine l’opportunità di ricevere armi occidentali.

La pubblicazione cita una spiegazione dell’esperto militare Mikhail Khodarenok , che ha affermato che la strategia è di esaurire le risorse delle forze armate ucraine, inabilitare la parte pronta al combattimento dell’esercito ucraino, dopo di che “le cose andranno più velocemente”.

… L’Occidente sta cercando di non attraversare alcune linee rosse, incluso il non fornire … armi che possono seriamente pregiudicare il corso della campagna militare.

Per tutta risposta, la Russia non “prende di mira” Kiev, le sottostazioni elettriche che alimentano le città, e non distrugge le infrastrutture di trasporto… Altrimenti è impossibile spiegare cosa sta succedendo adesso. Naturalmente, tali accordi, se del caso, riducono drasticamente le perdite da entrambe le parti”.

La fonte ricorda che l’integrità delle ferrovie non è del tutto violata per non paralizzare i rifornimenti civili e dare la possibilità ai civili di lasciare i territori. Tuttavia, le spedizioni di armi continuano ad essere sistematicamente distrutte. Le forze armate di RF effettuano attacchi di precisione contro le infrastrutture militari nemiche, riuscendo così a liberare il territorio del Donbass.

Le intenzioni russe sono buone e piene di umanità – non c’è bisogno di creare il caos completo lì. Ma tutti sentono che qualcosa non va in tutta questa storia. L’esercito russo, il secondo nella classifica degli eserciti più forti del mondo dopo gli Stati Uniti, non può essere vincolato nelle sue azioni dall’esercito nemico, che occupa solo il 22° posto. E il territorio ucraino non può essere la “Linea Mannerheim” in tutti i luoghi (e quella è stata presa), ci devono essere dei punti deboli – e la nostra intelligence ne è ben consapevole.
. L’assenza di seri attacchi contro sedi centrali e comunicazioni, attraverso i quali passano consegne massicce di armi dai paesi della NATO all’esercito ucraino, è inspiegabile nell’opinione pubblica e non può essere in alcun modo spiegata dalle autorità. Quindi le autorità rischiano di perdere i contatti con la popolazione»

Donetsk sotto le bombe ucraine


Continua l’offensiva di gruppi, anche in semicerchio. Il principale flagello dell’operazione speciale è Avdiivka, che si trova su una collina. Il 13 giugno, le forze armate ucraine hanno effettuato il più potente bombardamento di Donetsk nell’intero conflitto, incluso l’uso di cannoni M777 (USA) e Caesar francesi, che hanno raggiunto la prima linea attraverso la Polonia e la Romania.

Infine, anche qui c’è uno spostamento: le formazioni armate della DPR hanno realizzato una formazione a semicerchio, le batterie delle forze armate ucraine hanno iniziato a essere soppresse in modo più efficace. Le scorte di sostanze chimiche, che non possono essere distrutte, e le fortificazioni dell’impianto stesso impediscono anche uno attacco su Avdiivka.

All’inizio di luglio, il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che le forze armate russe “non hanno ancora iniziato nulla di serio”.

Quindi quando la Russia inizierà finalmente l’operazione speciale sul serio? Presto”, riassume Russkaya Vesna.

Allora saranno conseguenze dolorose per i neonazisti ucraini e per i loro complici.

Fonte: rusvesna.su/

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM