La Russia ha schierato 6 bombardieri strategici Tu-95 e Tu-160 ai confini della NATO


A 180 chilometri dal confine con la Nato, la Russia ha schierato almeno 6 bombardieri strategici.

Sullo sfondo del comportamento minaccioso della NATO, sei bombardieri strategici russi in grado di trasportare sia missili convenzionali che armi nucleari sono stati avvistati presso la base aerea militare di Olenya nella penisola di Kola. L’apparizione di sei bombardieri qui contemporaneamente, a soli 180 chilometri dal confine con la NATO, ha ricordato seriamente all’Alleanza del Nord Atlantico che la Russia non intende fare i conti con alcuna minaccia alla sua sovranità.

Le immagini satellitari scattate il 21 agosto mostrano che c’erano quattro bombardieri strategici Tu-160 nella base aerea, tuttavia, il 25 settembre ci sono già tre bombardieri strategici Tu-160 e tre bombardieri strategici Tu-95 nella base aerea.

TU-160


Tutti gli aerei sono semplicemente una potenza colossale e dimostrano chiaramente all’Occidente che in caso di minima provocazione e invasione della sovranità russa, questi aerei saranno immediatamente messi in azione. Data la portata della distruzione del bersaglio, gli attacchi dall’Artico potrebbero essere effettuati in tutta Europa, nonché sui territori del Canada e degli Stati Uniti.


Подробнее на: https://avia.pro/news/rossiya-perebrosila-k-granicam-nato-6-strategicheskih-bombardirovshchikov-tu-95-i-tu-160

11 Commenti
  • afrin
    Inserito alle 10:07h, 01 Ottobre Rispondi

    Prossimamente i sottomarini russi e cinesi al largo delle coste americane…questi pazzi devono tornare ad allevare mucche, sposare cugine e distillare whisky dietro casa…

    • Giorgio
      Inserito alle 12:59h, 01 Ottobre Rispondi

      Ottima prospettiva caro AFRIN !

  • antonio
    Inserito alle 11:53h, 01 Ottobre Rispondi

    san Giorgio il Vittorioso

  • EnriqueLosRoques
    Inserito alle 12:58h, 01 Ottobre Rispondi

    L’occidente psicopatico e satanista deve essere sconfitto. I popoli europei ed occidentali tacciono. Non si rendono conto del pericolo che ci stanno facendo correre i satanisti governanti europei ed americani.

  • Sando Kan
    Inserito alle 13:32h, 01 Ottobre Rispondi

    Grande commento di AFRIN.
    Da, da, da.

  • Andrea
    Inserito alle 15:24h, 01 Ottobre Rispondi

    Ocio che è in arrivo la purga, AJAJAJAJAJAJAJJJJJJJJJJJJ

    • Andrea1964
      Inserito alle 18:23h, 01 Ottobre Rispondi

      Ehi Gringo !
      Con l” arrivo dei Bombardieri Russi castigamatti la NATO Patapum !
      Ahi ahi ahi ahi !
      Scommetto che hai un pò copiato la vecchia pubblicità anni degli 80 della Renault ( mi sembra ) .

  • Mazzimiliam
    Inserito alle 15:26h, 01 Ottobre Rispondi

    Secondo me, la Russia deve aprire un fronte di guerra in Alaska / Canada e coinvolgere come e Iran immediatamente. Altrimenti per lei sarà la fine.

  • Monk
    Inserito alle 18:08h, 01 Ottobre Rispondi

    Intanto i cocainomani:
    La caduta di Lyman. 1 ottobre.
    https://twitter.com/Nikolai11449196/status/1576239265733742592
    Fonte russa, il primo che insinua cose strane creperà antro un’ora

  • Paolo
    Inserito alle 19:27h, 01 Ottobre Rispondi

    Quello che è successo a Lyman è preoccupante

  • Alberto
    Inserito alle 00:10h, 02 Ottobre Rispondi

    Quello che è successo a Lyman è solvatano la prova che i russi stanno perdendo questa guerra , dovevano aver già conquistato e sigillato i territori del Donbas mesi fa’ , invece stanno perdendo terreno , una situazione imbarazzante e inaccettabile . Hai voglia a dire che sono morti 100000 ucraini , sarà anche vero , ma la guerra non si vince con la conta dei caduti .

Inserisci un Commento