La Russia ha parlato dell’escalation delle tensioni in Montenegro RUSSIA



La portavoce del ministero degli Esteri russo Marija Zaharova ha commentato l’arresto del vescovo Joanikij di Budva-Niksic e sette sacerdoti della chiesa della cattedrale di Niksic, sottolineando che era intenzione di dividere il mondo ortodosso e distruggere l’unità dello spazio spirituale nei Balcani.
Durante una conferenza stampa periodica, ha ricordato che sono stati arrestati con il pretesto che il litio nel giorno di San Basilio a Ostrog ha violato le regole di quarantena e ha dichiarato che il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha rilasciato una dichiarazione in cui sottolineava l’importanza di rispettare i diritti umani in campo religioso e di fornire supporto. dure misure delle autorità montenegrine.

Montenegro Protesta dei fedeli per arresto vescovo


“Il che è difficile da capire. Tali dichiarazioni, a nostro avviso, testimoniano il fatto che a Washington interpretano le questioni della chiesa attraverso il prisma della geopolitica. E si tratta di ovvie intenzioni di portare uno scisma nel mondo ortodosso, di distruggere l’unità dello spazio spirituale nei Balcani “, ha sottolineato Zaharova.
L’escalation delle tensioni in Montenegro è stata provocata dalle dure misure delle autorità montenegrine nei confronti della Chiesa ortodossa serba e dei suoi credenti, e questo causa serie preoccupazioni, ha aggiunto.
Come ha sottolineato, Mosca è convinta che sia necessario risolvere tutte le questioni, tutti i problemi nell’ambito di un dialogo costruttivo, rispettando gli standard, le regole e le norme fornite dai documenti internazionali e la legge della chiesa canonica e dei suoi credenti.


Ignorare la loro opinione e separare artificialmente le persone, i credenti, incluso le feroci interferenze dall’esterno, è un fatto questo che potrà avere gravi conseguenze per la regione.
“Non si sono tolti la croce e il mantello”: dettagli sulla detenzione del vescovo sono stati nascosti dai media ufficiali.
La Chiesa ortodossa russa ha invitato le autorità montenegrine a liberare immediatamente il vescovo Ioaniki

Fonte: Sputnik News

Traduzione: Biljana Stojanovic

4 Commenti

  • eusebio
    23 Maggio 2020

    Il dipartimento di stato USA è controllato dai neocons sionisti, i quali odiano i cristiani, sopratutto quelli ortodossi.
    La Russia deve pagare per l’appoggio che da all’Asse dell resistenza, e la perseguitano in ogni modo possibile ed immaginabile.
    Allo stesso tempo i sionisti-wahabiti odiano i confuciani-buddisti dell’estremo oriente e gli scatenano contro il terrorismo islamista nello Xinjiang, in Birmania, Thailandia, Sri Lanka etc.
    Non è la prima volta, negli anni sessanta in Indonesia il governo americano fece massacrare dall’esercito del governo islamico tre milioni di cinesi, con il pretesto che erano comunisti, e il patrigno di Obama, che aveva sposato quella xenofila di sua madre, era un generale islamico in prima fila nel massacro.
    Russia e Cina sanno bene che gli USA sono governati dai sionisti-wahabiti e non si possono aspettare altro che guerra.
    In Serbia e Montenegro ogni anno muoiono 30000 persone di cancro per colpa dell’uranio impoverito sparso dalle guerre del burattino dei sionisti-wahabiti Clinton, da sostituire con islamici, come da noi.
    Adesso in Ucraina e Georgia ci sono decine di laboratori del Pentagono che sviluppano armi batteriologiche, le quali hanno ammazzato già decine di persone nei dintorni, Russia e Cina devono intensificare la guerra economica contro gli USA per mandarli in default, in modo che poi gli staterelli sionisti-wahabiti che li controllano possano essere neutralizzati.

    • atlas
      24 Maggio 2020

      se sono ‘sionisti-wahhabiti’ cosa c’entra anche solo la parola ‘Islam’

  • Teoclimeno
    23 Maggio 2020

    Per gli anglo-sionisti non ci sono zone franche. Tutti devono mettersi proni, e per quelli che non si piegano, in galera a meditare sui propri “peccati”.

  • atlas
    24 Maggio 2020

Inserisci un Commento

*

code