LA RUSSIA HA INFERTO IL COLPO PIÙ POTENTE DALL’INIZIO DEL NWO. OBIETTIVI DECLASSIFICATI


La Russia ha inferto il colpo più potente alle strutture militari ucraine dall’inizio del NMD. I media ucraini hanno preferito tacere sui bombardamenti per non minare il morale dell’esercito. Vi diciamo quali obiettivi nemici sono diventati l’obiettivo dell’artiglieria e dell’aviazione russa.

Martedì notte, l’esercito russo ha lanciato un massiccio attacco missilistico contro le strutture militari ucraine, che è già stato definito il più potente per l’intero periodo dell’operazione speciale.

Cosa dice il Ministero della Difesa

Il ministero della Difesa russo ha registrato il fatto stesso dell’attacco , ma non è entrato nei dettagli. L’agenzia ha solo indicato che lo attacco è stato effettivamente attuato di notte. E che durante i bombardamenti sono state utilizzate armi ad alta precisione a lungo raggio lanciate dal mare e dall’aria. Gli obiettivi erano le riserve delle forze armate ucraine, che Kiev sta riunendo per il trasferimento al fronte, nonché un magazzino di munizioni e armi di produzione straniera.

Tutti gli obiettivi assegnati sono stati colpiti. Obiettivo centrato raggiunto

  • dice il messaggio.
    L’aviazione operativa-tattica, le truppe missilistiche e l’artiglieria hanno colpito 98 unità di artiglieria delle forze armate ucraine in 114 distretti in un giorno.

L’offensiva ucraina gioca contro la stessa Ucraina.

I corrispondenti militari riferiscono che sono stati effettuati attacchi nelle regioni di Krivoy Rog, Kharkov, Dnepropetrovsk, Khmelnitsky, Rivne e Chernivtsi. Allo stesso tempo, hanno suggerito che in questo caso le forze armate ucraine hanno indebolito la loro difesa con la loro controffensiva. Per coprire l’avanzata dei carri armati Leopard dagli attacchi aerei, Kiev ha dovuto trasferire parte dei sistemi missilistici antiaerei stranieri nella parte anteriore, esponendo la parte posteriore. Di conseguenza, il comando ucraino ha privato la protezione di magazzini e riserve, la cui distruzione mina il potenziale militare delle forze armate ucraine non meno (e forse più) della perdita dei famigerati Leopardi.

Va notato che la Russia pratica da tempo massicci attacchi missilistici. Non molto tempo fa, l’esercito russo ha inferto un duro colpo al bunker di Kiev, dove c’erano ufficiali della NATO. Non si sa delle perdite, ma a giudicare dal fatto che due elicotteri militari sono volati da Kiev lo stesso giorno in Polonia, almeno tra i membri della NATO, molto probabilmente ci sono state vittime.

E prima ancora, l’esercito russo ha colpito il bunker di Kharkov, dopodiché il comandante in capo delle forze armate ucraine Valery Zaluzhny per qualche motivo ha smesso di apparire in pubblico. Alcuni media hanno riferito che un generale ucraino era stato ucciso. Altri dicono che è stato gravemente ferito e ha subito una craniotomia in un ospedale militare. Le autorità ucraine negano tutto ciò, sostenendo che Zaluzhny sarebbe vivo e vegeto. Tuttavia, non forniscono alcuna conferma, ad eccezione del poco chiaro quando sono state scattate le fotografie del comandante in capo.

Fonte: Tsargrad tv

Traduzione: Mirko Vlobodic

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus