La Russia ha distrutto una base con mercenari occidentali in Siria

L’aviazione delle forze aerospaziali russe ha distrutto una base mercenaria occidentale in Siria.

L’esercito russo è riuscito a localizzare una base mercenaria occidentale nella Siria nordoccidentale, che si ritiene abbia addestrato jihadisti locali. Dopo che l’intera infrastruttura della base è stata individuata e studiata, sono stati inflitti potenti attacchi aerei delle forze aerospaziali russe su tale base, a seguito dei quali è stata distrutta la struttura con i gruppi armati illegali che si trovavano sul posto.
Nel filmato presentato, puoi vedere il momento in cui gli aerei militari russi stavano eseguendo l’attacco. Secondo i media russi, a seguito di un attacco con bombe FAB-500 nelle vicinanze del villaggio del Benin, sono stati distrutti anche un ripetitore e un gruppo di mercenari stranier .


Secondo alcuni rapporti, si tratta principalmente di mercenari turchi, tuttavia, in precedenza nelle stesse aree della Siria, sono stati notati anche rappresentanti di compagnie militari private di diversi stati europei.

Al momento, il comando delle forze aerospaziali russe in Siria non ha fatto commenti in merito, tuttavia, l’esercito russo ha attivamente colpito i miliziani dall’inizio di quest’anno e, grazie all’aiuto delle Forze aerospaziali russe, le forze siriane riescono gradualmente a riprendere il controllo della parte meridionale della provincia di Idlib, ancora sotto occupazione terroristica grazie all’appoggio che i terroristi hanno ricevuto da USA, GB e Turchia.

Aerei Forze Aerospaziali russe

Fonti: https://avia.pro/news/rossiya-unichtozhila-v-sirii-bazu-s-zapadnymi-nayomnikami
South Front https://southfront.org/russian-warplanes-hammer-militant-positions-in-southern-western-idlib-photos-videos/

Traduzione: L.Lago

9 Commenti
  • Eugenio Orso
    Inserito alle 09:24h, 21 Marzo Rispondi

    Il successo degli interventi russi dipende, a mio avviso, dalla quantità e dalla contiunità di rifornimenti che i terroristi e i mercenari ricevono dagli usnato e dal boia erdogan in quella porzione della Siria, mentre altri parti, nel nord del paese, sono occupate dai turcoidi di erdogan (e quindi dalla nato!).
    Se i rifornimenti, in termini di armi, munizioni e mercenari “freschi”, sono tali da colmare i vuoti e, anzi, incrementare le forze di occupazione illegale della Siria, i successi russi saranno temporanei, altrimenti, come sembra, anche se per “piccoli passi” in avanti, i successi russi saranno paganti …
    Non trovo analisi su questi flussi, in rete, ma probabilmente non so cercare …

    Cari saluti

    • atlas
      Inserito alle 10:48h, 21 Marzo Rispondi

      praticamente Russia e Siria stanno conducendo contro la nato e i giudei che occupano la Palestina una guerra diretta ed aperta … ci salveranno dal terrore del ‘covid’ democratico. Anche in Crimea

      atomiche a tutta forza, 55 anni di prova su questa terra bastano

  • Riccardo
    Inserito alle 11:54h, 21 Marzo Rispondi

    Concordo, gli Stati canaglia sono USA, GB in primis seguito dai giudei bastardi che continuano ad occupare nuovo territori nella West Bank . La Russia deve armare anche l’Iran, costi quel che costi e non devono piegarsi agli yankee ignoranti e guerra fondai. Tutto il male in Medio Oriente nasce dalle loro mire imperialiste che servono ad arricchire il loro sistema economico criminale basato sul consumismo e individualismo. Modelli di cultura e società malate e corrotte dove i valori umani non contano più niente.

  • mario
    Inserito alle 12:24h, 21 Marzo Rispondi

    la russia unico balurdo contro il terrorismo ebreo inglese americano……………………………w russia w cina

  • eusebio
    Inserito alle 18:35h, 21 Marzo Rispondi

    Strano, negli ultimi tempi i rapporti tra Russia e Turchia erano abbastanza buoni, i russi stanno costruendo una centrale nucleare in Turchia ad Akkuyu, sulla costa meridionale, sembra che stiano per vendere un secondo lotto di S-400 ai turchi e si parla anche di vendere ad Erdogan Sukhoi 35 e 57, al posto degli scalcagnati F-35 USA.
    Vero che per i motori degli elicotteri pesanti da attacco Attak (non hanno una grande fantasia) si sono rivolti agli ucraini di Motor Sich, ma la società fino a poche settimane fa prima di essere nazionalizzata era al 75% cinese,.
    I turchi si stanno riarmando e si stanno riarmando con armi russe e forse pure cinesi, in modo che se dovessero vedersela con i sionisti avrebbero una netta superiorità.

    • atlas
      Inserito alle 09:16h, 22 Marzo Rispondi

      analisi cacastrocomenica questa volta: la fratellanza salafita che ha preso potere nella Turchia di merdogan è filogiudeoanglosassone al 1000%

  • Giorgio
    Inserito alle 18:45h, 21 Marzo Rispondi

    Farò salti di gioia se vedrò turchi e sionisti distruggersi a vicenda ……

    • Niko
      Inserito alle 21:32h, 21 Marzo Rispondi

      😉 anch’io

  • Teoclimeno
    Inserito alle 03:27h, 22 Marzo Rispondi

    Passo dopo passo, senza esagerare, per non allarmare gli USrahell, la riconquista della Siria procede senza soste. La morsa si sta stringendo lentamente, ma inesorabilmente. L’aria sta diventando sempre più cattiva per i mercenari al soldo degli USrahell. Fare il mercenario sta diventando sempre di più un mestiere molto precario: un mestiere tombale.

Inserisci un Commento