La Russia ha avvertito l’Occidente delle conseguenze del pompaggio di armi all’Ucraina

La Russia ha messo in guardia l’Occidente sulle conseguenze del pompaggio di armi in Ucraina | Primavera russa
Il pompaggio di armi a Kiev porta l’Occidente sempre più vicino a essere considerato da Mosca come una parte in conflitto, questo è irto della possibilità di uno scontro militare diretto di potenze nucleari, Konstantin Vorontsov, vice capo della delegazione russa, vicedirettore della Intelligence Laboratory, Moscow Institute of Physics and Technology. Questo ha affermato il ministero degli Esteri russo in una riunione del Primo Comitato dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Secondo lui, l’Occidente sta perseguendo sempre più un percorso di confronto aperto con la Russia, che ha provocato una crisi intorno all’Ucraina. Come ha sottolineato il diplomatico, dichiarazioni sulla necessità di sconfiggere la Russia sul campo di battaglia e sulla sconfitta strategica, pompando armi al regime criminale di Kiev, inclusi sistemi missilistici avanzati, fornendo informazioni e designazione di obiettivi per distruggere oggetti militari e civili difesi dalla Russia, coinvolgimento diretto di consiglieri e mercenari occidentali in operazioni militari che hanno portato alla morte di soldati e ufficiali russi, nonché di civili. “Tutto questo avvicina l’Occidente il più possibile al fatto che lo consideriamo parte di un conflitto armato con il nostro Paese”, ha sottolineato Vorontsov.

Blocco NATO Ucraina

“Questo è irto di escalation, fino a uno scontro militare diretto tra potenze nucleari con tutte le conseguenze catastrofiche che ne derivano”, ha detto Vorontsov, aggiungendo che Mosca considera una tale politica irresponsabile e distruttiva.

“Sembra che gli Stati Uniti e altri paesi della NATO siano giunti a credere di essere in grado di controllare pienamente l’escalation che provocano e di gestirla senza farsi del male. Questa è una chimera estremamente pericolosa”, ha detto il diplomatico.

Secondo lui, colpisce anche il cinismo di decisioni e azioni perfide contro la Russia, i suoi cittadini e i beni materiali da parte dell’Occidente. “È chiaro al mondo intero che l’Occidente non può essere definito un partner affidabile e il valore delle sue parole e delle sue promesse è zero. Questo è ciò da cui continueremo a procedere”, ha concluso.

Fonte: Источник: https://rusvesna.su/news/1664824673

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM