La Russia ha avvertito gli Stati Uniti che qualsiasi caccia F-16 che sorvolerà l’Ucraina sarà considerato un portatore di armi nucleari.


La Russia percepirà qualsiasi caccia F-16 che apparirà in Ucraina come un portatore di armi nucleari. Lo ha affermato il ministero degli Esteri russo.

Il ministero degli Esteri russo ha avvertito gli Stati Uniti che i caccia americani F-16 sono una piattaforma a duplice uso in grado di trasportare armi nucleari, quindi, indipendentemente dalla configurazione in cui verranno trasferiti a Kiev, la Russia li considererà portatori di armi nucleari. L’apparizione di questi aerei nei cieli dell’Ucraina sarà considerata una deliberata provocazione da parte degli Stati Uniti e della NATO.

(…) non possiamo ignorare il fatto che questi velivoli appartengono a piattaforme a doppia attrezzatura: non nucleare e nucleare. (…) Indipendentemente dalla specifica modifica con cui verranno forniti questi aerei, li percepiremo come portatori di armi nucleari e considereremo questo passo degli Stati Uniti e della NATO come una provocazione mirata.

  • ha detto in una nota.

Missili russi in Crimea

In precedenza, Kiev aveva dichiarato che i primi caccia F-16 potrebbero essere trasferiti in Ucraina nel prossimo futuro, ma il grosso degli aerei è previsto entro la fine dell’anno. Gli aerei saranno forniti da Danimarca, Paesi Bassi e Norvegia. Dovrebbero essere ubicati negli aeroporti dell’Ucraina occidentale, dove si stanno preparando le infrastrutture necessarie.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

15 commenti su “La Russia ha avvertito gli Stati Uniti che qualsiasi caccia F-16 che sorvolerà l’Ucraina sarà considerato un portatore di armi nucleari.

  1. Basta abbatterli oppure distruggerli appena arrivano.
    Bombardare in maniera massiccia gli aereoporti Ukraini, poi vedremo da dove partono!

  2. Ho ascoltato un dibattito in video fra Nicolai Lilin e un analista militare italiano il quale afferma che un allargamento del conflitto ad alcuni paesi-colonie della nato andrebbe paradossalmente a vantaggio dei russi, perché così potrebbero colpire i paesi-colonia (ad esempio polonia e nanetti baltici) dai quali partono gli “aiuti” in termini di sistemi d’arma e munizionamento destinati agli ukronazi, mentre ora questi sono dei “santuari”, quindi non possono essere colpiti.

    Cari saluti

  3. Credo che Putin si sia rotto le palle, ha fatto chiamare gli ambasciatori di Francia e Inghilterra al ministero degli esteri, sono usciti che sembrano dei cani bastonati, Macron si è sbrigato a dire che la Francia non è in guerra con la Russia e che non ci sono militari francesi in ucraina, credo che anche gli inglesi si metteranno la coda fra le gambe, se non vogliono finire sott’acqua,ora questo articolo conferma che si fa sul serio , fine dei giochi gli Usa se la sbrighino da soli, ci sono i cinesi che li aspettano al varco

    1. Ci sono gli ex legionari del terzo reggimento della legione straniera (se non erro), ma con divise ukronazi, “volontari” che i russi hanno già cominciato a eliminare, con la loro solita professionalità, ma sappiamo che per coprire gli enormi vuoti lasciati dalle perdite ukronazi (“losses”, compresi i mutilati) ci vorrebbero almeno 100.000 unità, se non di più, tutti “volontari” provenienti dagli eserciti nato ma con divise ukronazi e non nato, cosa che non è nemmeno pensabile … Se l’esercito italiano ormai ridotto all’osso ha poco più di 90.000 unità, quante ne dovrebbe mandare in ukraina “sotto mentite spoglie” e quanti sacchi neri tornerebbero indietro?

      Cari saluti

      1. Esattamente Eugenio, i conti non tornano. Per questo motivo ritengo un conflitto russo europeo aperto altamente improbabile. Neanche schierando i loro interi effettivi , gl’ europoidi sionisti, avrebbero chances di battere la Russia. Si tratta di circa 500 mila uomini al massimo, lasciando la difesa nazionale a riserve coscritte non esercitate. Senza garanzie di vittoria, ma solo di distruzione. Ecco perché ritengo che gl’ arroganti nazisti EU non entreranno in conflitto aperto con Mosca, ma si limiteranno al conflitto ibrido. Armando gl’ ucraini e mandandoli a morire, con sostegno di qualche reparto speciale mercenario al massimo. Saluti

  4. L’ Ucraina non possiederà mai un numero di bombardieri, e piloti di, tale da impensierire la Russia. Verranno abbattuti. Nel caso che venissero usati f16 Nato da basi atlantiche dai confini Ucraini, lo Zar ha disposto la distruzione di tali basi. Ed è ciò che avverrà, significa scontro totale? Ni. Lo ribadisco non abbiamo le risorse economiche per sostenere, nella Nato, uno scontro aperto contro russi e cinesi.

  5. Gli F16 sono aeroplani progettati per le portaerei: la presa d’aria ubicata nella parte inferiore del velivolo suggerisce la necessità di una pista di decollo e atterraggio pulitissima. Eventuali detriti o polveri sarebbero aspirati dalla turbina ed andrebbero a danneggiare il reattore. Non ritengo che le piste di volo dell’Ucraina siano sufficientemente linde da permettere l’utilizzo di tali aeroplani, ma non si sa mai.
    I caccia russi Mig 23 e 25 hanno, invece, le prese d’aria poste sui lati del mezzo, molto più in alto rispetto a quelle dell’ F16.
    Eventuali detriti metallici sulle piste destinate agli F16 farebbero il loro “sporco lavoro” mettendo questi velivoli fuori uso fin dal decollo.

    1. Azzeccatissima annotazione Hector. F16 ma anche gl’ f18 Hornet presentano tale problema. Senza considerare che molte piste ucro ormai sono fuori uso. Potrebbero però usare le basi baltiche, polacche o rumene. Ed i veivoli e personale Nato, ma dubito che arrivino a tanto. Se lo faranno Mosca reagira’ adeguatamente. Saluti

  6. La Russia deve dare un segno ai primi f16 che voleranno in Ucraina … la risposta dovrà essere un missile tattico nucleare di bassa potenza in un area tipo nikolaev / Odessa al fine di far capire che sono pronti ad una guerra nucleare contro gli USA … l’obbiettivo per me dovrà essere 100 missili nucleari su USA e Canada … come si dice il serpente bisogna schiacciarlo alla testa. Infine le elezioni in Europa diranno il tasso di intelligenza degli Europei, nel caso di vittoria dei guerrafondai posso solo augurare tante atomiche sull’Europa come coriandoli di Carnevale.

  7. Io non riesco a capire perche’ Crosetto continua a ripetere : se Putin arriva a Kiev , non si fermera’ ! Ma che certezze ha Crosetto , ha delle informazioni precise in merito o sono solo affermazioni gratuite tanto per spaventare le masse popolari , le quali sa benissimo il sig. Crosetto che non se la bevono piu’ la barzelletta della Russia aggressora , ed e’ contro il proseguimento di questa guerra . Ovviamente se Putin continuera’ ad essere provocato da gente come Macron e Cameron i quali alzano continuamente il tiro e latensione , le conseguenze potrebbero essere molto spiacevoli . Ma su questo Crosetto dovrebbe convincere i due bulli sopracitati di darsi una calmata , e’ da loro che arrivano i reali pericoli e non da Putin , il quale non ha nessun interesse di arrivare a Kiev e se eventualmente accadesse , non avrebbe nessuna intenzione di restarci .

    1. È una messinscena, un artificio, per spaventarci e farci accettare l’acquisto di armamenti a scapito di beni e servizi sociali necessari per gli italiani.
      Chi comanda è il profitto dei capitalisti-maiali e anche l’egoismo dei politici-maiali che vedono nella distruzione di uno stato l’affare della sua ricostruzione.
      A questi maiali non gliene frega nulla delle vite umane.

  8. Come si può pensare che 4 F16 possano cambiare le sorti di una guerra con la seconda potenza aeronautica del mondo, più di 5000 velivoli dei quali la maggior parte molto più avanzate tecnologicamente degli anacronistici F16

  9. Le forze armate russe hanno abbattuto un f35 israeliano che trasportava una bomba nucleare destinata all Iran, quindi non avranno difficoltà a abbattere aerei molto più vecchi come gli f16

  10. in UE ai governi ci sono escort uomini e donne di infimo livello miserabili che vendono nazioni intere per una villetta barbonesca con piscinetta latrina … pagati dai Gangsters Roc Rot zaion kahzar

  11. Gli F16 non sono mai stati sulle portaerei. Il prototipo del F16 ha partecipato alla gara per la fornitura di aerei per la m US Navy, vinta poi dal F18, che ha 2 motori, mentre F16 uno. Dopo qualche anno con qualche modifica ha partecipato alla gara (poi vinta), per la fornitura di un caccia leggero al USAF.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM