APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

La Russia fornirà gli S-300 alla Siria entro 2 settimane. Lo spazio aereo siriano sarà blindato

Entro due settimane la Russia completerà la consegna a Damasco di un sistema di difesa aerea S-300 precedentemente sospeso su richiesta di Israele come risposta alla caduta di un aereo russo in un raid aereo israeliano in Siria.
La Russia fornirà le armi alla forza di difesa siriana come parte della risposta all’abbattimento di un aereo russo Il-20 mel corso di un raid aereo israeliano sul territorio siriano, ha annunciato il ministero della Difesa russo.

Mosca ha accusato Israele di non aver informato la Russia del suo imminente attacco agli obiettivi in ​​Siria, che ha provocato un abbattimento dell’aereo russo da guerra elettronica da parte del fuoco di antiaerea siriano. Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato al ministero della Difesa di prendere le misure di potenziamento in risposta all’incidente, ha dichiarato il ministero in una dichiarazione lunedì.


Probabilmente, la cosa più preoccupante per Israele sarà la consegna in Siria di un sistema antiaereo S-300, che aumenterà le capacità della Siria di bloccare a Israele l’accesso al suo spazio aereo. Il sistema è stato acquistato da Damasco diversi anni fa, ma mai consegnato.

“Nel 2013, su richiesta di parte israeliana, avevamo sospeso la consegna in Siria del sistema S-300, che era pronto per essere inviato con i suoi equipaggi siriani addestrati a usarlo”, si legge nella dichiarazione.

“La situazione è cambiata, e non a causa della nostra colpa.”

L’S-300 è un sistema relativamente moderno in grado di coinvolgere obiettivi fino a 250 km. Gli attuali sistemi antiaerei della Siria sono modelli più vecchi che non impediscono a Israele di attaccare obiettivi sul territorio siriano.

L’esercito russo fornirà anche migliori sistemi di controllo alle truppe di difesa aerea siriana, “che vengono fornite solo alle forze armate russe”, ha spiegato il capo della difesa Sergei Shoigu. Ciò consentirà l’integrazione delle risorse militari siriane e russe, consentendo alle forze siriane di disporre di informazioni più mirate. “La cosa più importante è che quaesto ssicurerà l’identificazione degli aerei russi da parte delle forze di difesa aerea siriane”. Potenzialmente questo potrebbe anche esporre gli aerei israeliani monitorati dalle stazioni radar russe al fuoco siriano.

La terza misura annunciata dal ministero della Difesa russo è una coperta di contromisure elettroniche sulla costa siriana, che “sopprimono la navigazione satellitare, i sistemi radar a bordo e le comunicazioni di aerei da guerra che attaccano obiettivi sul territorio siriano”.

Shoigu ha detto che le misure hanno lo scopo di “raffreddare” le teste calde e prevenire azioni mal giudicate che rappresentano un rischio per i nostri membri del servizio. ” Ha aggiunto che se un tale sviluppo non si concretizza, l’esercito russo ” agirà in accordo con la situazione “.

La scorsa settimana un aereo russo Il-20 con 15 persone a bordo è stato abbattuto da un missile siriano antiaereo sul Mar Mediterraneo al largo della costa del governatorato di Latakia. I siriani hanno sparato in risposta a un raid aereo israeliano sul loro territorio.

Nota: Grande preoccupazione e sconcerto da parte delle autorità di Israele. La decisione di Mosca renderà molto difficile, per non dire impossibile,  per l’aviazione di Israele scorazzare a proprio piacimento sui cieli della Siria per appoggiare le operazioni dei terroristi e per colpire obiettivi delle forze siriane sul territorio del paese arabo.

Nonostante le spiegazioni fornite dal capo delle forze aeree israeliane, con rapporti falsificati, i russi non si sono lasciati convincere e procedono a blindare i cieli della Siria.

Fonte: RT News

Traduzione e nota: Luciano Lago

*

code

  1. Fabio Franceschini 4 settimane fa

    Bene speriamo sia davvero così.la scusa di dotare di mezzi e sistemi con capacità iff è difficile da controbattere da Israele anche ,e forse sopratutto, nel caso (improbabile) che israele abbia ragione nell’indicare tutte le responsabilità nella “incapacità”siriana.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mosca tze tze 4 settimane fa

      Non è che la capacita siriana brilli x capacita ed eficenza
      Se non ci fossero i russi a guidarli e rifornirli sarebbero ancora alla fionda.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Farouq 4 settimane fa

        Lo stesso vale per i sionisti, armati gratuitamente da mezzo mondo, senza questi aiuti non sarebbero mai sbarcati in Palestina

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Christian 4 settimane fa

        Guarda che hai sbagliato posto, perchè di solito le mosche stanno sulla merda.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. lister 4 settimane fa

        “che la Siria di Assad fosse uno dei paesi più avanzati del Medio Oriente, uno dei pochi con una classe media intraprendente e benestante, con servizi sociali all’avanguardia per gli standard della regione, è cosa risaputa”
        Parole di Padre Daniel Maes, belga, che dal 2010 opera nell’antico monastero di Mar Yakub a Qara, a 90 km a nord di Damasco.

        Invece una mosca merdaiola si permette di giudicare senza cognizione di causa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Manente 4 settimane fa

    Bene, una decisione che ristabilisce il Diritto fondamentale di una Nazione di difendersi dalle aggressioni criminali degli stati canaglia massonico-sionisti che nella neo-lingua della entità pidiota e della “libera stampa appecoronata” vengono definite “guerre per la esportazione della democrazia” !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mardunolbo 4 settimane fa

    Vuoi vedere che si avvera la profezia del monaco Paisios, in cui la Russia entrerà in forze nel Mediterraneo e devasterà Israele fino a Gerusalemme ?Nel contempo la Turchia ridotta a zero ?
    Grandi avvenimenti stiamo vivendo ! La caparbietà giudea è risaputa ed i Romani la spezzarono senza pietà. E’ molto probabile, quindi che cercheranno ogni astuzia per continuare a rompere le balle alla Siria, finchè la pazienza non sarà colmata.
    Giustiniano, imperatore cristiano, per primo introdusse “leggi razziali” nell’impero, conoscendo la perfidia nel corrompere i giovani fin nelle scuole…
    Ora il novello impero , erede degli zar cristiani, comincia a muoversi per fermare l’aggressività e la caparbietà dei soliti “eletti” ,ora seguaci di Satana.
    Ben venga la fine delle incursioni sopra il suolo siriano difeso con costanza encomiabile dai soldati per sette anni di guerra !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. MONDO FALSO 4 settimane fa

    ottimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Anonimo 4 settimane fa

    Gli ebrei sono nel panico. Adesso non potranno più fare i loro porci comodi e gli toccherà comportarsi da bravi giudei. Poveri giudei…come ci dispiace…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Farouq 4 settimane fa

    Si sono dimenticati tutti che nei cieli siriani non volano solo aerei israeliani ma anche americani, inglesi ecc.. cosa faranno gli S300 con questi aggressori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. michele 4 settimane fa

      farouq…..non faranno niente come al solito…….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 3 settimane fa

        non ti chiederei mai dei numeri da giocare però (non offenderti, scrivo per dire, mai giocato in vita mia); mi dai la sensazione che non porti molta fortuna ‘Michele’ e non vorrei sbagliarmi. Donne ne hai ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. amadeus 4 settimane fa

    E no, troppo comodo, se la musica cambia vale per tutti !

    Rispondi Mi piace Non mi piace