LA RUSSIA FIRMA ACCORDO STORICO CON GLI STATI DEL MAR CASPIO

di Andrew Korybko

Con una mossa monumentale, la Russia ha appena chiuso un accordo con i suoi vicini affacciati sul Mar Caspio per delineare i contesi confini marittimi. ( 5 Caspian Sea nations hammer out resources-sharing deal in Russia  ).
Questa mossa ha un enorme significato geopolitico, e tra i risultati principali possiamo annoverare:

-La leadership russa: la Russia ha dimostrato di saper guidare un gruppo regionale di attori diversi verso un’intesa che nemmeno l’ONU e la sua Convenzione sul Diritto Marittimo era riuscita ad ottenere dopo oltre 20 anni (e per la quale Azerbaijan e Iran erano quasi entrati in guerra nel 2001).

-L’inclusione russa: l’accordo dimostra che è falsa la storia secondo cui l’Occidente ha “isolato” la Russia, perché essa è chiaramente egemone nel Mar Caspio e di conseguenza esercita una forte influenza su quella che si prevede essere una delle maggiori regioni energetiche mondiali non ancora sfruttate.
-L’apertura verso l’Iran: tutti i paesi coinvolti stanno dimostrando di voler cooperare e interagire a riguardo con l’Iran, non solo aprendo la strada per una futura collaborazione in altri ambiti, ma anche mostrando chiaramente all’Iran che non è isolato.
-Un piano di riserva per Teheran: se le trattative nucleari di novembre dovessero fallire e l’Occidente ri-imporre le sanzioni, l’Iran ora ha l’opzione di accordarsi con l’Unione Eurasiatica (Russia e Kazakistan) e con gli altri stati affacciati sul Mar Caspio.

caspian_geopolitical_map
-Il pianto dell’UE: l’idea discussa da tempo di un gasdotto turkmeno-azero sotto il Mar Caspio è ora stata accelerata, visto che il mare interno oltre i confini marittimi di ogni stato verrà sviluppato congiuntamente. Ciò significa che il gas turkmeno (che è tra le prime 5 riserve mondiali) non raggiungerà mai il mercato europeo senza l’approvazione di Russia e Iran, che è estremamente improbabile.

La cosa più sorprendente è che tutto ciò all’Occidente sembra saltato fuori dal nulla. A dimostrazione che la Russia sa pianificare e raggiungere importanti risultati geopolitici degni di un grande attore globale, nonostante tale riconoscimento le venga negato dai suoi “partner” occidentali.

Fonte: Russia-insider.com
Traduzione: Anacronista

Inserisci un Commento

*

code