La Russia fattore di stabilità nello scenario internazionale

Di Alexander Rogers

Ancora una volta il mondo è diviso in due poli: non più capitalista e comunista, ma basato su un nuovo principio. Gli Stati Uniti sono stati a lungo un polo di instabilità che genera guerre, invasioni e rovesciamento dei governi. Durante questo periodo, la Russia è diventata gradualmente un polo di stabilità che impedisce tali guerre e il rovesciamento dei  governi. Qui l’opposizione è tra la stabilità e il conflitto. 

Se c’è azione (distruttiva nel caso degli americani / democrazie), c’è una reazione. La dialettica, è questa,signore!

Pertanto, poiché l’instabilità è stata a lungo la principale risorsa di esportazione degli Stati Uniti, la Russia ha iniziato a esportare stabilità.

Questo è stato chiaramente visto nel caso della Siria, dove gli Stati Uniti hanno creato il califfato islamico per distruggere Iraq e Siria, ma la Russia ha aiutato Assad a sconfiggerlo, ripristinando così la speranza di pace e ricostruzione nella regione.

Poi la Russia ha salvato Erdogan, impedendo la realizzazione di un rovesciamento del governo in Turchia che era stato organizzato dagli americani. (La Turchia era uno stretto alleato degli Stati Uniti e uno dei membri più potenti della NATO; a quanto pare questo non la protegge dalle macchinazioni di Washington).

Successivamente, la Russia ha aiutato Maduro a prevenire il rovesciamento del governo in Venezuela, e non solo molteplici tentativi di rovesciamento del governo, compresi quelli che includevano mercenari americani, ma anche un’invasione militare a cui Washington si stava probabilmente preparando. E questo si aggiunge ai vari “bombardamenti umanitari (bombe a tappeto)” e ai tentativi di avviare un conflitto armato tra Colombia e Venezuela.

La Russia finora non è riuscita a fermare il furto di milioni di dollari dai conti venezuelani destinati all’acquisto di droga (secondo Washington). Gli anglosassoni “umanitari” non perdono mai un’opportunità per rubare soldi e / o promuovere il genocidio, e questa è stata un’opportunità per fare entrambe le cose. Quindi non potevano trattenersi.

Allo stesso modo, la Russia sta lavorando senza intoppi e in silenzio per stabilizzare la situazione nella Repubblica Centrafricana, Mali e altri paesi africani nei quali  anche gli americani sono riusciti a inserire i loro proxy, mercenari di Al-Qaeda e altri di Al-Nusra, come hanno fatto in altri paesi del Medio Oriente..

Polizia Militare russa in Russia

E proprio ora, la Russia sta aiutando Lukashenko a preservare la stabilità nel paese fratello della Bielorussia, che viene destabilizzato secondo la metodologia occidentale [delle cosiddette rivoluzioni colorate]. Tipicamente, la Russia sembra pronta per il successo.

Quindi, una zona di stabilità si forma intorno alla Russia (in termini geopolitici piuttosto che geografici, poiché la Russia esporta stabilità anche negli angoli più remoti del mondo). I paesi che non vogliono sprofondare nel caos sanguinoso delle guerre civili ne sono sempre più attratti.

Al polo opposto si trovano gli Stati Uniti d’America, dove la gente ha dimenticato l’omelia dell’Antico Testamento “quelli che seminano vento raccoglieranno la tempesta” [ Osea 8: 7].

Gli americani raccoglieranno presto ciò che hanno seminato.

Fonte: Le Saker Frankophone

Traduzione: Gerard Trousson

12 Commenti

  • atlas
    3 Settembre 2020

    che la Russia abbia evitata la capitolazione di merdogan organizzata dagli ameri cani è tutto da discutere (chi lo afferma lo pensa solo o ha le prove (?)

    • atlas
      3 Settembre 2020

      di fatto c’è solo che merdogan ha disarticolato ed epurato personale della p.a., militare e di polizia a lui ostile. Cosa che ufficiosamente in ambito nato si può fare, ma ufficialmente no, perchè si è ‘democratici’ …

  • Farouq
    3 Settembre 2020

    Il medio oriente sarebbe molto più tranquillo senza il turco eunuco privo delle ghiandole genitali

  • atlas
    4 Settembre 2020

    Bergoglio ingiunge ai cristiani di accogliere sempre più immigranti, senza limiti, con totale “accoglienza” e carità – Ebbene: “Con un comunicato ufficiale, firmato da ben 28 diverse obbedienze (tra cui ben 8 francesi ed una italiana, la Gran Loggia d’Italia), i massoni richiamano i governi europei ad accogliere gli immigrati, anzi ad accoglierne sempre di più. Dimostrando così una convergenza d’intenti con pochi precedenti non solo tra loro, ma anche rispetto alle nuove strategie seguite dagli Stati membri “ (Corrispondenza Romana, 11 settembre)

    https://www.maurizioblondet.it/fusaro-lapertura-di-ratzinger-a-putin-e-la-sua-cacciata/

  • eusebio
    4 Settembre 2020

    La Russia in questo momento è oggetto di un attacco diretto al suo presidente, ma non è la prima volta, inoltre viene continuamente, come la Cina, minacciata da sconfinamenti di aerei NATO da tutte le parti, coperte dall’aviazione russa.
    La Cina possiede la maggiore aviazione del globo, e anche quella russa in Siria ha dimostrato cosa sa fare, mentre gli USA non hanno quasi più bombardieri strategici, gli sono rimasti una decina di usurati B1 e B2 e i vetusti B52, mentre gli F35 hanno talmente tanti difetti che li fanno volare il meno possibile.
    Difatti fanno ricorso agli alleati, mentre per destabilizzarci gli anglosionisti ci fanno invadere dagli afroislamici per accogliere nell’immediato futuro i petromonarchi loro alleati economicamente falliti in fuga da un golfo persico dove le temperature sfiorano i 50-60 gradi mandano i caccia italiani in Islanda e Lituania, zone vitali per il nostro paese.
    Chiaro che gli anglosionisti stanno usando le residue forze economiche e militari dell’occidente per punire talmudicamente Russia e Cina dell’appoggio a Siria e Iran, la fine della sgonfiata entità sionista è imminente, gli USA sono tecnicamente in bancarotta, nei prossimi mesi il dollaro dovrebbe crollare del 30-40% rispetto all’euro, ormai i pennivendoli sionisti si aggrappano a tutto, secondo loro Navalny è un idolo dei giovani russi ed ora è un martire della democrazia, mentre in realtà non lo conosce nessuno, e in Cina sempre secondo loro le numerose etnie non Han come uiguri e mongoli, che in realtà sono tra i 6 e i 10 milioni contro il 95% di Han, starebbero per ribellarsi e scatenare violente rivolte.
    Mentre invece la Cina dopo aver riassorbito Hong Kong si prepara a fare lo stesso con Taiwan e la sua avanzata industria IT.

    • Monk
      4 Settembre 2020

      Non sottovaluterei le forze in campo americane, tra i miei innumerevoli difetti ne ho uno che mi rende odioso: pratico modellismo statico militare da quaranta anni il che mi rende alla pari di altri modellisti assai competente e ti assicuro che ‘vetusti’, f-35 ciucchi, hanno solo b1 o b2 sono leggende metropolitane, eviterei di sottovalutarli. Molti credono che abbiano ancora operativo l’Hummer o che l’Abrams M1 attuale sia quello della prima guerra del golfo…attenzione

      • atlas
        4 Settembre 2020

        nessuno le sottovaluta

        però ” l’accerchiamento ” non regge più

        se la Cina impegna (e pesantemente) gli usa da un lato, contemporaneamente la Russia attaccherà dall’altro

        e poi c’è la Corea del nord, l’Iran … per gli ameri cani non sarà facile

        • Monk
          4 Settembre 2020

          Sono solo chiacchiere, non le tue, ma nessuno farà un cazzo, se giochiamo a Risiko avremmo più soddisfazione, credimi, sono tutti d’accordo e si cagano sotto di eventuali guerre nucleari o non abbiamo bene in mente cosa voglia dire un’esplosione nucleare, sai, molte volte ne parliamo come se avesse lo stesso effetto di un mortaretto. al contrario dei potenti che conoscono la devastazione di un ordigno del genere

  • Idea3online
    4 Settembre 2020

    nessuno le sottovaluta

    però ” l’accerchiamento ” non regge più

    se la Cina impegna (e pesantemente) gli usa da un lato, contemporaneamente la Russia attaccherà dall’altro

    e poi c’è la Corea del nord, l’Iran … per gli americani non sarà facile

    Ecco spiegato tutto, gli USA, sono i più forti, ma non tanto forti da poter applicare il NWO unipolare. Resteranno i più forti, ma molto meno potenti dopo la caduta del muro di Berlino. Gli USA se volessero potrebbero aggredire la Russia e la Cina, ma subirebbe perdite così elevate, ma tanto elevate, tali che gli USA temono la Russia più della Cina. Lo Zio Sam, non è Dio, è uomo, ma vorrà porsi in alto come Dio, ma la Russia è katéchon, ed i Kittim suoi alleati. A meno che gli USA non spediscano nello spazio tramite una navicella spaziale un carico di oro e dollari e metalli preziosi a Dio, supplicandolo di modificare la Profezia a favore di Babilonia.

    • atlas
      4 Settembre 2020

      guarda che i miei commenti non sono da scolpire nel tempo, non sono nè la Bibbia nè il Corano

      ma cercano quanto meno di essere un minimo reali, concreti e, possibilmente utili

      ” Lo Zio Sam, non è Dio, è uomo, ma vorrà porsi in alto come Dio, ma la Russia è katéchon, ed i Kittim suoi alleati. A meno che gli USA non spediscano nello spazio tramite una navicella spaziale un carico di oro e dollari e metalli preziosi a Dio, supplicandolo di modificare la Profezia a favore di Babilonia. ”

      eri andato così bene in precedenza poi non so, tutto a un tratto ti è arrivato uno sbalzo di temperatura…è pericoloso così. Io ho mangiato. E quì ci vuole l’alcaseltzer, se no, come si fa a digerire

      • Idea3online
        4 Settembre 2020

        Simpaticissimo, oggi sei di buon umore. Meglio così.

        • atlas
          5 Settembre 2020

          mah, in genere lo sono sempre (ho la mia Religione)

          anche in carcere. Studiavo anche solo guardando la televisione. O gli atteggiamenti, cultura e civiltà degli altri, tutti. S’impara molto anche dai criminali. E ritrasmettevo ad altri ciò che imparavo (quando possibile: in democrazia coloro che ne sono a guardia, in divisa, reprimono su questo. Reprimono l’esigenza di comunicare e socializzare, cosa che stanno mettendo in pratica oggi con un virus inesistente)

          con la strategia dell’attenzione però, con equilibrio. Senza troppa evidenza. Malcom X e Martin Luther King vennero tacitati per sempre. Ho imparato a simulare, è obbligatorio, in attesa di tempi migliori. Ti ho deluso ? E chi se ne frega. L’odio lo tengo per me, ma con raziocinio. E’ anch’esso una motivazione per una forza da usare nei momenti opportuni senza esserne però accecati Dovessi scrivere o dire ciò che penso realmente mi suona la digos a casa dopo pochi minuti

          così come le invocazioni al Creatore Onnipotente potrebbero essere anche ascoltate. Se un forte terremoto colpisse gli usa e Tel Aviv infatti tutte le guerre nucleari prospettate scivolerebbero in un secondo piano, scoppierebbe la Pace

Inserisci un Commento

*

code