La Russia fa decollare i suoi aerei per intercettare e respingere un attacco israeliano sulla Siria

La Russia segue con la sua nuova politica di non permettere ad Israele di attaccare la Siria e garantire la protezione dello spazio aereo siriano.
Ieri per la prima volta il comando aereo russo ha fatto decollare i suoi caccia per interrompere una operazione di aggressione degli aerei da guerra israeliani.

Sembra certo che, oltre alla forza aerea, i russi i hanno utilizzato il sistema di soppressione elettronica di cui sono dotati sia gli aerei che dispositivi a terra per mettere fuori controllo i dispositivi radar ed elettronici dell’aviazione sionista.
Ieri sera, aerei militari russi hanno decollato dalla base aerea di Hmeymin per intercettare una attività sospettosa di aerei nemici israeliani che si erano avvicinati alla frontiera con la Siria ed hanno interrotto l’operazione offensiva.

A giudicare dalle informazioni, i caccia russi hanno effettuato voli di interdizione su Tartous e Latakia per per prevenire possibili attacchi israeliani contro l’esercito siriano, si sospetta che gli aerei israeliani volevano attaccare la base aerea di Tiyas.
Tutto questo è avvenuto nella zona di confine siriana dove si è visto che gli aerei russi hanno intercettato gli aerei israeliani mentre allo stesso tempo i dispositivi di soppressione elettronica hanno creato un vuoto di collegamenti nei mezzi elettronici e satellitari nemici, rendendo ciechi i radar e i sistemi elettronici israeliani per circa due ore, come si è notato dalla traiettoria irregolare degli aerei israeliani che sembra abbiano perso l’orientamento.
La Russia ha impedito all’aviazione di Israele di entrare nello spazio aereo siriano ed interferisce con i suoi potenti sistemi di guerra elettronica mediante alcuni complessi sconosciuti che hanno fatto spegnere i collegamenti GPS satellitari e le comunicazioni radio su tutta la zona fra Siria Libano e Israele.

Militari russi nella base aerea di Hmeymin, Siria


Israele, per attaccare la Siria, dovrebbe adesso lanciare missili dallo spazio aereo libanese o entrare nello spazio siriano ma i russi sono in grado di mettere in funzione i mezzi di soppressione elettronica per intercettate missili o aerei nemici e neutralizzarli.
Questa nuova impostazione del comando russo risponde agli ordini ricevuti di non permettere ulteriori attacchi di Israele sulla Siria e rappresenta un nuovo corso rispetto al passato, quando l’aviazione russa rimaneva passiva di fronte ad alcuni attacchi fatti da Israele.
Tale impostazione avviene solo due giorni dopo i massicci attacchi che l’aviazione russa e siriana hanno effettuato nel nord della Siria per interrompere il flusso del petrolio di contrabbando rubato dai gruppi terroristi e dalle fazioni curde dai pozzi siriani. L’attacco ha distrutto e messo a fuoco circa duecento mezzi dei terroristi ed ha raso al suolo i depositi ed i tank, mentre l’aviazione russa il giorno dopo ha realizzato altri massicci attacchi sulle postazioni terroriste di Idlib. Le perdite dei terrorristi e delle forze dei filo turchi sono state molto pesanti e segnano una nuova tappa nella guerra in Siria.

La Russia si mostra ormai determinata a non dare tregua ai gruppi terroristi ed a non permettere ad Israele di appoggiarli con le incursioni della sua aviazione.
Per tale motivo viene segnalato anche che le forze russe stanno realizzando una nuova base aerea nella zona del deserto di Palmira, dove verranno alloggiati elicotteri ed aerei per tenere sotto controllo il nord est del paese dove si trovano ance forze di occupazione USA e terroristi che compaiono di solito provenienti dalle basi americane, dove vengono addestrati ed armati.
Sembra finito il tempo di lasciare spazio al nemico in Siria, Putin ha impartito ordini personalmente e reagisce alla campagna di provocazioni di USA e Iraele in Siria.

Fonti Varie

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

17 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 13:00h, 11 Marzo Rispondi

    un faro di luce nel buio in cui siamo

    Puglia, ordinanza con divieto di stazionare nei luoghi pubblici. Non è meglio la guerra nucleare ?

    https://www.youtube.com/watch?v=BwhKi25UYBc

  • giuseppe sartori
    Inserito alle 14:03h, 11 Marzo Rispondi

    no, non è meglio la guerra nucleare; ciò che è meglio è: contattare quelle persone che sono ancora dotate di attributi ed insegnare con le “buone” ai vari traditori e leccaculi come bisogna comportarsi al mondo.

    • atlas
      Inserito alle 15:20h, 11 Marzo Rispondi

      volente o nolente la guerra nucleare la dovrai accettare. Di quelli di cui scrivi tu ne leggo molto pochi. A vederli in giro invece nemmeno l’ombra

      anche prima della falsa pandemia

      in giro vedo molti democratici. Per quello giro con la mascherina

    • Monk
      Inserito alle 19:31h, 11 Marzo Rispondi

      L’amico atlas gioca troppo a risiko e non ha capito due cose:
      1 – non ci sarà mai una guerra nucleare, il mondo piace troppo ai gatesiani
      2 – la guerra nucleare sarebbe terribile e non è scritto da nessuna parte che schiatti subito
      3 – non fidarsi mai di Putin, se approveranno il suo vaccino in Italia sapremo da che parte sta.

      • Kaius
        Inserito alle 22:53h, 11 Marzo Rispondi

        Capisco che si possa simpatizzare per la Russia,io stesso pensavo di trasferirmi in Ungheria o da quelle parti li.
        Ma che differenza c è tra il veleno americano e il veleno russo,entrambi spacciati per una “cura” per una malattia che neanche esiste?
        Sempre veleno mortale è, o no?

        • Aureliano71
          Inserito alle 00:10h, 12 Marzo Rispondi

          Kaius non è proprio come dici tu.
          Premesso che sono contrario ai vaccini da ben prima del circo in atto, quelli russi sono tradizionali mentre quelli occidentali sono una terapia genica sperimentale ad alta tecnologia che chiaramente hanno altre finalità sia presenti che future.
          Il fatto stesso che in Russia la vaccinazione sia del tutto volontaria e non vi sia alcuna minaccia di esclusione sociale per chi non vuole per me è un segnale che la Russia vuole partecipare all’abbuffata di denaro che ne deriverà ma non intende nuocere.

          • Kaius
            Inserito alle 10:46h, 12 Marzo

            Beh Aureliano secondo me sei tu in errore,ma per motivi molto semplici.
            Se la Russia fosse l ” Arca della Verità ” come affermano molti,se fosse l ultimo baluardo della moralità e della religiosità dovrebbe essere contro questa buffonata degna dei peggiori teatrini,non farne parte.
            Se la Russia fosse “buona” dovrebbe dire “il covi non esiste”,ma non mi pare sia così.
            E con queste basi mi risulta davvero improbabile pensare che i vaccini russi siano veri vaccini,ammesso che i vaccini siano sempre stati utili e non dannosi,i cosiddetti tradizionali e non.
            Poi il Governo Russo è amato dal popolo,ha la sua fiducia,quindi mettere il vaccino obbligatorio gli avrebbe portato solo problemi,non ne hanno bisogno.
            Insomma i russi sono più ingenui degli occidentali o i loro strateghi più fini.
            Rimane il fatto che entrambi vogliono avvelenare la gente con i “vaccini”(veleni)con la scusa di una malattia che neanche esiste.
            Adesso agli occidentali ne fanno passare di cotte e di crude per imporlo.
            Li non ne hanno bisogno perché il popolo pensa di avere un governo buono e efficiente,quindi non hanno né paura né timore.
            Due civiltà, due tattiche di sterminio diverse.

      • Riccardo
        Inserito alle 12:14h, 12 Marzo Rispondi

        Il vaccino russo avrà vita difficile ad essere approvato in Italia, visto quanto siamo servi degli Yankee e le loro sporche politiche estere. Poi chissà che affari loschi ci sono con le multinazionali dei vaccini, quanto banditi aspettano di passare all’incasso con il business dei vaccini. Ricordiamoci che ci sono le ritorsioni economiche se l’Italia si avvicinasse alla Russia oltre il dovuto. Un paese come questo a guida angolo-sionista difficilmente sarà libero di entrare nell’orbita russa. Solo il Vaticano e questo grande Papa possono contrapporsi al quel sudicio potere anglo americano e francese che continuano a destabilizzare il Medio Oriente.
        Vergogna Europa ancora non avete votato per togliere quelle sanzioni economiche volute dal pagliaccio di Trump contro la Siria. Avete la coscienza sporca e siete servi della finanza e delle multinazionali. L’euro è stato creato solo per permettere ai grandi banditi della finanza e alle mafie di spostare tutto il loro sporco denaro nei paradisi fiscali. Adesso che il gioco è fatto hanno tolto di mezzo i biglietti da 500 e 200 € e si accaniscono contro il contante a dir loro il male principale da estirpare! Ipocriti

  • Ubaldo Croce
    Inserito alle 14:27h, 11 Marzo Rispondi

    X Giuseppe Sartori. Caro Giuseppe ASSOLUTAMENTE d’accordo. E sarebbe l’ora di seguire il tuo esempio…

    • giuseppe sartori
      Inserito alle 14:58h, 11 Marzo Rispondi

      caro ubaldo, pensa che il mio secondo nome è UBALDO.un saluto amichevole.

  • Farouq
    Inserito alle 14:35h, 11 Marzo Rispondi

    È la risposta della Russia all’immenente guerra in Ucraina, le due crisi sono perfettamente collegate

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 16:05h, 11 Marzo Rispondi

    ormai si parla quasi solo di Russia in questo blog…
    per chi vive in Italia seguire le vicende quotidiane del Donbass o dell’Ucraina fa il tempo che trova, non si è mai letto un articolo sulla Birmania, non si sono mai visti articoli sull’Australia a cui la cina ha vietato le importazioni e facebook gli oscura i siti governativi, si leggono pochissimi articoli di politica interna, a sto punto cambiate nome in “Russia Informazione” almeno così uno che arriva so cosa deve aspettarsi di leggere.

    • Niko
      Inserito alle 16:25h, 11 Marzo Rispondi

      Si chiama DISTRAZIONE, e anche questo sito si e’ adeguato.

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 02:50h, 12 Marzo Rispondi

        mah, non lo definirei così
        a me piace informarmi, magari per qualcuno vuol dire appunto “contro informarsi” però mi piace leggere articoli che cercano di essere obiettivi, parliamoci chiaro, molti di questi articoli sulla Russia sono vera e propria propaganda suvvia, certe frasi farebbero sorridere i furono membri dell’Istituto Luce talmente sono di parte.

        ripeto, mi sarebbe piaciuto leggere articoli su quello che succede in Birmania, non ho molto tempo per le notizie e quindi seguo appunto determinati blog in modo da ottimizzare il tempo, ma stranamente non ne parla nessuno,

        la mia spero sia una critica costruttiva perchè se si allarga il ventaglio di argomenti di sicuro il numero di accessi sale, se ci si fossilizza quasi solo sulle news da crimea, donbass ed ucraina non credo

  • antonio
    Inserito alle 23:01h, 11 Marzo Rispondi

    stangate quiei falsi sciacalli la menano da 70 anni e sono tagliagole

  • Aureliano71
    Inserito alle 00:04h, 12 Marzo Rispondi

    Mi sembra un sito orientato a fornire notizie dalle zone di conflitto armato, normale si parli molto di Russia visto che è coinvolta in 2 degli scenari ove la tensione è alle stelle.
    Non mi pare comunque che non si parli anche di Cina e Stati Uniti, mancano forse le notizie da altri paesi europei ma ormai l’encefalogramma dell’UE è piatto.
    Qualche notizia dall’America Latina in più non guasterebbe, è un continente dove le sorprese sono sempre dietro l’angolo….
    Per quanto riguarda i caccia israeliani è un vero peccato non siano stati abbattuti,

  • giuseppe sartori
    Inserito alle 17:34h, 12 Marzo Rispondi

    è evidente che se la russia avesse detto quello che sa sulle torri gemelle….se la russia fosse intervenuta direttamente nel donbass….se la russia avesse già costruito una base strategica in cuba o in venezuela….capiremmo molto di più
    ma ha la russia la FORZA per agire in questo modo? molto probabilmente no
    ma il tempo gioca a favore della russia…ricordare fabio massimo il temporeggiatore.

Inserisci un Commento