La Russia è “matura” per la creazione di una base missilistica a Cuba.

In onda sul canale TV Russia 24, una precisa dichiarazione è stata fatta da Igor Korotchenko, il quale ha annunciato la creazione di una base missilistica militare russa sul territorio di Cuba, con ulteriori sistemi di difesa aerea e antimissile dispiegati sull’isola. Secondo Korotchenko, la colpa di questo è la stessa Washington, che ha strappato il Trattato sull’eliminazione dei missili a corto raggio e intermedio, che consente alla Russia di prendere liberamente l’intero emisfero occidentale sotto un proprio controllo.

“Prima che il treno parta, dobbiamo tornare a Cuba. Creare una base militare russa lì e non solo un centro di ricognizione elettronica, che in precedenza funzionava con successo lì e teneva l’intero emisfero occidentale sotto un cappuccio. È necessaria una nuova base con nuovi missili Iskander con una portata maggiore. Dopo che gli Stati Uniti si sono ritirati dal Trattato INF, nulla ci impedisce di aumentare le capacità dei nostri sistemi d’arma efficaci in termini di estensione del loro raggio di diverse migliaia di chilometri. Cuba è un punto chiave dove terremo sotto controllo tutto ciò che accade “, ha detto Igor Korotchenko in onda sul canale televisivo Russia 24.

Missili Iskander
Sistemi missil Iskander


Gli osservatori notano cbe questa è una inevitabile misura di ritorsione che viene presa dal comando militare russo dopo che gli USA e la NATO hanno installato basi missilistiche sui confini della Federazione russa, dallla Polonia ai paesi baltici e nelle basi militari sul Mar Nero.

Gli esperti sono dell’opinione che se gli Stati Uniti d’America non vogliono risolvere i problemi emergenti con mezzi diplomatici, la Russia semplicemente non ha altra scelta, soprattutto perché la creazione di una base missilistica qui è pienamente in linea sia con gli interessi della Russia che con gli interessi di Cuba.

Fonte: Avia Pro.ru

Traduzione e sintesi: Sergei Leonov

21 Commenti

  • Renato
    20 Settembre 2020

    Era ora!

  • Renato
    20 Settembre 2020

    L’arroganza evangelica americana é impareggiabile.

    • Marco
      20 Settembre 2020

      Non bisogna parlarne, prima i fatti.

  • Hannibal7
    20 Settembre 2020

    Oooooooh era ora!!!
    Ed io adesso sto godendo come un riccio!!!
    Anche se ormai la storiella degli Usa la conosco…e diranno che i russi si stanno avvicinando minacciosi
    Una domanda,come arriveranno gli Iskander a Cuba?
    Presumo in nave
    E lì che scoppierà il casino
    Gli Ameri-CANI penseranno di fare un blocco navale come negli anni 60…probabilmente a quel punto i missili non arriveranno a Cuba perché i russi forzeranno il blocco navale e dunque avrà inizio la terza guerra mondiale

    • nicholas
      20 Settembre 2020

      POtrebbero trasportarli a pezzi via aerea……vedremo cosa accadrà

  • nicholas
    20 Settembre 2020

    bene bene bene, adesso gli Usa vengono minacciati. Vedremo come si evolverà la situazione

  • Giorgio
    20 Settembre 2020

    Minima distanza Cuba – Key west Florida km 150
    Fonte google maps

    velocità missile Iskander 2100 metri al secondo – gittata max 400 km (Miami ci rientra)
    carico utile di 800 kg con testata convenzionale o nucleare
    Fonte wikipedia

    tempo necessario per coprire la distanza 1 minuto e 12 secondi
    Fonte la calcolatrice del mio pc

    sufficiente a levare il sonno agli yankee
    senza contare tutte le altre caratteristiche (capacità di eludere le difese aeree con brusche manovre e la possibilità di rilasciare falsi bersagli).
    Utile ogni tanto leggersi le schede tecniche dei sistemi d’arma, giusto per ridimensionare il mito degli USA come paese leader in fatto di tecnologia militare e non.

  • Nessuno
    20 Settembre 2020

    Un tantinello di pepe al culo non guasterebbe…

  • rossi
    20 Settembre 2020

    … e mi raccomando testate atomiche al cobalto……

  • cristiano
    20 Settembre 2020

    bé, Putin lo ha giá spiegato in quattro parole…”ai russi non interessa un mondo senza la Russia”(vabbé sono otto).
    A chi interessa un mondo senza esseri umani?

  • Eugenio Orso
    20 Settembre 2020

    Si tornerà alla celebre “crisis de octubre” del 1962?
    Ii russi forzeranno il blocco navale usa?
    Questa volta gli usa stramaledetti avranno ragione di gridare “al lupo, al lupo” nei confronti della Santa Russia?
    Gli crederà qualcuno?
    Del resto, se la nato minaccia gratuitamente, da anni, la Russia sulle sue frontiere, in Europa orientale e nei Balcani profondi, perché il Cremlino non dovrebbe rispondere?

    Cari saluti

    • atlas
      21 Settembre 2020

      il fatto è che gli usa intorno alla Russia si sono già piazzati. Ciò non vuol dire che abbiano già vinto, tutt’altro

      se è per questo la Russia potrebbe mettere basi militari pure in Venezuela, come i cinesi magari … però mi pare difficile senza arrivare a uno scontro diretto, cioè, obiettivamente, glielo lasceranno fare ? Non si sta giocando a scacchi, la mossa vicendevole non è un diritto ma diventa diritto di chi se la prende, con la forza. La politica russa è difensiva, fortemente difensiva, quella americana d’attacco (anche se la miglior difesa è l’attacco). Certo gli usa sono circondati da sottomarini a propulsione nucleare cinesi, russi e nord coreani, armati con armi atomiche, non facilmente individuabili, vi sono qualità di armi elettroniche capaci di oscurare il nemico che noi nemmeno conosciamo … Dio Benedica la Russia e il suo Presidente Vladimir Putin. La Russia forse non ci salverà dal male assoluto democratico americ ano, ma sicuramente ci sta provando e ci proverà

  • dolphin
    20 Settembre 2020

    Missili Russi a Cuba, sarà un gran giorno, aspettavamo da tempo una notizia del genere. Speriamo presto i tempi stringono e già siamo in ritardo.

  • dolphin
    20 Settembre 2020

    Missili Russi a Cuba, sarà un gran giorno. Speriamo presto i tempi stringono e già siamo in ritardo.

  • dolphin
    20 Settembre 2020

    Missili Russi a Cuba, speriamo presto i tempi stringono e già siamo in ritardo.

  • michele
    21 Settembre 2020

    tutto giusto,non fosse che per un piccolo particolare….nell’isola di cuba c’è una base americana…conosciuta come guantanamo…credo proprio che i russi lo sappiano molto bene.
    prima di iskander o altro forse sarebbe meglio far sloggiare gli usa da cuba….forse….non mi risulta che nelle repubbliche baltiche o in polonia come in romania ci sia una base militare russa…sempre forse.
    mi sembra tutto sempre di + un teatro!

  • Monk
    21 Settembre 2020

    Ecco i sognatori giocatori di Risiko che stanno pesando chiacchiere chruščëviane stile baia dei porci: chiacchiere bla bla bla bla

  • eusebio
    21 Settembre 2020

    Un paio di basi missilistiche russe e cinesi a Cuba, in Nicaragua e in Venezuela e i sionisti di Washington non solo se la faranno addosso ma dovranno evacuare pure i nasi a becco che infestano la Palestina.

  • Emilio
    21 Settembre 2020

    Sarebbe ottimo, non credo che la faranno.

  • Baf
    21 Settembre 2020

    In Venezuela già c’è l hanno una base i russi, anche se ancora nn missilistica ma solo difensiva e elettronica, a Cuba lo possono fare facilmente via aerea ohh portando i missili tramite sormegibili nucleari, ne possono trasportatore più di 20 a testa.. In Europa a kalingrado già li hanno messi, in Siria quasi e l occidente alleato dei sionisti americani è fottuto

  • Pianetavivo
    27 Settembre 2020

    Senza russi e con un governo mondiale disumano? non ci sarebbero comunque più esseri umani.
    Il tentativo di difendere l’umanità almeno procrastinando il dominio neocon, benché improbabile è bene farlo.
    Per male che andasse, ci sarebbe un’estinzione rapida anziché una robotizzazione-ipnosi di massa.

Inserisci un Commento

*

code