La Russia “è costretta” a rispondere alle ostilità della NATO

La Russia sottolinea di essere “costretta” a rispondere alle azioni ostili della NATO, guidata dagli Stati Uniti, per garantire la difesa nazionale. Questo è il contenuto del discorso che il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha tenuto nel corso di una celebrazione militare.
Lo stesso Shoigu ha dichiarato che una campagna di propaganda su larga scala contro la Russia è stata lanciata sui media occidentali per convincere la comunità mondiale della presunta aggressività della politica estera e militare di Mosca.

“Nei documenti concettuali del blocco (NATO ), il nostro Paese è definito come la principale minaccia alla sicurezza. Una campagna di propaganda su larga scala è stata lanciata sui media occidentali.
Il suo obiettivo è convincere la comunità mondiale della presunta aggressività della politica estera e militare russa “, ha detto Shoigu ai giornalisti alla fine dei Giochi dell’esercito 2020.

Inoltre Shoigu ha sottolineato che “la retorica anti-russa è ampiamente utilizzata dai più alti funzionari dell’Alleanza”.

Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha sottolineato sabato che il suo paese non è interessato a una nuova corsa agli armamenti, ma “è costretto” ad affinare le sue capacità di combattimento di fronte alle continue azioni “ostili” dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO).

Tutte le misure che vengono adottate, secondo Shoigu, “sono limitate” in termini di portata e cercano “solo di rafforzare la difesa” contro le minacce militari contro il Paese.

“In Russia non siamo interessati a una nuova corsa agli armamenti (…) Le nostre forze armate sono costrette a reagire alle azioni ostili della NATO e migliorare le loro capacità di combattimento per garantire la sicurezza e difendere gli interessi nazionali” , ha detto il ministro russo.

La Russia avverte che la presenza Usa in Polonia aumenta l’escalation di tensioni e, di conseguenza, “incidenti involontari” tra Mosca e Washington.

Come campione degli atti ostili e provocatori del blocco militare occidentale, Shoigu ha sottolineato che i voli spia della NATO vicino ai confini russi sono aumentati del 30% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Solo tra il 23 agosto e il 2 settembre, ha ricordato, l’aviazione russa ha intercettato 10 aerei spia sui mari Nero , mar Baltico e mar di Barents.

Il capo della Difesa russa ha anche attaccato l’Alleanza atlantica per il suo rifiuto di ridurre le esercitazioni militari durante la nuova pandemia di coronavirus, che causa il COVID-19.

La proposta russa è stata accolta “negativamente” a Bruxelles, il che dimostra che “l’Alleanza atlantica non è ancora pronta per una cooperazione costruttiva con l’obiettivo di rafforzare la stabilità regionale”, ha denunciato l’alto comando militare russo.

Forze russe in Crimea

Gli Stati Uniti, a capo del blocco militare occidentale, accusano la Russia di avere ambizioni espansionistiche in Europa e utilizzano queste accuse per rafforzare la propria presenza in paesi europei come la Polonia, dove non escludono nemmeno il trasferimento di armi nucleari.
Mosca, che respinge tali accuse in termini più duri, avverte che gli Stati Uniti minacciano la stabilità strategica globale distruggendo meccanismi di accordi e limiti nel campo del disarmo.


Nota: Un paradosso il fatto che gli USA, che dispongono di circa 900 basi militari in giro per il mondo e che interferiscono di continuo nei processi interni di decine di altri paesi, sobillando disordini, violenze e supportando gruppi terroristi, abbiano la tracotanza di accusare la Russia di essere una potenza aggressiva ed espansionista.
Questa sembra la vecchia favola del bue che dice “cornuto” all’asino.

Fonti: HispanTv Rusvesna.ru

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

15 Commenti

  • Hannibal7
    6 Settembre 2020

    In passato tante volte il mondo si è trovato sull’orlo dell’olocausto nucleare a causa di incidenti dovuti ad errori dei computers,dei radar che identificavano false tracce di missili ICBM che partivano dall’URSS in direzione USA o viceversa….i tempi di reazione erano “lunghi” considerando che un ICBM avrebbe impiegato circa 25 min prima di arrivare a destinazione
    Ora però è diverso
    Se vengono installati missili nucleari in Polonia i tempi di reazione sarebbero di circa 5/10 min…..se un giorno un radar russo,ammesso anche per errore,dovesse segnalare una traccia di missile proveniente dalla Polonia?????? Non ci sarebbe il tempo necessario per un accertamento….quindi….ad ognuno le proprie conclusioni
    Una guerra nucleare non giova a nessuno…penso però che gli ameri-CANI stiano tirando un po’ troppo la corda con la Russia
    E penso ,a questo punto,che il presidente Putin debba rendere pan per focaccia….missili russi in Venezuela e a Cuba come negli anni 60…dopodiché Dio vede e provvede….si spera

    • Morto che cammina
      6 Settembre 2020

      E anche una bella lezione a Israele se volete rendere l opera completa .FRATELLO

  • Deguddu
    6 Settembre 2020

    Se aspettiamo una reazione così certa di Putin stiamo fresxhi

  • Marte
    6 Settembre 2020

    Tutta l’Europa è a rischio, l’OTAN significa solo guerra e non civilizzazione o pace! Per gli USA, l’Europa è un semplice antemurale, un tappeto di rallentamento della risposta russa al loro attacco nucleare. Calcolano che mentre l’Europa sarà distrutta dalla reazione immediata, loro abbiano tutto il tempo per la controreazione: è questo che hanno da sempre in testa i nostri cari amici Amerikkani…L’unica speranza sta nel missili transcontinentale già dichiarato da Vladimir. Però c’è anche il rischio che tutto si mantenga nelle armi convenzionali, e allora sarà ancora la stessa carognata alle nostre spalle: distruzione assicurata del continente europeo o terreno di guerra per azioni e controreazioni di una guerra convenzionale combattuta ancora in Europa.

    • Idea3online
      6 Settembre 2020

      Dimenticate la guerra tecnologica, se dovesse esserci un Black out in Occidente, tornerebbe indietro di 50 anni in una settimana. L’Oriente dipende da una economia mista, industria, piccole aziende agricole, servizi. L’Occidente, che luccica, bellissimo nei colori della tecnologia in ogni dove, è attrazione per le masse globali. Ma questa euforia tecnologica, questa scissione tra la Tradizione ed il Moderno, è grande debolezza per l’Occidente. Avere legato il destino di tutto, nella tecnologia, sarà la parte di muro debole che verrà abbattuto dagli avversari.

  • Giorgio
    6 Settembre 2020

    D’accordo con Hannibal …… missili con testata nucleare a Cuba, Venezuela, Siberia orientale davanti allo stretto di Bering, Iran, Siria davanti alle alture del Golan dove i tempi di reazione per i sionisti sarebbero di meno di un minuto …….

  • Monk
    6 Settembre 2020

    bla bla bla, lettori, giocate a risiko che è meglio

  • Giorgio
    6 Settembre 2020

    dire “giocate a risiko che è meglio” ….. sa di disfattismo …

    • Monk
      6 Settembre 2020

      Non mi chiamo Putin che dovrebbe difenderci dai satanisti, noi siamo niente, piccole amebe da schiacciare per Gates.

      • atlas
        7 Settembre 2020

        sentiti questa monk

        https://www.youtube.com/watch?v=61UhPA9jA50

        ho deciso, ti do una ‘pillola’ al giorno, vedrai che dopo starai meglio

        cercati il video cinematografico ‘il grande racket’ 1976, di Castellari (lo trovi su eMule in buona qualità). Ci sono almeno 2 personaggi che ti calzano a pennello. E anche a me: io naturalmente sono il Maresciallo di Polizia Palmieri, sospeso e che organizza tutto il gran casino. Ah, è anche l’unico che rimane in vita

        • atlas
          7 Settembre 2020

          eccolo monk, trovato. C’è tutto, anche su youtube; ed pure in HD

          https://www.youtube.com/watch?v=lIS1FFvmhrA

          • atlas
            7 Settembre 2020

            chissà perchè di questo cinema non passa mai in tivvù. E ci dobbiamo sorbire le porcate ameri cane. O don Matteo, che è lo stesso

            le ‘fiction’ su carabinieri e polizia poi … nuociono gravemente alla salute

            possono provocare danni cerebrali permanenti

          • atlas
            7 Settembre 2020

            quì è in lingua ‘toscana’. Maledetti inglesi, inquinano tutto

            https://www.youtube.com/watch?v=PW-99Ye-ZPE

    • atlas
      7 Settembre 2020

      Giorgio, a monk piacciono gli usa solo perchè si possono comprare le armi al supermercato

      e scassato com’è, vivesse lì, sarebbe anche capace di usarle. Però poi finirebbe in galera. Ce la farebbe a sopravvivere lì fra tutti quegli omaccioni ? Come me del resto … ma io almeno mi barcamenerei fra fratellanza nazista e pantere nere musulmane … gli darò una guardata io, lo faccio proteggere da qualche Padrino Siciliano cristiano

      basta che stai tranquillo monk … attento a non prendere il posto di sed vaste però, ma inutile che te lo scriva, tu sei al di là del bene e del male

  • atlas
    7 Settembre 2020

    avete notato la ‘luce’ e la determinazione sul viso del Ministro della Difesa russo ? E l’intelligenza e saggezza sul volto di Lavrov, il Ministro degli Esteri ?

    Chi sono quì i corrispettivi (?). Forse la merda ? Sono ossessionato dalla merda

    fermare il mondo ! Voglio scendere. Voglio respirareee

Inserisci un Commento

*

code