"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La Russia dispone di un “ingiusto” vantaggio militare perchè non va a bombardare 7 paesi

Il Pentagono è obbligato a spendere tanti soldi per andare a bombardare genti indifese in terre lontane, nel frattempo la Russia e al Cina modernizzano il loro esercito.

La Russia e la Cina stanno facendo sostanziali progressi rispetto al potere militare degli Stati Uniti, lo lamenta un commento piuttosto ottuso, pubblicato in The Hill.
Questa situazione è specialmente preoccupante perchè, come spiega l’autore, “gli USA ancora spendono risorse molto al di sopra dei propri rivali nelle forze militari, con un budget dei 600 bilioni di dollari che risulta tre volte più alto di quello della Cina e più di sei volte rispetto a quello di Mosca”.


Questo è l’apice della mentalità americana “Se hai un problema, si può risolvere, ma se ancora hai il problema, la soluzione si trova con il denaro, se non hai gettato abbastanza denaro in quello”. George Washington disse questo una volta, in un tentativo fallito, ai suoi soldati demoralizzati, assillati dallo scorbuto, che si erano congelati a morte nella Valley Forge. (……………)

Tuttavia gran parte della spesa militare USA si sta impiegando per le operazioni militari all’estero, per quelle in Siria, in Iraq, in Afghanistan, in Somalia, nello Yemen, in Sudan, ecc..
Le forze degli Stati Uniti si trovano in metà del mondo a combattere e combattono al di fuori del loro cortile di casa e questo è il problema, ha detto, David Ochmanek, investigatore della difesa, maggiore della RAND Corporation.
La Cina e la Russia nel frattempo investono nella modernizzazione per migliorare la qualità delle loro forze militari, l’efficacia ed il rendimento globale.

Questa strategia paga dei dividendi enormi, soprattutto per la Cina.

Certamente questo è tanto semplice e tanto ingiusto: Il Pentagono è quasi obbligato a bombardare gente indifesa in mezzo mondo. Nel frattempo i tortuosi russi e cinesi possono modernizzare le loro forze miltari, scrive l’autore.
Risulta anche molesto che gli USA debbano mantenere oltre 800 basi militari in 70 paesi diversi. Di quante basi militari oltre mare dispongono i russi? Soltanto 4. Questo non è giusto, continua l’autore.

Il vantaggio della Russia e della Cina è quello di non aver dislocato le proprie forze militari in mezzo mondo, come hanno fatto gli USA e non averle impegnate a bombardare in tanti paesi.
Sotto l’Amministrazione Obama gli Stati Uniti hanno lanciato 26.700 bombe in 7 paesi. Questa stima è certamente al ribasso visto che si stanno tenendo in conto soltanto i dati affidabili per paesi come Pakistán, Yemen, Somalia y Libia e, in un solo attaco si possono utilizzare una enorme quantità di bombe e munizioni.

Di conseguenza questo è il vero problema per Washington: infliggere sanzioni alla Russia in modo che questo consenta agli USA di recuperare una parte dello svantaggio e  dedicare una parte del budget della Difesa al bombardamento dell’Africa, nuovo teatro di azione per le forze USA del comando Africom.

Fonte: Russia Insider

Traduzione: J.Manuel de Silva

*

code

  1. Mardunolbo 9 mesi fa

    Questa notizia è meravigliosa perchè indica , senza più alcun dubbio, il modo di ragionare, ottuso , dell’americano !
    I commenti inseritri nell’informazione, sono molto adeguati e rappresentano bene quel che la gente comune si chiede:
    “pezzi di m…, se intendete spaccare le balle e massacrare gente inerme in varie zone del mondo cazzi vostri ! Poi venite a rompere che spendete troppo in armamenti ed atre nazioni invece li conservano e li modernizzano ? Siete proprio dei deficienti !”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. PieroValleregia 9 mesi fa

    … solo in Italia, di basi USA (e quindi di una potenza STRANIERA) ve ne sono 118 !!!
    e qualcuno, il 25 aprile festeggia la raggiunta democrazia e la scacciata “dell’invasore” …
    non aggiungo altro
    saluti
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 9 mesi fa

      Quella del 25 aprile non ho ancora deciso se sia demenza, ipocrisia od ironia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PieroValleregia 9 mesi fa

        … le prime due senza dubbio
        saluti
        Piero e famiglia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Giorgio 9 mesi fa

          La sua risposta è facile, deve impegnarsi di più.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ubaldo Croce 9 mesi fa

    Ancora poco tempo e gli Usa e soci criminali
    faranno una brutta fine.
    Per la serie:”Se la sono andata a cercare”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PieroValleregia 9 mesi fa

      … speriamo …
      saluti
      Piero e famiglia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. TaipanX 9 mesi fa

    Se non scriveva ste stronzate impostegli da qualcuno sarebbe sotto i ponti made Usa 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Tania 9 mesi fa

    Stavo proprio pensando leggendo un altro articolo al divario delle forze tra Usa/Israele/UK e Russia, non pensavo alla Cina, e alle rimostranze di Giorgio che si diceva ma allora è vero che le difese russe guardano da un altra parte.
    Mi ha fatto riflettere. Certo che i russi non possono rispondere a tutte le provocazioni ebree, costerebbe troppo e si indebolirebbero, meno male che l’intelligenza e il buon senso guida i loro passi.
    Giustissimo l’articolo di apertura di RussiaInsider, della redazione, come tutti, per altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 9 mesi fa

      Tania, Putin può sempre effigiare i suoi missili con le insegne della Corea del nord, poi le rimostranze possono sempre presentarle a Kim Jŏng-ŭn gli sionisti ed i loro sodali.
      In guerra ed a letto ogni mezzo è ammesso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Paolo 9 mesi fa

    Sono convinto che ci saranno mentecatti che diranno: gli americani pagano un costo altissimo per mantenere la pace e la democrazia, i russi e i cinesi ne approfittano. Questa cazzata del pentagono era per loro e per tutti quei globalisti venduti che applaudono il padrone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace