LA RUSSIA DICHIARA CHE I SUOI AEREI DA GUERRA HANNO COLPITO I MILIZIANI CHE HANNO ATTACCATO LE POSTAZIONI TURCHE SU IDLIB

Il 13 giugno il ministero della Difesa della Russia ha annunciato che i suoi aerei da guerra avevano attaccato le milizie dei terroristi responsabili del recente attacco di mortaio contro un posto di osservazione turco nel sud dell’Idlib.

Secondo una dichiarazione ufficiale del ministero, i raid aerei hanno preso di mira quattro postazioni di mortai e raduni dei miliziani. Il ministero ha detto che Ankara aveva fornito le coordinate degli obiettivi e richiesto esplicitamente i raid aerei russi .

“La parte turca ha chiesto alla parte russa di contribuire a garantire la sicurezza dei soldati turchi e di attaccare le posizioni dei miliziani … La stretta cooperazione tra la leadership russa e turca nella lotta contro i gruppi terroristici in Siria continuerà”, si legge nella dichiarazione del ministero.

La dichiarazione russa contraddice quella turca, che affermava che l’esercito arabo siriano (SAA) sarebbe stato dietro l’attacco . Ankara non ha fornito alcuna prova a sostegno della sua richiesta.

L’attacco di mortaio, che era il quarto del suo genere, ha ferito tre soldati turchi e danneggiato strutture, attrezzature e materiali all’interno del posto di osservazione dell’Esercito turco.

La contraddizione tra le dichiarazioni russa e turca indica che Ankara potrebbe aver tentato di sfruttare l’incidente per aumentare la pressione sul governo di Damasco.
L’episodio dimostra che, nonostante alcune inconprensioni, continua la cooperazione fra Russia e Turchia per stabilizzare la zona di Idlib, nel nord della Siria, infestata dai terroristi sostenuti da USA e Arabia Saudita.

Fonte: South Front

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Inserisci un Commento

*

code