La Russia di Putin punta a cambiare l’ordine mondiale di marca USA


di Luciano Lago

La nuova fase che si è aperta con il discorso di Putin e l’incorporazione delle nuove zone della Novorussia nella Federazione Russa, rappresenta senza dubbio una sfida esiziale all’Odine Mondiale dominato dagli Stati Uniti. Tuttavia questa sfida non è soltanto geopolitica, come potrebbe apparire, ma è anche ideologica, come il discorso fatto dal presidente Putin ha sottolineato con enfasi. La Russia sta combattendo per rovesciare quello che vede come un ordine mondiale dispotico guidato dall’Occidente.

Putin per dare forza alle sue argomentazioni ha toccato concetti di ordine morale e storico, menzionando l’attitudine neocolonialista dell’Occidente e sua pretesa (tipicamete anglosassone) di voler imporre il suo modello e dettare le regole al resto del mondo, senza averne diritto.
Non a caso Putin, nel confutare il modello occidentale, ha menzionato gli antefatti storici quali la tratta degli schiavi e il saccheggio dell’Africa, il genocidio delle tribù indiane in America, i bombardamenti atomici di Hiroshima e Nagasaki, così come il bombardamento a tappeto del Vietnam.
Il presidente russo ha colto l’occasione per sostenere che l’Occidente non era cambiato da quando ha colonizzato brutalmente altri paesi e ha condotto guerre per ottenere un vantaggio economico e lo sfruttamento delle risorse dei paesi assoggettati. Gli esempi sono tanti e sono nella storia delle continue guerre americane sostenute con vari pretesti.
Putin ha avvertito l’Occidente della sua determinazione nel combattere fino alla fine e, dopo Samarcanda, ha manifestato al resto del mondo il desiderio di guidare un movimento globale contro l’egemonia statunitense.
Una sfida lanciata da Putin all’egemone di Washington che lo ha reso il nemico n. 1 dell’ordine globale di marca USA. Questo spiega la forsennata campagna di demonizzazione lanciata dal sistema mediatico occidentale che si accompagna ad una ventata di russofobia che colpisce anche i simboli della cultura russa.
Di contro sul versante russo si assiste ad una rivendicazione della propria storia e tradizione.
Così il legame con la tradizione spirituale della Santa Madre Russia è stato un punto chiave sottolineato da Putin nel corso del suo discorso.


Il leader russo aveva anche messo in rilievo che, dietro la scelta di milioni di residenti nelle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, nelle regioni di Zaporozhye e Kherson, c’è un destino comune e una storia millenaria. Secondo lui, le persone hanno trasmesso questa connessione spirituale ai loro figli e nipoti, nonostante tutte le prove, hanno portato amore per la Russia nel corso degli anni e nessuno può distruggere questo sentimento nel popolo russo.
Questo rende inconciliabile la posizione della Russia di Putin con la retorica ricorrente di Biden sulla difesa della democrazia ove, dietro le parole vuote, si è ormai capito che Biden non si riferisce alla democrazia generica nel suo insieme, ma in particolare all’egemonia elitario-liberale degli Stati Uniti (alias “la nostra democrazia”) unitamente alla supremazia del dollaro.
Esattamente questo è il problema dell’ elite di potere USA: Putin non attacca i pretesi “valori liberali” dell’Occidente ma attacca l’egemonia USA nel mondo e questo è avvertito come il maggiore pericolo.

Di conseguenza Biden e la sua squadra di neocons hanno dichiarato la volontà di distruggere la Russia, costi quello che costi. La loro reazione e stata rabbiosa.
La guerra per la Russia è ormai una lotta esistenziale e non potrà conoscere vie di mezzo o compromessi.
“La verità è dietro di noi, e in verità c’è la forza, che significa vittoria! La vittoria sarà nostra!” – ha detto Putin chiudendo una manifestazione sulla Piazza Rossa.

42 Commenti
  • Andrea Vannini
    Inserito alle 19:45h, 04 Ottobre Rispondi

    VIVA IL PRESIDENTE VLADIMIR PUTIN TERRORE DEI FASCISTI E DEGLI IMPERIALISTI

  • luther
    Inserito alle 19:46h, 04 Ottobre Rispondi

    Ma porca puttana, dopo tutte queste belle parole, condivisibilissime figuriamoci. Che succede in Ucraina? Pare che ci sia stata una controffensiva verso kerson ed ancora una volta le truppe russe sono arretrate. Di questo passo dove si arriverà? Qualcuno ha notizie su questa faccenda?

    • дуx
      Inserito alle 20:50h, 04 Ottobre Rispondi

      entro novembre, La Russia dara’ l’ultimatum alla junta degli idioti di Kiev., Se non la smetteranno e ritireranno cani mercenari occidentali. allora verra dichiarata la guerra all’ukraina. Salteranno tutti i nodi ferroviari, i ponti sui vari fiumi. Verranno rase al suolo le città , le centrali di energia e acqua, Qualora qualsiasi paese europeo (a cominciare dai maiali polacchi) iniziasse ad attaccare la Russia, partiranno missili dalla Bielorussia , e RADERANNO al suolo le capitali di questi bulli, e le centrali delle basi americane. Quindi italiani , tedeschi in primis siete avvisati

  • Benedetto d'hamonville
    Inserito alle 20:29h, 04 Ottobre Rispondi

    Lo abbiamo detto per ogni cosa arriva il momento di agire ora è il momento di lanciare i missili nucleari tattici Dio salvi la nostra madre russia

    • TOR
      Inserito alle 01:25h, 05 Ottobre Rispondi

      Appena li lancerete è giá pronta la risposra per voi

      • Giuliano
        Inserito alle 12:09h, 05 Ottobre Rispondi

        Può darsi che nessun stronzo di Kapò residente nei paesi USA-UK-UE possa rispondere !

  • flores
    Inserito alle 20:33h, 04 Ottobre Rispondi

    Tra pochi giorni arriveranno i rinforzi alquanto consistenti per compensare la carenza di soldati che numericamente in alcuni fronti erano insufficienti. La Russia in realtà ha già vinto in Ucraina coi referendum: vedremo quando si fermerà. Tra circa tre mesi si capirà tutto. Il vero gigantesco pericolo è rappresentato dagli Anglosassoni che non accetteranno mai il declino, già in atto, del dollaro. Il rischio di una guerra mondiale, anche nucleare, sta qui. Ricordiamo che gli attuali padroni del mondo sono dei satanici sociopatici, come ormai è dimostrato in molti casi, in primis da quello di Epstein. La bomba incombe. E per favore lasciamo perdere la parola fascista che non c’entra nulla. E così pure il termine nazista che i russi usano comprensibilmente per motivi nazionalistici, ma che pure in questo caso non c’entrano nulla. Avete mai visto nazisti che appoggiano gli Usa e gli ebrei? Cerchiamo di usare un linguaggio più appropriato alla realtà attuale: p.e. o si è mondialisti o antimondialisti. Sarebbe un buon inizio lessicale. Ma anche questo è ormai questione di lana caprina.

    • stefano
      Inserito alle 22:42h, 04 Ottobre Rispondi

      nazismo è anzitutto un modo di essere e di pensare prima che un’ideologia…credere di far parte di una razza superiore è nazismo (e questo è comune tanto agli occidentali quanto agli ucraini di buona parte dell’ucraina)…perseguitare e addirittura massacrare altri solo perchè di etnia diversa e perchè parlano una lingua diversa è nazismo….quando tutto il potere e gran parte della ricchezza sono concentrati nelle mani di una elite di delinquenti e di mafiosi allora si è di fronte a un sistema nazista ….in ucraina e in buon parte dell’occidente ricorrono tutti questi requisiti , quindi siamo in presenza di un nazismo diffuso in tutto il mondo occidentale e anche in buona parte di quello non occidentale (vedi australia e giapppone)…il nazismo ucraino naturalmente è diverso dal nazismo che oggi imperversa in altre nazioni ma questo non impedisce ai nazisti ucraini di accordarsi sia con gli usa -nato-ue nazisti e non impedisce a questi ultimi di usare i nazisti ucraini

      • Pippo
        Inserito alle 11:01h, 05 Ottobre Rispondi

        Noto con vivo disappunto che la propaganda anglosassone le ha fatto il lavaggio del cervello.Razza superiore?Ma non dica corbellerie.!Nazismo è organizzazione delle società secondo i canoni estetici ellenistici.L’Europa doveva diventare un’immensa Grecia come lo fu l’epoca aurea e luminosa dell’età di. Pericle.Non certo perpetuare il marciume attuale.Studi invece di ripetere a pappagallo le falsità’ propalate dai capitalisti.

      • Svetlana Dedulja
        Inserito alle 12:22h, 05 Ottobre Rispondi

        Perfetto, ,Stefano, così e’! Grazie.

        • Stefano
          Inserito alle 13:52h, 05 Ottobre Rispondi

          Si, si… Li abbiamo visti i tuoi nazisti “canoni estetici ellenistici” che fine hanno fatto… Cmq tranquillo, non preferisco certo i “canoni estetici” dei nazisti attuali usa-ue-nato

    • Nuccio Viglietti
      Inserito alle 10:16h, 05 Ottobre Rispondi

      Cose…fatti…si vedono meglio in prospettiva come quadri…risulta sempre più evidente che in corso seconda guerra mondiale si fronteggiarono…due nazismi….uno quello conclamato di marca tetesca con svastiche passi di oca etc….altro quello più sfumato ma altrettanto micidiale se non di più di marca askenazita anglosassone che già da oltre un secolo spadroneggiava in mezzo mondo…ricordiamoci come forze angloamericane si adoperarono a fine guerra per salvare maggior numero di capi e personaggi di rilievo nazisti tedeschi no eccessivamente compromessi…tra loro un gran numero di ucraini portati direttamente in Stati Uniti…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

      • Svetlana Dedulja
        Inserito alle 12:25h, 05 Ottobre Rispondi

        E, di sicuro, anche Hitler.

      • Pippo
        Inserito alle 17:56h, 05 Ottobre Rispondi

        Anche Stalin nel 1945 deportò centinaia di scienziati ed ingegneri tedeschi in Russia, per realizzare i loro progetti, soprattutto armi e sviluppo della scienza missilistica.Allora era nazista anche Stalin e l’Armata rossa?Nazisti tutti insomma, compresi io , lei, le suocere e parenti tutti… Beata ignoranza…Continui pure, che tanto fa ridere i polli!

  • natalino
    Inserito alle 21:22h, 04 Ottobre Rispondi

    Si i russi sono arretrati e arretreranno ancora evitando lo scontro da contatto diretto per slvare i suoi uomini in inferioritá numerica mentre stanno continuando a macinare la maccina militare Nato-Ucraina.
    Le perdite Ucraine e mercenarie sono a livello strage pandemica. Il suonatore del piano con il pene é sotto l’effetto costante di allucinogeni e ad ogni notizia di riconquista territoriale anche a livello fattoria cade in preda ad orgasmi ripetuti e violenti e nell’eccitazione continua ad ordinare contrattacchi he stanno sgretolando la su macchina bellica.
    Il bello, io credo, che lo vedremo da qui a qualche mese quando lo slancio dei contrattacchi e le forniture di armi che sta inviando l’occidente cominceranno ad affievolirsi. e ad assottigliarsi.
    A quel punto la Russia avrá preparato e messo a punto il suo nuovo corpo di spedizione con i volontari della mobilitazione parziale. Parlo di volontari perché finora non ci sono coscritti e in piú le frontiere sono aperte per chi vuole lasciare la Russia, checché ne dicano i cialtroni (ir)responsabili dell’informazione occidentale. Se qualcuno ha un poco di nozione della professione militare sa che tutti i paesi con un esercito, compresa l’Italia, prevede un’aliquota di riservisti su base volontaria da richiamare in caso di bisogno (sommosse, catastrofi naturali, guerre etc.).
    I russi arretrano perché vogliono macinare per bene la macchina militare occidentale e coinvolgerli direttamente attirandoli nello scontro ormai vitale per gli anglo-usa-sionisti.
    Se ci leviamo un po di mortadella dagli occhi capiremo che questa é una guerra di logoramento dove l’occidente non ha possibilitá di vincere. I primi e nefasti segnali di crisi ormai a livello sistenziale si stanno manifestando nelle popolazioni europee soprattutto in quella itagliana dove se paghi le bollette della luce non riesci a pagare il gas per cucinare, non parliamo poi di mettere insieme il pranzo con la cena.
    Il valore strategico non si ottiene con una battaglia vittoriosa livello tattico, lo si ottiene sderenando le risorse socio-economiche dell’avversario. La Russia finora é sulla buona strada é ha impostato la guerra per logorare e sfinire l’occidente..
    E qui purtroppo arriviamo alla conclusione che l’occidente fará di tutto compresa la guerra nucleare e le cose piú ignominiose che si possano immaginare per non soccombere.
    Se poi vogliamo ascoltare gigino o bibitaro che ha intenzione in futuro di sbarcare il lunario con attivitá di consulenza, dall’alto della sua preparazione sulle bibite, sicuramente avremo rappresentato un’altro quadro. Attenzione peró in alcune esternazioni il malaccorto dava l’idea che aveva difficoltá a capire la differenza tra bibita fresca e bitita a temperatura ambiente

    • ginocacino
      Inserito alle 13:27h, 05 Ottobre Rispondi

      … solo non ho capito se il tuo post rappresenta un auspicio, una speranza o una previsione; se si aspetta che il flusso di rifornimenti di armi, logistica uomini e mezzi verso l’Ucraina si affievolisca e si interrompa moriamo vecchi nel senso che avendo, praticamente, più di mezzo mondo fra i fornitori e difficile che questi esauriscono le scorte prima di quanto potrebbe accadere alla Russia
      ieri sui nostri canali mainstream come vengono astiosamente chiamati hanno fatto vedere in un servizio come i mainstream russi raccontavano la cosa e in effetti c’è molti commentatori che parlavano apertamente (cosi confermando) dei problemi dell’esercito in ucraina e in particolar modo nelle zone oggetto di controffensiva Ucraina e qualcuno comincia a puntare il dito verso il Cremlino quindi non è solo propaganda pro Ucraina o anti Russa!
      poi dici “Se ci leviamo un po di mortadella dagli occhi capiremo che questa é una guerra di logoramento dove l’occidente non ha possibilitá di vincere” … ma sei proprio sicuro? se dovessero davvero entrare in guerra diretta vs Russia, tutta la Nato sarebbe coinvolta e quest’ultima è molto più grossa e potente della Russia checche se ne dica quindi ripeto la domanda ne sei proprio sicuro?
      si i Russi hanno le armi nucleari ma ce l’hanno anche gli occidentali e non solo gli Americani e ne hanno già dislocate in moltissimi paesi che della Nato sono gli zerbini (tipo noi e il nostro), quindi ripeto ancora la domanda ne sei davvero e sinceramente sicuro? io no, ho molti dubbi; qualcuno su questo stesso sito s’è domandato …” se con pochi missili himars qualche drone e carri occidentali gli Ucraini hanno non solo resistito all’avanzata Russa ma addirittura sono in grado di portare avanti un offensiva entrando fin nel territorio Russo cosa potrebbero mai fare i Russi se davvero scendesse in campo tutta la Nato con tutto il suo arsenale?”
      mi pare che a parte il deterrente dell’Atomica ci sia un po’ poco poi io non sono un militare ne addentro alle questioni militari e la mia personale speranza (che la Russia esca vincitrice da questo conflitto con l’Ucraina

      • natalino
        Inserito alle 17:06h, 05 Ottobre Rispondi

        Io mi limito ad analizzare cose i fatti reali.
        La Russia, sta operando in modo da coinvolgere direttamente l’occidente. Lo scontro che finora procede al rallentatore ha lo scopo di attirarci dentro il conflitto. Gli anglo -usa-sionisti pur contribuendo significativamente con armi, con mercenari veri e travestiti, istruttori, stati maggiori misti che di tanto in tanto vengono attaccati e distrutti, intelligenza a livello strategico e tattico, operatori di sitemi d’arma avanzati in remoto e sul campo di battaglia etc., hanno finora furbescamente evitato il contatto diretto mandando al macello il meglio dell’esercito ucraino. In parole povere l’occidente sta facendo la guerra con il cu.lo degli altri.
        Il problema di fondo continuerá ad esistere e permanere se la Russia non riuscirá a combattere una vera guerra con l’occidente. Non dobbiamo scordarci che il tutto é stato programmato dall’occidente per distruggere e membrare la Russia. In parole povere se la Russia vince solo sul regime Zelensky non avrá risolto i suoi problemi esistenziali. Gli anglo -usa-sionisti continueranno ad attaccarla con altri pagliacci di turno fino a consegirne la sconfitta e la distruzione. La lista d’attesa é lunga, di pagliacci servili non ne mancano ( Polonia, Finlandia, Norvegia, Svezia e paesi baltici in generale, alcuni paesi dell’Asia centrale etc).
        Quindi per la Russia é imperativo fare la guerra direttamente con l’occidente non con un suonatore di piano con il pene.
        Le mosse sono sotto gli occhi di tutti: Rallentamento delle operazioni, arretramenti e stimolo della vanitá e imbecillitá dei draghi de noantri a coinvolgersi direttamente nel conflitto avendo l’impressione che la Russia é ormai sconfitta. La nostra propaganda (per malafede ma , io credo, per una buona dose d’incapacitá) non sta facendo il suo dovere e non espone analisi aderenti e veritiere di quello che sta bollendo in pentola, Putin sta alzando il livello di scontro in modo graduale in modo che il coinvolgimeto sia irreversibile e non ci permetta di uscirne all’ultimo momento e a piacimento. Un po come la rana che non percepisce che l’acqua sta progressivamente riscaldandosi fino al punto da morirci dentro bollita. Non si deve ascoltare la propaganda tendenziosa e fuorviante del pagliaccio e dei nostri mezzi d’informazione che vogliono far passare la coscrizione ucraina con relativa chiusura delle frontiere e corte marziale per i renitenti come un problema anche della Russia. La prima mobilitazione volontaria dei russi é un provvedimento “soft”, peró man mano che il convolgimento occidentale aumenterá, e diventerá diretto, automaticamente vedremo la mobilitazione generale e la coscrizione obbligatoria dell’esercito russo aumentare di livello. Tanto per intenderci la Russia ha un bacino di circa 25.000.000 di riservisti.

        • stefano
          Inserito alle 00:00h, 06 Ottobre Rispondi

          – “La Russia, sta operando in modo da coinvolgere direttamente l’occidente. Lo scontro che finora procede al rallentatore ha lo scopo di attirarci dentro il conflitto.”
          Scusa ma non ho capito di quale coinvolgimento parli…più coinvolti di così rimane solo l’intervento diretto della Nato in ucraina (intendono con gli scarponi!).
          – “se la Russia vince solo sul regime Zelensky non avrá risolto i suoi problemi esistenziali. Gli anglo -usa-sionisti continueranno ad attaccarla con altri pagliacci di turno fino a conseguirne la sconfitta e la distruzione. La lista d’attesa é lunga, di pagliacci servili non ne mancano ( Polonia, Finlandia, Norvegia, Svezia e paesi baltici in generale, alcuni paesi dell’Asia centrale etc).
          Quindi per la Russia é imperativo fare la guerra direttamente con l’occidente non con un suonatore di piano con il pene.”
          Insomma secondo te la russia vorrebbe arrivare allo scontro diretto con la Nato per distruggerla … però anche recentemente ho letto di molti altri che invece attribuiscono le buone maniere di Putin al fatto di voler evitare lo scontro diretto con la Nato! Peraltro se fosse come dici non capirei perchè Putin, dopo aver annesse le repubbliche varie dell’ucraina, avrebbe aperto a una soluzione politica che, se ci fosse, impedirebbe proprio quello scontro diretto con la Nato di cui invece parli.
          Mi piacerebbe che le cose stessero come dici te ma temo che non stiano affatto come ce le racconti! Non voglio unirmi al coro di troll o disfattisti o pessimisti che parlano di sostanziale sconfitta russa, ma non sono neppure tanto ottimista come lo sei tu! da parte russa ci sono stati grossi errori di valutazione dovuti anche al fatto che la dirigenza russa non è fatta certo di tipi alla stalin e simili ma di gente che a suo tempo collaborò col traditore Eltsin alla distruzione dell’Urss e alla quasi distruzione della stessa russia …tutta gente che fino all’altro ieri in cuor suo osannava e ammirava gli Usa e la stessa Nato e si illudeva di essere trattata alla pari …finchè si è dovuta svegliare dai sogni per salvare il salvabile : la russia e se stessa….. forse solo un vero cambio di strategia militare riuscirà a rimediare alla difficile o preoccupante situazione che si è creata a seguito della controffensiva ucronazista

          • natalino
            Inserito alle 16:28h, 06 Ottobre

            Non so se la Russia riuscirá a distruggere la NATO come non so se la NATO riuscirá a sconfiggere la Russia.
            Ma so che Putin sta conducendo tutta l’operazione per avere uno scontro diretto (corpo a corpo) con la NATO. I segnali ci sono tutti anche e soprattutto quelli occidentali. The Bidon(e) ringalluzzito dagli ultimi contrattacchi ukro-nazi sia pure a carissimo prezzo, ultimamente ha aperto alla fornitura di 1.000 carri armati “abrams” (quelli ex URSS stanno finendo) allo stesso modo Francia, Spagna e senza mancare anche l’Itaglia stanno programmando forniture di mezzi corazzati e artiglierie varie> Non parliamo poi della Polonia e dei paesi baltici. Manca dal coro la Germania che sta cominciando a fiutare la trappola. Qualcuno in occidente, senza piú freni in seguito alle effimere vittorie tattiche, sta giá parlando di fornire aerei della NATO ( gli aerei ex URSS sembrano ormai finiti).
            Putin dal canto suo non puó accettare di avere perennemente un pugnale conficcato sul fianco che quanto prima lo ucciderá ,sta progressivamente richiamando i riservisti su base volontaria, ma in seguito, se necessario, si arriverá alla coscrizione obbligatoria per tutti iriservisti e contemporaneamente prepara i reparti anche ad uno scontro nucleare.
            Quindi La Russia sta mandando messaggi per far capire che non si ritirerá dallo scontro> Tocca all’occdente decidere cosa vuole fare: 1)- riconoscere a Putin la vittoria strategica senza combattere; 2)- andare a vedere il gioco di Putin, ma con forti interrogativi sulla vittoria finale, e scoprire, in modo irreversibile, se sta bleffando o no.

          • natalino
            Inserito alle 16:36h, 06 Ottobre

            Accettare le trattative proposte da Putin significa riconocergli la vittoria strategica senza che la NATO scenda in campo per combattere corpo a corpo. Putin e i russi hanno giá indicato con i referendum cosa vogliono ottenere a questo livello del gioco.
            Se il gioco continua penso che le pretese aumenteranno.

  • Sando Kan
    Inserito alle 21:53h, 04 Ottobre Rispondi

    Il demoniaco verminaio globalista deve sprofondare negli inferi.
    Il fine giustifica i mezzi.
    Qualunque mezzo.
    Anche mr. Sarmat e mr. Poseidon.

    • Giorgio
      Inserito alle 08:08h, 05 Ottobre Rispondi

      Totalmente d’accordo ….
      Il liberal globalismo è un mostro che divora i popoli e anche se stesso … va fermato definitivamente senza esitazioni ….

  • Ubaldo Croce
    Inserito alle 22:33h, 04 Ottobre Rispondi

    Il quotidiano “Il messaggero” di Roma da notizie di una imminente e totale sconfitta russa e, addirittura,di Putin che sarebbe costretto a dimettersi e voi mi parlate che la Russia vorrebbe imporre il proprio ordine mondiale agli Usa? Mah!!!!???!!

    • Giuliano
      Inserito alle 23:54h, 04 Ottobre Rispondi

      Il messaggero da sempre è un quotidiano stupido cattolico e delle destra Filo-USA che da sempre pubblica Bufale e False Notizie destinate ad intortare ed illudere i poveri cretini ignoranti di italiani che lo leggono !
      Nella mia vita il Messaggero credo di averlo acquistato 1 sola volta a causa di uno sciopero Nazionale dei giornalisti dei quotidiani essendo l” unico giornale presente in edicola lo ho acquistato era 1980 o forse 81 ?
      Dopo aver letto la terza riga del stupido giornale della prima pagina ero così schifato delle cretinerie assurde scritte sul Messaggero che lo subito buttato in acqua !

      • Svetlana Dedulja
        Inserito alle 12:22h, 05 Ottobre Rispondi

        Perfetto, ,Stefano, così e’! Grazie.

    • frk
      Inserito alle 09:22h, 05 Ottobre Rispondi

      Non le resta che continuare a leggere “Il messaggero” ed aspettare il Risultato..

  • Tulio
    Inserito alle 00:00h, 05 Ottobre Rispondi

    Ho paura che aveva ragione Macron , e fa’ male solo pensarlo , Putin non andava umiliato ne messo al angolo , come invece sta’ succedendo . Ora il pericolo atomico e ‘ reale . Kerson cadrà nei prossimi giorni , perché L esercito russo è in minoranza numerica , è male addestrarto e a quanto pare male attrezzato …. La scusa delle ritirate tattiche non regge piu e anche in Russia se ne stanno accorgendo . A questo punto a Putin non restano molte soluzioni e ho paura che farà la scelta peggiore .

  • Carlo Montella
    Inserito alle 02:15h, 05 Ottobre Rispondi

    La propaganda di USA-UK-UE anti-Russia diffonde da 7 mesi bufale è false notizie su inesistenti vittorie Ucraine !
    Logicamente tace sulle immense perdite di soldati e mezzi Ucraini !
    7 mesi di sonore sconfitte Ucraine con la perdita tra morti ,invalidi e feriti di circa 400 mila soldati Ucraini e c” è qualche credulone idiota ignorante di italiano celebroleso che crede che i Russi perderanno questa guerra perché lo dice la TV oppure la rete internet Filo-USA Italiana !
    Alloa !

    • stefano
      Inserito alle 23:27h, 05 Ottobre Rispondi

      400.000 tra morti, feriti e invalidi ucraini? ma dove hai preso questa notizia? magari fosse come dici! a me sembra che lo stesso ministro della difesa russa (sotgiu) ha parlato di 100.000 ucraini fuori giuoco …non 400.000!

  • fictionary
    Inserito alle 07:44h, 05 Ottobre Rispondi

    LA TESTA DEL SERPENTE SARA’ SCHIACCIATA DA VLADIMIR

  • Sando Kan
    Inserito alle 10:43h, 05 Ottobre Rispondi

    “Il Messaggero”. Lo scrive il Messaggero .
    Desta particolare meraviglia che tuttora vi sia qualcuno che non solo legge il mainstream, ma che addirittura crede a ciò che scrivono.
    .
    Tuttora qualcuno (speriamo il meno possibile) non ha compreso, dopo 3 anni di psico-farsa-pandemica, cosa è realmente accaduto nelle cosiddette liberal democrazie occidentali.
    SVEGLIAAAAAAAAA
    È ORA DI USCIRE DALLA GROTTA
    C’È LUCE FUORI.

  • Gasparino
    Inserito alle 11:49h, 05 Ottobre Rispondi

    Mi dispiace e sono molto rammaricato. Fin’ora dagli Urali sono arrivati solo ululati di buone e giuste intenzioni ma con un contorno di molto demagogia , senza una vera strategia militare. Ce ne stiamo accorgendo dalla Waterloo di Putin con la retromarcia inserita.dei territori occupati. Non si accorge Putin che sta salassando il patrimonio Russo, senza portare risultati auspicabili ?
    Staremo a vedere !

  • Lorenzo
    Inserito alle 12:47h, 05 Ottobre Rispondi

    Se continua così in Ucraina l’unica cosa che cambierà in Russia sarà il sistema politico e Putin sarà processato dal tribunale all’Aja come hanno fatto con Milosevic. Poveri illusi, qualcuno pensa che la Russia possa vincere questa guerra che ha già perso. Il morale dei soldati è a terra, ogni giorno vengono persi km di terreno, l’aviazione viene costantemente abbattuta dagli armamenti occidentali. Sveglia gente, l’armata rossa è morta nel 1991 e forse anche prima

    • Cesare . C
      Inserito alle 13:34h, 05 Ottobre Rispondi

      Solamente un italiano invasato filo-usa ed ignorante e deficente al cubo può credere alla fantasia erotica di una Russia sconfitta e di Putin trascinato in catene nel” illegale tribunale del AJA che processa ed uccide solamente chi si oppone agli USA !
      La Yugoslavia era un piccolo staterello indifeso privo di aviazione moderna e priva di apparati missilistici a lungo raggio e di armi nucleari !
      Solamente un povero idiota illuso può pensare di vedere la Russia sconfitta e in bancarotta !
      P.S.
      La Russia ” Furbescamente ” potrebbe defilarsi militarmente dal conflitto rifornire di immense quantità di armamenti anche a lungo raggio e munizioni alle due Repubbliche Indipendenti perciò potrebbe ripagare i paesi criminali di USA-UK-UE -NATO e Ucraina con la stessa moneta !
      L” esercito Ucraino imbottito di armi occidentali e senza più un” aviazione russa che lo annienta potrebbe tentare di attaccare e invadere i due nuovi Stati Indipendenti Russi i quali disponendo di armi e munizionamento ed equipaggiamento in quantità illimitata con una guerra guerreggiata impantano le forze armate Ucraine e di USA-UK-UE in una guerra persa dove pure passano dalla parte del torto !
      Un devastante attacco missilistico a sorpresa della piccola Repubblica indipendente di Crimea sulla base USA di Comiso in Italia sarebbe giustificato anche a livello internazionale !

      • Lorenzo
        Inserito alle 10:41h, 06 Ottobre Rispondi

        Certo certo, ne riparliamo quando kherson cadrà entro il mese, gli ucraini possono perdere tonnellate di materiale, avranno sempre le spalle coperte. Non serve essere filo-russi per capire che Putin non ha speranze, ha cominciato a prendere sberle dal primo giorno dell “operazione speciale”, sono mesi che non hanno iniziative serie sul campo perchè i depositi di armi sono stati fatti saltare sistematicamente dagli himars. All’epoca la Serbia doveva confrontarsi con piccoli staterelli separatisti, oggi la Russia ha davanti delle potenze mondiali tecnologicamente avanzate

        • Cesare . C
          Inserito alle 13:06h, 06 Ottobre Rispondi

          Continua a sognare Lorenzo una vittoria Ucraina e dei paesi USA-UK-UE che non ci sarà mai !

          Tanto la guerra è persa per gli Ucraini e i continui rifornimenti di rottami militari USA-UK-UE-NATO vetusti da inviare contro la Russia stanno per finire !
          Inoltre i paesi USA-UK-UE sono in bancarotta e con i loro popoli alla fame perciò di inviare armi nuove agli Ucraini e di farle pagare CON NUOVE TASSE ESOSE ai cittadini Italiani -francesi-Inglesi-Americani-eccetera potrebbe scatenarsi una rivoluzione spontanea nei paesi Occidentali !
          Le enormi perdite di soldati Ucraini ( forse già mezzo milione tra morti-feriti-prigionieri ) cominciano già da mesi a farsi sentire !
          Perciò gli immensi rifornimenti Occidentali te li attaccati al Tram !

    • stefano
      Inserito alle 23:32h, 05 Ottobre Rispondi

      ti piacerebbe che fosse come dici, vero? scommettiamo che tutto quello che hai detto riguardo ai russi e a Putin succederà ai tuoi amici del c….o (letteralmente) ?

  • Ubaldo Croce
    Inserito alle 12:49h, 05 Ottobre Rispondi

    Io non sono affatto un lettore de “Il messaggero”. Ho letto la notizia in rete e l’ho riportata. Adesso non so se “Il messaggero” faccia propaganda oppure la notizia è vera. Si parla di un notevole arretramento dell’Esercito Russo. Ovviamente mi auguro che non sia vero. Ma se lo fosse non c’è affatto da stare allegri.

    • Jail To Valerio
      Inserito alle 12:54h, 05 Ottobre Rispondi

      ma che minchia dici booomer? ma la leggi la stampa estera? americana , russa , tedesca? i social o sei solo un troll di merda pieno è questo sito di troll ukro malati! La Russia ha vinto ei ha spaccato il cvlo !
      Go home yankee! Slava russya incvlo la nato nazicriminale drogata satanista assassina!

  • Jail To Valerio
    Inserito alle 12:57h, 05 Ottobre Rispondi

    La Russia ha respinto ieri attacchi a Kherson ed è avanzata in altre direzioni a nord est , gli ukro nazi banderas drogati di metanfetamina e di oppio ne hanno prese a iosa come al solito !
    Non credet alle scemenze di trolls pagati per disseminare odio e disinformazione dalla nato e dalla naziUe dei vaccini delle bombe sul Donbass e sugli italiani!

  • giovanni
    Inserito alle 15:56h, 05 Ottobre Rispondi

    Consentitemi fare una precisazione : tatticamente perdere o guadagnare qualche migliaio di chilometri quadrati di pianura priva di riparo, non ha nessun significato. Questa guerra, ma un po’ tutte, hanno come scopo principale la distruzione massima possibile di uomini e materiale bellico. E’ questo lo scopo quasi unico che ogni stratega militare tende a raggiungere. Poiche’ raggiungere questo scopo significa, ed ha sempre significato, vincere la guerra. In guerra avere una linea di rifornimenti breve e’ preferibile ad una lunga, specialmente in uno scenario completamente pianeggiante, privo di ripari, come e’ l’Ucraina. L’ obiettivo di qualunque generale e’ : avere truppa fresca motivata ed addestrata, e il miglior equipaggiamento disponibile al momento. Inoltre avere a disposizione una copertura aerea, in quantita’ e qualita’, che crea un vantaggio incolmabile se il nemico non riesce a contrastarla. Pertanto val la pena di aspettare, le notizie giornaliere di vittorie o arretramenti strabilianti, fanno parte della propaganda di ambo i contendenti.

  • Cesare
    Inserito alle 18:42h, 05 Ottobre Rispondi

    Giovanni hai perfettamente ragione !
    La Russia ha una linea di rifornimento (malandata mal organizzata ) la linea però è molto corta NON hanno problemi né di carburante né di cibo perciò le truppe Russe godono di rifornimenti quasi continui e di rotazione delle truppe !
    Gli Ucraini ormai hanno un sistema logistico aereonautico ,ferroviario e viario semi-bloccato sono senza cibo né carburante NON esiste rotazione delle truppe ( riposo ) perciò gli enormi rifornimenti di nuove armi e munizioni e parti di ricambio sono bloccati da una specie di strozzatura che logora e aumenta di molto i costi militari e determinerà la INEVITABILE sconfitta Ucraina e di USA-UK-UE !

Inserisci un Commento