La Russia denuncia le sanzioni degli USA per ostacolare gli aiuti contro la pandemia

Le sanzioni unilaterali devono considerarsi illegittime di per se stesse, ha argomentato il cancelliere russo Segei Lavrov, ma diventano “immorali ed inumane” quando si utilizzano per ostacolare i paesi che lottano per contenere la pandemia del Covid-19.
“Le sanzioni che si utilizzano per evitare che alcuni paesi ricevano gli aiuti medici per fare fronte al Coronavirus sono completamente inaccettabili”, ha dichiarato il cancelliere Lavrov nel citare gli sforzi degli Stati Uniti per bloccare l’invio di medicinali e presidi sanitari a Cuba.
Nel corso di un incontro con giornalisti russi ed internazionali svoltosi durante una video conferenza a Mosca, il cancelliere russo ha ricordato che anche il segretario generale dell’ONU Antonio Guterres aveva esortato a eliminare tutte le restrizioni economiche che possono impedire la lotta contro la pandemia del coronavirus.
“Già molto prima che scoppiasse la pandemia la Russia e altri stati avevano optato per l’eliminazione di queste sanzioni per ragioni umanitarie, visto che queste sanzioni pregiudicano la salute pubblica e il benessere delle popolazioni nei paesi che sono oggetto di sanzioni”, ha sottolineato Lavrov.
Il ministro Lavrov in particolare ha notato l’incidente per cui gli USA hanno bloccato un equipe medica destinata a Cuba che era stato inviato dall’impresario cinese Jack Ma. Un atto di vigliaccheria questo contro la popolazione cubana.
Il diplomatico russo ha criticato i tentativi di Washington di screditare i medici cubani che lavorano in dozzine di paesi per aiutare a contenere la pandemia, aggiungendo che il popolo cubano merita rispetto e serve come esempio per il resto del mondo.

Cubani contro il blocco USA


Nota: I media atlantisti non menzionano le critiche che dall’ONU e da molti altri paesi vengono indirizzate agli USA ed ai governi occidentali complici delle sanzioni di Washington. Una forma di censura per evitare le critiche alla superpotenza dominante ed al suo atteggiamento anti umanitario che attua in contrasto con le dichiarazioni di principio espresse in molte occasioni di voler difendere i “diritti umani”. La maschera di ipocrisia degli Stati Uniti (e dei paesi occidentali) si rende evidente davanti al mondo.

Fonte: Al Mayadeen

http://espanol.almayadeen.net/news/politics/1391934/rusia-denuncia-sanciones-de-ee-uu–para-obstaculizar-esfuerz

Traduzione: Luciano Lago

7 Commenti

  • Teoclimeno
    15 Aprile 2020

    La brevità, è l’anima del discorso: giornalista servo del sionista.

  • Teoclimeno
    15 Aprile 2020

    D’altronde, se non avessimo una Stampa serva e vile, non ci ritroveremmo di certo in questa penosa situazione.

  • Eugenio Orso
    15 Aprile 2020

    Le sanzioni, in questi frangenti, servono a moltiplicare i morti fra le popolazioni che resistono al potere dell’infame élite finanz-globalista-giudaica, che è la stessa che ha ordinato agli usa l’uso dell’arma biologica Covid19.
    I conti tornano …

    Cari saluti

  • atlas
    15 Aprile 2020

    nelle Due Sicilie le Monete erano d’oro, non carta a debito

    Prof. Giacinto Auriti: https://www.facebook.com/watchparty/156561652380754/?entry_source=USER_TIMELINE

    Napoli? forse non tutti sanno cos’era la sua storia :

    1735. Prima Cattedra di Astronomia
    1737. Primo Teatro al mondo (S.Carlo di Napoli)
    1754. Prima Cattedra di Economia al mondo
    1763. Primo Cimitero Italiano per poveri (Cimitero delle 366 fosse)
    1781. Primo Codice Marittimo del mondo
    1782. Primo intervento in Italia di Profilassi Antitubercolare
    1783. Primo Cimitero in Europa per tutte le classi sociali (Palermo)
    1792. Primo Atlante Marittimo nel mondo (Atlante Due Sicilie)
    1801. Primo Museo Mineralogico del mondo
    1807. Primo Orto Botanico
    1813. Primo Ospedale Psichiatrico (Reale Morotrofio di Aversa)
    1818. Prima nave a vapore nel mediterraneo “Ferdinando I”
    1819. Primo Osservatorio Astronomico, a Capodimonte
    1832. Primo Ponte sospeso, in ferro, in Europa sul fiume Garigliano
    1833. Prima Nave da crociera in Europa “Francesco I”
    1835. Primo istituto per sordomuti
    1836. Prima Compagnia di Navigazione a vapore nel mediterraneo
    1839. Prima Ferrovia, tratto Napoli-Portici
    1840. Prima fabbrica metalmeccanica per numero di operai
    1841. Primo Centro Sismologico (Ercolano)
    1841. Primo sistema a fari lenticolari a luce costante
    1843. Prima Nave da guerra a vapore “Ercole”
    1845. Primo Osservatorio meteorologico
    1845. Prima Locomotiva a vapore costruita a Pietrarsa
    1852. Primo Bacino di Carenaggio in muratura (Napoli)
    1852. Primo Telegrafo Elettrico
    1856. Expò di Parigi, terzo paese al mondo per sviluppo industriale
    1856. Primo Premio Internazionale per la produzione di Pasta
    1856. Primo Premio Internazionale per la lavorazione di coralli
    1860. Prima Flotta Mercantile e Militare
    1860. Prima Nave ad elica “Monarca”
    1860. Prima città d’Italia per numero di Teatri (Napoli)
    1860. Prima città d’Italia per numero di Tipografie (Napoli)
    1860. Prima città d’Italia per di Pubblicazioni di Giornali (Napoli)
    1860. Primo Corpo dei Pompieri
    1860. Prima città per numero di Conservatori Musicali (Napoli)
    1860. Primo Stato per ricchezza di oro (443 milioni)
    1860. La più alta quotazione di rendita dei Titoli di Stato
    1860. La più bassa percentuale di mortalità infantile
    1860. La più alta percentuale di medici per abitanti
    1860. Il minore carico Tributario Erariale in Europa

    DUESICILIEXIT !

    • Teoclimeno
      15 Aprile 2020

      Signor ATLAS, si chieda come sia stato possibile che una nazione tanto prospera, sia potuta capitolare, e avrà la risposta su quanto sta accadendo oggigiorno in Italia.
      Cordiali saluti. TEOCLIMENO

      • atlas
        15 Aprile 2020

        so solo che, almeno oggi, non sto bene, a stento riesco a scrivere. Grazie a Luciano Lago, veramente, che ci fa discutere, ma io senza donne non capisco più nulla … per me è difficile vivere (non mi sono MAI masturbato in vita mia, nemmeno da bambino, educazione cattolica MOLTO rigorosa)

        fino al 2025 non ne usciremo…cosa accade ?

        https://www.youtube.com/watch?v=OBNYmgkeHe8

        uffaaa

  • atlas
    15 Aprile 2020

    chiedo scusa, il mio commento voleva essere inserito nell’articolo precedente, quello che riguarda il debito

Rispondi a Teoclimeno cancella risposta

*

code