La Russia conferma: la Siria distrugge missili israeliani vicino a Damasco

Le unità della difesa aerea siriana hanno intercettato e distrutto due missili guidati israeliani alla periferia di Damasco, nell’ennesimo attacco del regime sionista

Lo ha annunciato domenica il contrammiraglio Vadim Kulit, capo del Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria, durante un briefing, secondo l’agenzia di stampa locale Russia Today .

I missili sono stati lanciati da due caccia F-16 israeliani, spingendo l’esercito siriano a neutralizzare entrambi i proiettili in aria sopra la città di Sayida Zainab, che si trova a circa 10 chilometri a sud di Damasco, ha detto Kulit.

Le unità di difesa siriane che hanno partecipato all’operazione erano “equipaggiate con sistemi Buk-M2E di fabbricazione russa”, hanno aggiunto i militari.
Questo è il terzo round consecutivo in una sola settimana che il regime israeliano effettua attacchi aerei contro il territorio siriano; il primo si è svolto lunedì nella provincia settentrionale di Aleppo e il secondo giovedì nella provincia centrale di Homs.

Dallo scoppio del conflitto in Siria nel 2011, Israele ha più volte attaccato obiettivi militari o civili nel Paese levantino per fermare la rapida avanzata dell’esercito siriano verso i covi di bande radicali; tuttavia, nella maggior parte dei casi, le unità di difesa aerea della Siria hanno sventato tali offensive.

Difesa aerea siriana

Il governo di Damasco, presieduto da Bashar al-Asad, denuncia che il regime israeliano, attraverso questi attacchi, cerca di sostenere gruppi terroristici con l’intento, tra gli altri obiettivi, di destabilizzare la regione dell’Asia occidentale. Inoltre, chiarisce che risponderà a tempo debito alle violazioni militari israeliane.

Siria: gli attacchi israeliani non fermeranno la nostra lotta al terrorismo
In questo stesso contesto, il ministero degli Esteri siriano ha sottolineato martedì che le aggressioni israeliane contro il paese arabo non saranno in grado di distogliere l’esercito siriano dalla sua lotta contro i gruppi terroristici e i loro sponsor.
Nota: I terroristi ed i loro sostenitori, americani e sionisti, non l’avranno vinta. Israele e gli USA si danno il cambio per colpire la Siria.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

20 Commenti
  • Eugenio Orso
    Inserito alle 09:53h, 26 Luglio Rispondi

    I “padrini” bastardi dei tagliagole non mollano la presa ….
    Soprattutto le bestie ebree assassine, sempre pronte alla guerra e alla distruzione.
    I russi dovrebbero risolversi ad abbattere direttamente gli aerei con la stella umanioide di davide …

    Cari saluti

    • Annibal61
      Inserito alle 11:39h, 26 Luglio Rispondi

      I russi, attraverso i servizi segreti, dovrebbero cominciare con la eliminazione di sionisti di primo livello vorrai dire.

      • Eugenio Orso
        Inserito alle 12:16h, 26 Luglio Rispondi

        Sicuramente sarebbe un’azione clandestina decisiva, perché eliminirebbero progressivamente i “centri di comando e controllo” del nemico.
        Tuttavia, potrebbero anche contribuire a creare vere opposizioni al nemico in Europa occidentale, l’ideale sarebbe in Francia, ma anche in Italia, nonostante le condizioni pietose del paese e, anzi, proprio per quelle.
        Purtroppo, almeno fino al 2008 (in Georgia) i russi si sono esclusivamente difesi e oggi continuano a combattere da gentiiluomini, nel rispetto del diritto internazionale, un nemico spietato privo di etica e di regole, che non rispetta niente e nessuno (com’è chiaro nel caso degli ebrei e degli usa).

        Cari saluti

  • Riccardo
    Inserito alle 10:32h, 26 Luglio Rispondi

    I russi non possono abbattere aerei dello stato sionista poiché molti immigrati ebrei vengono dalla Russia e dall’Ucraina. E sono anche i più razzisti e quelli che vogliono continuare ad occupare nuovi territori. Ormai il popolo palestinese è destinato a sparire e a subire quello che i loro stessi carnefici hanno subito. Solo gli arabo-israeliani puri,, quelli nati in Palestina, possono opporsi a questa occupazione criminale . Ricordiamoci che il colpo finale alla Palestina è stato inflitto dal “porco dalla carnagione rosa” di nome Trump che ha riconosciuto Gerusalemme come la nuova capitale dello stato sionista. l’Europa sempre più ipocrita e indifferente, che vive ancora dei rimorsi per quello che hanno vissuto gli ebrei, si gira dall’altra parte, è più facile perché nessuno può o deve permettersi di criticare le politiche criminali di Israele.

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 12:57h, 26 Luglio Rispondi

    Gli occupatori ebrei della Palestina che vengono dalla Russia sono ebrei e non russi, non credo che ai russi importi molto di quetsa feccia.
    I russi non abbattono gli aerei pirata ebrei che bombardano la Siria per evitare un conflitto più ampio, perché ciò fornirebbe un pretesto per un intervento amercano/nato.

    Cari saluti

    • Hannibal7
      Inserito alle 14:26h, 26 Luglio Rispondi

      Egregio sig EUGENIO ORSO quello che scrive lei è ragionevolmente giusto
      Purtroppo Israele è uno stato membro associato della Nato nel Mediterraneo insieme a Marocco,Algeria e Giordania
      A mio parere però questo entra in contrasto col fatto che la Nato si è sempre dichiarata un’alleanza militare di tipo difensivo…una cazzata ovviamente
      Quindi il fatto che i russi siano oltremodo prudenti ad affrontare i caccia israeliani ci può stare
      Questo però comporta una impunibilità delle azioni di aggressione militare da parte sionista
      Cioè,in poche parole e a conti fatti,la Siria per assurdo può solo difendersi e limitare i danni senza però attaccare direttamente il territorio di Israele….un’assurdità che non avrà mai fine
      Non c’è, poi,neanche il motivo di dire che i siriani potrebbero denunciare queste aggressioni in sede ONU….una organizzazione assolutamente inutile
      Non fosse stato così,a quest’ora i russi ne avrebbero fatto solo macerie di Israele
      E avrebbero fatto un favore al mondo intero
      Dasvidania egregio

      • atlas
        Inserito alle 15:39h, 26 Luglio Rispondi

        ora pure gli insulti diretti, il trasformare il sito in una chat per tredicenni, lo sminuirne il valore culturale e morale, ma tutto vale solo per certe persone troll democratiche che rimangono impunite. E la mia strategia è sempre la stessa, anche dovessi scrivere contro tutti: non do da mangiare ai troll democratici (non gli rispondo nemmeno nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

        • atlas
          Inserito alle 15:44h, 26 Luglio Rispondi

          l’obiettivo sono io, Musulmano Sunnita, Nazional Socialista antidemocratico e Siciliano politicamente quindi nè omofilo nè pedofilo. Prendetevela con me e lasciate stare i miei amici

        • atlas
          Inserito alle 19:02h, 26 Luglio Rispondi

          la mia strategia è sempre la stessa, anche dovessi scrivere contro tutti: non do da mangiare ai troll democratici (non gli rispondo nemmeno nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

      • Hannibal7
        Inserito alle 17:52h, 26 Luglio Rispondi

        Ciao….testa disabitata

        • atlas
          Inserito alle 19:03h, 26 Luglio Rispondi

          la mia strategia è sempre la stessa, anche dovessi scrivere contro tutti: non do da mangiare ai troll democratici (non gli rispondo nemmeno nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

      • Giorgio
        Inserito alle 19:25h, 26 Luglio Rispondi

        Ma quali multi account ……. se vuoi ti mando foto, indirizzo, luogo di lavoro ……
        cosi se sciaguratamente mi incontrerai saprai chi tra me Hannibal e Atlas ti prenderà a calci in culo …….
        Chiedo scusa alla Redazione …… ma se non si eliminano i Troll …… non si può sempre sopportare ……

        • atlas
          Inserito alle 20:21h, 26 Luglio Rispondi

          a calci in culo ? Crocifiggerlo a una pianta di ulivo Mediterraneo, come facevano i Resistenti Siciliani coi soldati piemontesi catturati

        • Hannibal7
          Inserito alle 11:49h, 27 Luglio Rispondi

          GIORGIO….i calci in culo fanno poco male
          Fare come nel film HANNIBAL…quando volevano eliminare il dottor Hannibal Lecter in Sardegna
          Chi ha visto il film sa come va a finire quella scena.
          Mitico il dott Lecter!!! Da lui il nickname….

    • Riccardo
      Inserito alle 15:38h, 26 Luglio Rispondi

      Larry Fink, è un miliardario americano di origine ebraica. E’ un uomo molto potente, non tanto perché è miliardario, ce ne sono tanti altri come lui, ma Larry Fink è anche fondatore e CEO di BlackRock, il fondo comune d’investimento più importante del mondo finanziario.
      Per capire quanto sia importante questo fondo, e quindi il potere che detiene chi lo gestisce, basta soffermarsi su questa cifra:
      7.400 miliardi di dollari gestiti, 5/6 volte il PIL dell’Italia.
      Disporre di una cifra del genere vuol dire che ovunque sposti i soldi generi turbolenza finanziaria. Il fondo di Larry Fink controlla molte delle più importanti multinazionali oggi esistenti. Come tutti i miliardari di successo, anche Larry Fink si sente un eletto, un predestinato, quindi esterna pensieri di questo tipo:

      «La democrazia, così come l’abbiamo intesa finora, si è dimostrata un disastro, non è in grado di gestire il mondo, ci ha portato alla distruzione del pianeta, ha portato guerre, ha portato incapacità decisionale e incapacità di visione da parte dei governi. Ha portato al sovrappopolamento del Pianeta. Ha portato alla creazione di una enorme massa di poveri ignoranti, che non fanno altro che perpetuare questo sistema democratico fino a distruggere tutto. Il mondo, l’economia, la politica, dovrebbero essere gestiti da chi è capace, da chi è visionario, da chi sa. Se un Paese non è in grado di gestire la propria economia arriviamo noi. Ci pensiamo noi a creare ricchezza, a creare futuro».

      In sostanza, Larry Fink crede che il mondo vada gestito da una elite capace, di cui lui si sente parte, perché gli altri esseri umani non sono all’altezza.

      In realtà, avrebbe anche ragione. La democrazia non funziona come dovrebbe. Ma questo succede proprio perché ci sono persone come Larry Fink, ultrapotenti e pieni di soldi, che condizionano la vita politica delle nazioni portando al potere gente che non fa l’interesse del popolo, bensì quello delle elite finanziarie, di cui Larry Fink fa parte.

      Per non parlare poi delle multinazionali, partecipate da BlackRock e scelte da Larry Fink. Si tratta di aziende globalizzate che hanno sede in paradisi fiscali e non pagano tasse da nessuna parte. Alcuni di questi paradisi sono posti a due passi da noi, ad esempio Andorra e l’insospettabile Olanda, altri in posti da sogno, quali le Isole Cayman e Vanuatu. Ce ne sono centinaia, e a questo lungo elenco se ne aggiunge ogni anno qualcun altro, giusto per confondere le acque e generare nuove opportunità di evasione alle multinazionali e ai super miliardari

      Ci poniamo allora questa semplice domanda (che Larry Fink non si pone):
      Come fa a funzionare bene una democrazia in mezzo ai predatori della finanza che si portano via ogni ricchezza?
      E’ come sperare che un branco di cernie prosperi e si riproduca in gabbia e in mezzo a un branco di pescecani.
      Se potessimo liberarci da tutti i Larry Fink e da tutte le multinazionali che infestano questo pianeta, staremmo tutti meglio. Anche Larry Fink starebbe meglio, non avrebbe più la preoccupazione di dover prendere faticosamente le redini del mondo per aiutarci a sopravvivere.
      Il mondo, senza gente come lui, senza le multinazionali e senza la finanza apolide girerebbe molto meglio.
      QUESTI SONO I VERI CRIMINALI !

      • atlas
        Inserito alle 15:42h, 26 Luglio Rispondi

        cioè ? E’ la democrazia (il male assoluto) che dovrebbe funzionare bene ?

      • Giorgio
        Inserito alle 19:19h, 26 Luglio Rispondi

        Ma che vuol dire …….. che senza i pescecani della finanza la democrazia liberale sarebbe il paradiso terrestre ?
        Ma per favore ……..

  • eusebio
    Inserito alle 18:59h, 26 Luglio Rispondi

    Le vecchiotte batterie SAM sovietiche tirano giù tutti i missili anglosionisti che vengono lanciati sulla Siria, e nonostante questo gli yankee si apprestano a schierare decine di caccia F-22 a Guam e Tinian pronti ad attaccare le forze cinesi che si stanno addestrando con marines e mezzi da sbarco per il probabile imminente attacco a Taiwan.
    Ormai nel Pacifico lo scontro è imminente, mentre i russi stanno nicchiando nello scontro finale con il regime di Maydan.
    Intanto però i banderisti bombardano i civili del Donbass e organizzano tours sessuali per i turchi nelle città russofone come Karkhiv.
    Forse Putin si è rammollito.

    • NESSUNO
      Inserito alle 03:14h, 28 Luglio Rispondi

      quello schifo di toursessuali avvengono in tutto il paese purtroppo

Inserisci un Commento