APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

La Russia chiede all’Iran di usare una base aerea sul suo territorio

La Russia ieri ha chiesto all’Iran di fornire l’accesso alla base militare Noyeh (Base aerea militare di Noyeh) nell’Iran nord-occidentale per sostenere la sua guerra in Siria, nell’ambito della cooperazione strategica fra i due paesi.

Si presume che la base aerea sarà utilizzata come un aeroporto di transito sulla strada per la Siria, dove gli aerei militari e militari di trasporto russi saranno riforniti. Fonti siriane dicono che stiamo parlando di diversi aerei bombardieri strategici e di 4 aerei cisterna IL-78.
La base di Noea era già utilizzata dal Comitato per l’aviazione civile russa – nell’aprile di quest’anno ed è stato riferito che i bombardieri russi a lunga distanza che volavano per bombardare le posizioni dei miliziani nella Siria orientale erano rimasti su quella base d’appoggio .

Nel 2015, una base aerea situata nella zona di Hamadan aveva già un’alta attività dell’Aeronautica della Federazione Russa, ma i piani per l’uso costante di questa base sono stati messi fuori servizio nel 2016, poiché l’Iran ha espresso insoddisfazione per il fatto che questi piani erano stati diffusi nella stampa, e alla fine del 2016 è stato annunciato che l’uso di questa base aerea era stato sospeso “per il momento”.

Il Ministero della Difesa della Federazione Russa, finora non ha rilasciato commenti formali. Non si può escludere che la fuga di queste informazioni alla stampa fosse finalizzata a interrompere questo accordo, dal momento che l’Iran è sensibile alle fughe di elementi di accordi segreti alla stampa.

La notizia conferma la cooperazione sempre più stretta fra  Mosca e Teheran ed è fonte di preoccupazione per Israele e per Washington.

Fonte: Colonel Cassad

*

code