La Russia chiarisce quando potrebbe usare le sue armi nucleari

La Russia ribadisce che utilizzerà armi nucleari solo in caso di aggressione che metta in pericolo la sua esistenza come Stato.

Durante un’intervista al canale televisivo Rossiya 1 , il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha riferito martedì che la dottrina nucleare del suo Paese prevede solo “misure di risposta volte a prevenire la distruzione della Federazione Russa per mezzo di attacchi nucleari diretti o di altro tipo armi che metterebbero in pericolo l’esistenza stessa dello stato russo.

A questo proposito, ha ricordato che il presidente russo Vladimir Putin ha più volte sottolineato che in una guerra nucleare non ci possono essere vincitori e non si deve mai combattere e che Mosca continua a rispettare sistematicamente lo spirito e la lettera del Trattato di Proliferazione non nucleare.

Inoltre, il capo della diplomazia russa ha avvertito coloro che speculano costantemente sulla questione della guerra nucleare di essere consapevoli delle proprie responsabilità.
Infatti, secondo i fondamenti della sua dottrina, la Russia considera le armi nucleari “esclusivamente come mezzo di deterrenza”.

Forze missilistiche russe

Di fronte alle accuse secondo cui la Russia potrebbe utilizzare armi nucleari durante la sua operazione militare in Ucraina, il Paese eurasiatico ha sottolineato che non cerca di utilizzare armi nucleari nelle sue operazioni contro l’Ucraina , perché non vi è alcuna minaccia di aggressione con armi di distruzione di massa.

Fonte: Hispan TV

Traduzione: Luciano Lago

Nessun commento

Inserisci un Commento