APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

La Russia celebra il 4°anniversario dell’annessione della Crimea

La bandiera della Crimea viene sventolata sugli edifici statali in tutta la Russia per celebrare l’anniversario dell’annessione della Crimea come parte del paese con oltre 100.000 persone intervenute.
Una grande festa popolare si è svolta sulla piazza Rossa di Mosca con circa 100.000 persone, secondo le stime della polizia, che si sono riunite sulla grande piazza mercoledì per celebrare l’anniversario della riunificazione della Crimea con la Russia. Il presidente Putin si è unito all’evento e ha cantato l’inno nazionale russo sul palco.
Il presidente Vladimir Putin ha partecipato alla manifestazione ed è apparso sul palco per congratularsi personalmente con tutti i presenti per l’occasione.

La regione della Crimea era stata integrata alla Russia dopo un referendum che era stato un plebiscito popolare, sebbene controverso e boicottato da coloro che erano fedeli al governo golpista in Ucraina e condannato dall’Unione Europea e dagli Stati Uniti.

Un anno dopo l’acquisizione della Crimea da parte della Russia, i residenti avevano subito crescenti difficoltà a causa dell’aumento dei prezzi e dei molti timori per il futuro. Il governo ucraino aveva tagliato tutti le utenze alla Crimea, incluse le rendite per i penzionati ed aveva cercato di isolare la penisola. La Russia ha dato avvio alla costruzione di un gigantesco ponte che unisce la penisola alla terraferma, i cui lavori sono quasi ultimati.

Nonostante tutte le difficoltà, la popolarità del presidente Vladimir Putin è aumentata vertiginosamente e la maggior parte degli abitanti della Crimea, come i pensionati, dicono di averne beneficiato.

Festa per anniversario Crimea

La vita era dura quando la Crimea faceva parte dell’Ucraina, ma non si sta rivelando più facile come parte della Russia, che è stata colpita dalle sanzioni economiche occidentali per l’annessione della Crimea e dal sostegno della Russia per i separatisti che combattono nell’Ucraina orientale.

Tali difficoltà non hanno impedito le celebrazioni iniziate lunedì in Crimea, l’anniversario del referendum che ha mostrato il 97% di sostegno per l’adesione alla Russia.

La festa di un giorno includerà anche un concerto a Mosca oggi.

Sebbene l’UE e gli Stati Uniti abbiano rapidamente imposto sanzioni alla Russia in seguito alla sua mossa in Crimea, il presidente Putin ha chiarito che non ha rimpianti atraverso un documentario televisivo trasmesso domenica.

Vedi: Youtube.com/watch

“L’obiettivo finale era dare alle persone la possibilità di esprimere la loro opinione su come vogliono vivere in futuro”, ha detto a proposito del referendum, descrivendo l’invio di forze russe in Crimea per impedire lo spargimento di sangue e salvare vite umane.

Nonostante i problemi che devono affrontare, la maggior parte dei Crimeani sono ancora lieti di far parte della Russia, dicono i suoi leader.

“Le valutazioni del presidente in Crimea sono quasi al 100%”, ha detto a Reuters il primo ministro della Crimea, Sergei Aksyonov, in un modesto ufficio con le bandiere della Russia e della Crimea.

“Nove su dieci persone dicono di sostenere (l’annessione) e voterebbero allo stesso modo di nuovo”, ha detto.

Il Cremlino è fermo sull’annessione, anche se gli Stati Uniti e l’UE lunedì hanno nuovamente condannato l’acquisizione della Crimea, hanno descritto il referendum come una “finzione” e hanno affermato che le sanzioni rimarranno in vigore. Gli stessi governi che hanno condananto l’annessione della Crimea sono quelli che hanno riconoisciuto la secessione del Kosovo dalla Serbia che è stato un avvenimento molto controverso da parte della maggioranza serba della popolazione. Per questo motivo Mosca ha accusato l’Occidente di utilizzare un “doppio standard” di valutazione su le questioni che riguardano i popoli in Europa.

Anche alcuni diplomatici occidentali, tuttavia, riconoscono che ci sono attualmente ben poche possibilità che la Russia restituisca la Crimea all’Ucraina.

“La Crimea è una regione della Federazione Russa e, naturalmente, il tema delle nostre regioni non è in discussione”, ha detto ieri il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Fonte: RT News

Traduzione e sintesi: Sergei Leonov

*

code

  1. atlas 6 mesi fa

    indietro non si torna. Vladimir Putin

    (non un Berlusconi qualsiasi)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. dolphin 6 mesi fa

    Perché parlare di annessione se la Crimea é stata sempre una regione della Federazione Russa?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace