La Russia: avvisa l’Ucraina di aver iniziato un gioco pericoloso usando i droni nel Donbass


Un avvertimento è arrivato da Mosca all’Ucraina: l’Ucraina sta iniziando un gioco molto pericoloso utilizzando aerei senza pilota (droni) per attaccare la regione del Donbas.

Lo Stato Maggiore delle Forze Armate dell’Ucraina aveva confermato martedì scorso che un drone Bayraktar TB2, di produzione turca, è stato utilizzato per la prima volta in combattimento nella regione del Donbass , contro le autoproclamate Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk.

“Ho visto i rapporti su questi droni Bayraktar, uno dei quali ha bombardato una delle postazioni di artiglieria dei ribelli. Penso che sia un gioco molto pericoloso per gli ucraini”, ha detto l’ambasciatore russo alle Nazioni Unite (ONU), Vasili Nebenzia, in dichiarazioni alla stampa venerdì.

Nebenzia ha anche sottolineato che l’uso di questi droni contraddice gli accordi di Minsk, raggiunti nel 2015, allo stesso tempo che “potrebbe avere conseguenze che la parte ucraina non può nemmeno immaginare”, ha avvertito.
In effetti, vari rapporti di venerdì hanno indicato che la Russia aveva schierato sistemi missilistici balistici tattici Iskander , carri armati, cannoni semoventi, sistema di lancio di razzi MLRS e altre attrezzature militari al confine con l’Ucraina.
Tutto lascia supporre che la Russia sia pronta ad intervenire se le forze ucraine continueranno la loro offensiva.

Dal 2014 è in corso una guerra tra il governo ucraino e le milizie separatiste nella regione del Donbas. Nonostante i tentativi di Mosca di coinvolgere Kiev in una soluzione diplomatica a tale conflitto, la situazione continua a peggiorare. Nel frattempo, le autorità ucraine accusano la Russia di sostenere le forze indipendentiste; accusa respinta dal governo russo.

russian iskander


Il Bayraktar TB2 è un drone d’attacco di fabbricazione turca con una portata di 150 km, una velocità operativa di 130 km/h e un carico utile di 50 kg. È dotato di un sistema di decollo e atterraggio automatico.

Kiev ha acquistato 12 di questi droni nel 2019 e nonostante avesse già utilizzato velivoli senza pilota un anno fa durante esercitazioni congiunte con l’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO), ma fino ad oggi non li aveva utilizzati nel conflitto. Donbas.

Da parte sua, Rodión Miróshnik, un rappresentante della Repubblica popolare di Lugansk, ha considerato l’uso dei droni Bayraktar come una violazione dell’accordo di Minsk martedì. “Kiev ha firmato un memorandum nel settembre 2014 che esplicitamente ‘vietava l’adozione di questo memorandum ai voli di aerei da combattimento stranieri e velivoli senza pilota’”, ha denunciato Miróshnik sul suo canale Telegram.

Mosca incolpa l’Ucraina per le violenze contro i cittadini russi a Staromaryevka

Si registrano combattimenti sulla linea del fronte conl’artiglieria ucraina che ha sparato proiettili da 122 mm. contro l’abitato di Gorlovka e gli insediamenti circostanti. Ci sono stati ultimamente quattro feriti fra i civili e varie case danneggiate.

La situazione più violenta si è verificata all’inizio di questa settimana, quando i documenti DPR e russi sono stati confiscati ai loro proprietari, che sono stati oggetto di violenze.
Il ministero degli Esteri si è impegnato a proteggere i cittadini russi e segue attentamente la situazione. Lo stesso Ministero ha invitato il quartetto Normandia a esercitare pressioni su Kiev per fermare la violenza.

Fonti: Nation Word – Dan news. info

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM