La Russia AVVERTE Maduro Di Prepararsi Per Un Altro Tentativo Di Colpo Di Stato Appoggiato Dagli Stati Uniti


Di Paul Antonopoulos

MOSCA – Martedì, il direttore del Foreign Intelligence Service russo, Sergey Naryshkin, ha dichiarato che l’opposizione in Venezuela tenterà nuovamente di rovesciare il governo eletto. Per Naryshkin è importante che Caracas consolidi la sua posizione con il popolo venezuelano e negozia con l’opposizione, anche se Washington rende difficile il dialogo interno.

“La crisi continuerà ovviamente. Il fallito colpo di stato appoggiato dagli Stati Uniti non è ovviamente l’ultimo. È importante che il governo legittimo consolidi costantemente la popolazione del paese e unisca le forze “. Naryshkin ha detto ai giornalisti in una riunione del Consiglio dei capi delle agenzie di sicurezza e dei servizi di intelligence degli Stati Uniti d’America.

Naryshkin ha aggiunto che sebbene i fallimenti delle politiche economiche del governo abbiano contribuito in larga parte allo scoppio della crisi politica nel paese latinoamericano, “le forze straniere” lo hanno stimolato.

Da gennaio di quest’anno la tensione politica in Venezuela è aumentata. All’epoca il leader dell’opposizione, Juan Guaidó, si era autoproclamato presidente ad interim del paese, e per questo aveva ricevuto il sostegno esterno dagli Stati Uniti e dai suoi principali alleati.

Il governo di Nicolás Maduro, rieletto nel 2018, continua a essere considerato legittimo da paesi come la Cina, la Russia e le organizzazioni internazionali.

Manifestazioni contro il Golpe USA

Il 30 aprile, Guaidó ha tentato nuovamente di deporre Maduro, tuttavia il tentativo di colpo di stato è fallito. Il governo venezuelano ha iniziato un’indagine per scoprire cosa è successo e le complicità con i golpisti.

Nel frattempo, la Banca centrale venezuelana e la Sovrintendenza delle istituzioni bancarie (SUDEBAN) hanno annunciato che le banche dovrebbero sviluppare il proprio sistema di operazioni finanziarie e rinunciare agli accordi con i sistemi VISA, MasterCard e Maestro fino al 30 gennaio.

Secondo il portale Banca y Negocios, fino al 30 novembre, le operazioni con carte di debito di questi sistemi devono essere interrotte e, fino al 30 gennaio del prossimo anno.

SUDEBAN ha incaricato le istituzioni bancarie del paese di creare un sistema di pagamento indipendente, tenendo conto delle recenti sanzioni statunitensi e delle nuove minacce. Le banche devono sviluppare un sistema sovrano per l’elaborazione delle operazioni bancarie utilizzando l’identificazione biometrica dei clienti.

Tuttavia, gli esperti interpellati dal portale Banca y Negocios ritengono che la creazione di questo tipo di sistema in così poco tempo sia improbabile.

In precedenza, il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha dichiarato che il paese sarebbe stato liberato dal dollaro, sebbene le autorità venezuelane avessero praticamente legalizzato in precedenza la circolazione del dollaro.

In effetti, la dollarizzazione dell’economia venezuelana è continuata negli ultimi mesi – indipendentemente dal permesso ufficiale di usare valuta estera.

Nota: Gli Stati Uniti sono impazienti di prendere il controllo delle riserve di petrolio del Venezuela e Wall Street preme per spingere il Dipartimento di Stato ad un intervento militare nel paese latinoamericano.

Fonte: FRN

Traduzione e nota: Sergei Lenov

Inserisci un Commento

*

code