La Russia avverte la NATO che il suo sistema Patriot e il suo personale saranno un obiettivo legittimo

La Russia sta avvertendo l’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) di non consegnare i sistemi Patriot all’Ucraina, poiché questi diventeranno obiettivi legittimi.

“Se, come ha accennato [il segretario generale della NATO Jens] Stoltenberg, la NATO fornisce ai fanatici ucraini sistemi Patriot insieme al personale della NATO, questi diventerebbero immediatamente un obiettivo legittimo per le nostre forze armate “, ha avvertito martedì l’ex presidente russo Dmitri Medvedev.

Attraverso un messaggio sulla messaggistica di Telegram, anche il vice capo del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa ha descritto il blocco militare come una “entità criminale” per la consegna di armi all’Ucraina .

Allo stesso modo, Medvedev ha sottolineato che il mondo civilizzato non ha bisogno dell’Alleanza Atlantica, poiché è essenziale che questa si penta davanti all’umanità per i suoi crimini e si dissolva.
Medvedev ha fatto tali affermazioni lo stesso giorno in cui il ministro degli Esteri ucraino Dmitro Kuleba ha esortato i suoi omologhi della NATO a inviare all’Ucraina più difese aeree e, in particolare, sistemi antimissile Patriot.

Dimitri Medvedev

“L’ultima volta che sono stato invitato alla riunione ministeriale della NATO sono venuto con tre parole, che erano ‘armi, armi e armi’. E da allora molto è stato fatto […] Oggi ho tre parole diverse, altre tre parole che sono ‘più veloce, più veloce e più veloce’” , ha detto Kuleba in un’apparizione davanti alla stampa insieme a Stoltenberg.

A sua volta, il segretario generale della Nato ha sottolineato l’importanza che gli alleati dell’Alleanza atlantica tengano incontri con i rappresentanti di Kiev per conoscere le esigenze di supporto che l’Ucraina ha di fronte alla Russia.

“Si tratta in parte di fornire nuovi sistemi, come i Patriots, e c’è una discussione in corso al riguardo ora, ma si tratta anche di garantire che i sistemi che abbiamo già fornito funzionino, siano efficaci e per farlo dobbiamo garantire che forniamo pezzi di ricambio, consentiamo la manutenzione dei sistemi e anche [forniamo] munizioni “, ha affermato.

Russia: i paesi che inviano armi all’Ucraina fanno parte del conflitto e le loro basi e depositi saranno il nostro prossimo obiettivo.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM