La Russia avverte gli Stati Uniti di una possibile risposta militare


Mosca non ha escluso un’azione se l’America minaccia l’equilibrio della sicurezza in Europa

Lunedì il viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov ha avvertito i suoi omologhi americani che una qualche forma di risposta militare allo stazionamento di armi avanzate degli Stati Uniti in Europa potrebbe essere possibile in futuro.

Ha insistito sul fatto che se la NATO procederà verso il dispiegamento di nuove capacità di armamento, ” che si stanno sviluppando molto rapidamente negli Stati Uniti ” , l’esercito russo potrebbe rispondere in un modo che ” danneggerà inevitabilmente e inevitabilmente la sicurezza degli Stati Uniti e dei suoi alleati. “

Parlando ai media dopo una giornata di negoziati cruciali tra Stati Uniti e Russia sulle garanzie di sicurezza a Ginevra, Ryabkov ha anche affermato che finora non ci sono stati progressi sulle proposte della Russia per frenare l’espansione della NATO. Ha detto che ora la palla è nel campo della NATO, che, secondo le sue parole, deve finalmente fare un ” passo reale ” verso la ricerca di un terreno comune con la Russia.

Gli americani “sottovalutano la gravità della situazione”, avverte la Russia dopo i colloqui di sicurezza europei
“ Chiediamo agli Stati Uniti di dimostrare la massima responsabilità in questo momento. Non vanno sottovalutati i rischi legati a un possibile aumento del confronto ”, ha affermato Ryabkov, aggiungendo che sono stati compiuti sforzi “ significativi ” per persuadere gli americani che “ giocare con il fuoco ” non è nel loro interesse.

Nota: Gli Stati Uniti potrebbero presto trovarsi una sorpresa in America Latina, in particolare in Venezuela ed a Cuba dove sembra siano in corso trattative di Mosca con i rispettivi governi per posizionare missili e basi militari in quei paesi a poca distanza dalle coste statunitensi.

Fonte: RT News

Traduzione: Luciano Lago

11 Commenti
  • Valerio T
    Inserito alle 08:29h, 12 Gennaio Rispondi

    Io sono propenso a credere che la Russia di Putin non attaccherà l’Ucraina non perché l’Ucraina oggi sia diventata un osso duro e neanche perché gli è stato sufficiente aver dimostrato che se vuole ha i mezzi per farlo, non succederà niente perché Putin nasconde dietro il fascino del bel tenebroso una personalità subdola. E’ uno di quelli che uccide col veleno, che trama nel buio, che tira il sasso e nasconde la mano, uno della cultura del KGB insomma, non è certo un Giulio Cesare che l’avversario lo affrontava sul campo di battaglia.

    • nicholas
      Inserito alle 09:51h, 12 Gennaio Rispondi

      Beh in Khazakistan, non mi è sembrato così tenero. Peraltro, anche reparti Cinesi sono intervenuti.
      Comunque, se Putin “uccide con il veleno” , potrebbe iniziare a dare piccole spintarelle per far crollare l’economia americana ed europea.

      • Valerio T
        Inserito alle 10:15h, 12 Gennaio Rispondi

        Mica ho scritto che non è forte nelle repressioni come in Cecenia, in quelle situazioni dà il meglio di se, è forte pure nel mentire come nel Donbass o nel tenersi fuori nei lavori sporchi che ordina, come col gruppo Wagner o a scaricarsi delle responsabilità, come con gli omini verdi in Crimea, insomma, come ho scritto è subdolo, uno forte coi deboli e debole coi forti. La cosa bella è che a rimetterci sono solo quei poveri disgraziati del popolo russo, altro che far crollare l’economia occidentale.

        • Emil
          Inserito alle 16:19h, 12 Gennaio Rispondi

          Ma cosa leggi questo blog?! Vai a leggere i giornalacci maonstream. Qui non ci servi. P.S. tra l’altro fai analisi del livello di un paziente di un manicomio.

        • Hannibal7
          Inserito alle 19:13h, 12 Gennaio Rispondi

          Allora…la tua propaganda pro-USA adesso mi ha proprio stufato
          Hai una visione completamente distorta della situazione che si è venuta a creare ai confini russi grazie ai tuoi amici ameri-CANI
          I colloqui di Ginevra pare che non stiano andando troppo bene
          Merito della arrogante testardaggine degli USA e dei loro servi NATO
          Puoi stare tranquillo che quando arriverà il momento della resa dei conti Putin darà dimostrazione,a te per primo degli stolti,che non è un debole
          Ho il timore che questa faccenda non si risolverà bene,soprattutto per noi europei…ma ne va della sicurezza e sopravvivenza di una nazione come la Russia messa con le spalle al muro
          Grazie USA
          Grazie NATO
          Grazie a voi ucraini
          Dasvidania yankee

          • Valerio T
            Inserito alle 20:42h, 12 Gennaio

            Detto in termini chiari, le tue minacce mi hanno rotto, ti segnalerò alla polizia postale.

        • Hannibal7
          Inserito alle 23:12h, 12 Gennaio Rispondi

          VALERIO T segnalami pure all polizia postale e anche alla CIA se ti pare….non vedo dove siano,nelle mie risposte,parole che minacciano la tua persona, la tua salute o la tua sicurezza
          Dasvidania bimbo

    • Giorgio
      Inserito alle 14:06h, 12 Gennaio Rispondi

      Putin ….. è subdolo, uccide con il veleno ……. è uno con la cultura del KGB ………
      Ma per favore ……….
      Vogliamo fare la conta di quanti golpe, uccisioni di leader, sanzioni e rivoluzioni colorate sono state orchestrate dalla Cia e dal KGB ?
      Contiamo quante guerre sono state iniziate dagli Usa e quante dall’URSS-Russia ??????
      Per non parlare del dominio finanziario, mediatico e sanitario …….. mi fermo qui per non infierire oltre ……… è troppo facile …..

  • Stefano
    Inserito alle 11:00h, 12 Gennaio Rispondi

    Troppe promesse non mantenute, troppe umiliazioni e ha subito la Russia negli ultimo 30 anni. Ora è ritornata militarmente forte e in alcuni settori come quello missilistico nettamente superiore agli USA. Quando le basi antimissile ABM poste nei paesi dell’ex blocco sovietico (trattato stracciato come tanti altri dagli USA) saranno attive la sua capacità di ritorsione atomica verrà fortemente limitata. Ora per Putin è il momento di agire, I Russi vorrebbero essere solo rispettati, commerciare e godersi la vita come come noi e con tutti noi, invece gli USA stanno schiacciando l’orso sempre più nell’angolo.. Di sicuro la Russia reagirà, andrà fino ad un conflitto non credo limitato all’Ucraina. Che mondo stupido.

  • Nexus
    Inserito alle 16:30h, 12 Gennaio Rispondi

    I politici ed i generali che bramano la guerra lo fanno perchè pensano che le terribili conseguenze le pagherebbero “altri”… ma non coloro che l’hanno voluta e decisa.
    Sono stolti… perchè anche i promotori e fautori del conflitto verrebbero annientati.

  • eusebio
    Inserito alle 19:04h, 12 Gennaio Rispondi

    Ormai la guerra tra Russia e Ucraina è inevitabile, il regime di Maydan è diventato la base di tutte le operazioni ibride portate avanti contro la Russia, i think tank anglosinisti che h24 studiano i modi per distruggere la Russia ed impadronirsi delle sue immense risorse ne inventano una più del diavolo, secondo analisti russi sono dietro al delirante progetto panturanico del regime di Erdogan, in bancarotta totale quindi desideroso di prendersi la sua fetta di risorse russe, il quale prevede di costruire un Grande Turan federato con la Turchia che attraverso il Nakhicevan, l’Azerbaigian, il Turkmenistan, l’Uzbekistan, il Krghizistan e il Kazakhstan, annessa pure la regione russa di Orenburg rivendicata dai nazionalisti kazaki dovrebbe includere pure il Baskhortostan e il Tatarstan.
    Una versione più ampia del Grande Turan include pure la regione di Tuva, dove vivono appena 200000 turcofoni tuvani buddisti, la Buriazia, la repubblica dell’Altai e la Jakutia.
    Buriati, Altai e Yakuti sono ognuno tra i 200000 e i 400000 componenti, sono o buddisti o ortodossi, parlano russo, ma siccome sono organici al progetto dei think tank anglosionisti di dividere una Russia di 150 milioni di persone all’85% slave in una dozzina di stati tutti annessi alla NATO vengono strumentalizzati da ONG turche e anglosassoni.
    Anche gli uiguri sono inclusi nel Grande Turan, assieme alla Mongolia interna cinese e alla Mongolia indipendente, quindi pure la Cina è coinvolta in questi deliranti progetti di intellettuali a contratto della CIA e di Wall Street.
    Nei giorni scorsi in un’adunata di estremisti ucraini filokazaki è stata mostrata una cartina in cui tutta la Russia ad ovest degli Urali era dichiarata annessa all’Ucraina e tutta la parte ad est denominata Kazakhstan settentrionale.
    Contro simili estremisti alla Russia non resta che dare la parola alle armi, la Cina è saldamente al suo fianco, durante i disordini in Kazakhstan sono stati pestati e rapinati cittadini cinesi e danneggiate aziende cinesi, pure a Pechino ne hanno abbastanza dei folli piani degli avidi anglosionisti e dei loro criminali tirapiedi.

Inserisci un Commento