La Russia avverte che nessun mercenario occidentale in Ucraina potrà ottenere lo status di prigioniero di guerra


Dal ministero della Difesa russo assicurano che i mercenari stranieri presenti nel territorio dell’Ucraina sono coinvolti in attività di sabotaggio e assalti contro colonne di veicoli e rifornimenti militari russi.
Nessuno dei mercenari occidentali che arrivano in territorio ucraino per combattere a fianco delle forze di Kiev avrà il diritto di ottenere lo status di prigioniero di guerra, ha avvertito giovedì il ministero della Difesa russo.

Mentre l’esercito russo ha circondato o eliminato i principali gruppi di nazionalisti ucraini, alcuni paesi occidentali hanno aumentato l’invio di combattenti da compagnie militari private nella zona calda, ha affermato il ministero.

Allo stesso modo, dal portafoglio della Difesa hanno sottolineato che l’intelligence militare statunitense ha lanciato una campagna di pubblicazione su larga scala per reclutare mercenari allo scopo di inviarli in Ucraina. Principalmente, hanno assicurato, questa iniziativa include membri delle compagnie militari private Academi (precedentemente nota come Blackwater), Cubic e DynCorp .

Le autorità russe sottolineano che questi mercenari stranieri presenti sul territorio dell’Ucraina sono coinvolti in attività di sabotaggio e assalti contro colonne di veicoli militari e di rifornimento russi, nonché attacchi contro aerei che supportano queste colonne dall’alto.

Per questo usano sempre le armi che l’Occidente sta fornendo Kiev, in particolare i missili anticarro Javelin e NLAW prodotti rispettivamente da Stati Uniti e Gran Bretagna, oltre ai missili antiaerei Stinger , dettagli del Ministero della Difesa, evidenziando che tutti questi sistemi richiedono una formazione significativa.

Infine, hanno ricordato che le autorità di Regno Unito, Danimarca, Lettonia, Polonia e Croazia hanno autorizzato i propri cittadini a partecipare ai combattimenti sul territorio dell’Ucraina.

Mercenari USA in Ucraina

Il presidente dell’Ucraina, Vladimir Zelensky, ha riferito questo giovedì in un nuovo messaggio alla nazione che i primi 16.000 volontari stranieri si stanno dirigendo nel Paese per combattere contro le truppe russe che effettuano l’operazione militare.
Il presidente ha anche assicurato che il Paese sta ricevendo armi fornite dai Paesi alleati.
Da parte sua, la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zajárova, ha indicato che le spedizioni di armi a Kiev causeranno solo ” perdite ancora maggiori per l’Ucraina”.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM