La Russia attiva il sistema antimissile delle navi NATO nel Mar Nero

La flotta del Mar Nero della Marina russa attiva sistemi antimissile sulle sue navi a causa dell’arrivo di una terza nave americana con missili guidati in queste acque.

La fregata ammiraglio Makarov ha svolto esercitazioni di difesa aerea e preparazione al combattimento secondo le linee guida fornite dal comando della flotta del Mar Nero della Marina della Federazione Russa, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa russa Interfax venerdì .

I media russi hanno fatto presente che queste manovre preparatorie hanno risposto all’arrivo del cacciatorpediniere USS Porter, della Sesta Flotta della Marina statunitense, nelle acque del Mar Nero, per unirsi alle due navi statunitensi dispiegate nell’area, in appoggio missione su altre navi dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO).

La Russia vigila le manovre del cacciatorpediniere statunitense USS Porter nel Mar Nero.
“L’equipaggio della fregata ha condotto esercitazioni congiunte con la batteria del sistema missilistico di difesa costiera Bastion” , ha osservato Interfax , citando una dichiarazione della Flotta del Mar Nero.

La Sesta Flotta della Marina degli Stati Uniti ha recentemente riferito che l’obiettivo del suo viaggio nelle acque del Mar Nero è quello di “condurre operazioni di sicurezza marittima nella regione” perché navi e aerei statunitensi operano regolarmente in questa via d’acqua, a sostegno degli alleati della NATO e partner.

Di fronte a questa sfida, la Marina russa ha schierato il sistema di difesa missilistica Bastion sulla costa della Crimea e gli aerei da combattimento russi hanno monitorato le attività del cacciatorpediniere missilistico guidato di classe Arleigh Burke della Marina americana USS Donald Cook. Dotato di un sistema di difesa missilistica balistica Aegis.

Navi russe a Sebastopoli Crimea

La Russia segue la nave statunitense con missili da crociera nel Mar Nero
Le autorità russe affermano che i sistemi Bastion sono in grado di colpire obiettivi a 350 chilometri al largo e 450 chilometri a terra. Questi sistemi sono presenti in tutte le flotte della Marina russa.

La Russia avverte di una maggiore presenza della NATO nel Mar Nero

Un senatore russo sostiene che le accuse della NATO contro la Russia di aumentare le sue attività nel Mar Nero sono un pretesto per espandere la propria presenza nell’area.

“La NATO [Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico] aumenta la sua presenza nella regione, nascondendosi dietro il presunto aumento delle attività russe lì ” , ha detto mercoledì all’agenzia di stampa russa Sputnik il senatore della Crimea Sergey Tsekov .

La Russia avverte la NATO di porre fine allo spettro della minaccia russa
Il legislatore ha avvertito che questo alibi modellato dall’Alleanza atlantica per giustificare la sua presenza vicino al fianco occidentale dei confini della Russia è una questione che in qualche modo aumenta il livello di preoccupazione tra le autorità di Mosca.

Detto questo, Tsékov ha sottolineato che “la Russia agisce nella regione della Crimea e del Mar Nero esclusivamente nell’ambito della difesa della sua sicurezza” e “in risposta a una politica aggressiva della NATO”.
Le osservazioni del politico russo fatte ai media locali erano in risposta a precedenti dichiarazioni del segretario generale della NATO Jens Stoltenberg, che accusava la Russia di aumentare il suo potere militare nella penisola di Crimea e nel Mar Nero, affermando che i militari dell’Alleanza dei paesi occidentali, sono guidati dagli Stati Uniti, “che rispondono a questa presenza rafforzando la loro difesa su terra, mare e aria” in quella regione.

Navi russe, esercitazioni Mar Nero

La Russia e i paesi occidentali non sono ancora in grado di allentare le tensioni nelle loro relazioni, dopo l’incorporazione della Crimea nella Federazione Russa nel 2014 tramite un referendum. Da allora, Washington ei suoi alleati nell’Alleanza atlantica hanno aumentato la loro presenza militare nell’Europa orientale, in particolare nei paesi baltici e in Polonia, usando il pretesto della minaccia russa.

Fonte: Hispantv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus