La Russia aggiunge Meta alla lista dei gruppi “terroristi ed estremisti”

.

La Russia aveva bandito Facebook e Instagram a marzo dopo aver accusato la società madre di tollerare la “russofobia”.
L’agenzia di monitoraggio finanziario russa, Rosfinmonitoring, ha aggiunto il colosso tecnologico statunitense Meta Platforms Inc, la società madre di Instagram e Facebook, alla sua lista di “terroristi ed estremisti”, ha riferito l’agenzia di stampa Interfax.

La Russia alla fine di marzo ha bandito Facebook e Instagram per “aver svolto attività estremiste” dopo che le autorità hanno accusato Meta di tollerare la “russofobia” durante la campagna militare russa in Ucraina.

Meta aveva annunciato il 10 marzo che le piattaforme avrebbero consentito dichiarazioni come “morte agli invasori russi” ma non minacce credibili contro i civili. Ha poi affermato che la modifica si applicava solo agli utenti che pubblicavano dall’interno dell’Ucraina.

Facebook e Instagram sono inaccessibili in Russia da marzo, ma molti russi sono ricorsi all’utilizzo delle VPN per continuare a utilizzare i social network.

Instagram è particolarmente popolare in Russia ed è un’importante piattaforma per la pubblicità e le vendite.

La decisione di martedì mette Meta nella stessa lista dei gruppi nazionalisti di destra; “organizzazioni terroristiche” straniere, compresi i talebani; e gruppi di opposizione russi.

FONTE : AGENZIE DI STAMPA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM