La Russia afferma che Cina, India e altre potenze emergenti non accetteranno lo status di muti e obbedienti imposto dall’Occidente

Gli economisti si aspettano che la Repubblica popolare superi gli Stati Uniti per dimensione di PIL entro la fine del decennio. Tuttavia, in alcune aree, tra cui la produzione industriale e il rapporto debito/PIL, la Cina è già in testa al suo principale concorrente economico globale, con un debito nazionale di soli 3,7 trilioni di dollari, rispetto a quasi 30, 5 trilioni di dollari USA.
La Cina ha “battuto” gli Stati Uniti e l’Occidente collettivo utilizzando le regole economiche del gioco dell’Occidente e, insieme ad altre potenze emergenti, non accetterà lo status di “stupido obbediente” nel nuovo ordine mondiale multipolare, ha affermato il ministero degli Esteri della Russia. Lo ha detto il ministro Sergei Lavrov.

“La Russia afferma direttamente che è tempo di riformare le istituzioni economiche, create dall’Occidente sulla base dei meccanismi che gli americani hanno costretto il resto del mondo ad accettare. È sulla base di questi meccanismi nel commercio e nella finanza globale e seguendo le loro regole che la Cina ha battuto l’Occidente e ed è emersa vittoriosa sugli Stati Uniti “, ha detto Lavrov, parlando in un forum educativo martedì.

L’alto diplomatico russo ha ricordato che le potenze occidentali hanno lavorato per sostituire la multipolarità con un sistema di egemonia in base al quale tutti gli altri paesi sono stati costretti a lavorare secondo le loro regole, imposte da istituzioni come l’Organizzazione mondiale del commercio, il Fondo monetario internazionale e la Banca mondiale . . Oggi, l’Occidente non vuole accettare l’ascesa di nuovi centri di potere, in particolare quando questi sorpasseranno i paesi delle vecchie metropoli, ha suggerito.

Tecnologia cinese

“Non appena hanno cominciato ad apparire paesi che funzionano meglio in queste aree, secondo le regole del gioco occidentali, gli stessi centri che formeranno un mondo multipolare: Cina, India e altre grandi potenze, l’Occidente ha subito deciso di riscrivere le regole “, ha detto. Lavrov.

Il ministro degli Esteri ha assicurato che Pechino, Delhi e altre potenze emergenti non accetteranno semplicemente il ruolo loro assegnato dall’Occidente nel sistema globale .

“La tendenza è verso il rafforzamento della multipolarità, dal momento che oggettivamente nuovi centri di crescita economica e di potere finanziario stanno comparendo e sono già comparsi. E con questo, ovviamente, arriva l’influenza politica. Cina, India, Brasile, Sud Africa, questi sono i paesi BRICS, e questo è un formato in cui l’Occidente è costretto a dialogare con i nuovi centri di crescita globale”, ha affermato Lavrov.

Il cancelliere ha sottolineato che “paesi grandi e rispettati non tollereranno il ruolo che l’Occidente vuole che svolgano, il ruolo di muti obbedienti”.

Fonte: News Front.es

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM