La ricerca del dominio mondiale dell’ Egemone USA attraverso la forza bruta


di Stephen Lendman

L’Atto finale di Helsinki del 1975 (accordi di Helsinki), concordato da 35 nazioni occidentali e dalla Russia sovietica, sull’astensione dall’uso della forza, sul rispetto dei diritti sovrani di tutte le nazioni e sulle questioni correlate avrebbe dovuto essere un passo importante verso la fine per sempre delle guerre in favore di una nuova era di pace e stabilità.

L’era di pace e stabilità che avrebbe potuto subentrare non si è mai attuata a causa della ricerca del dominio da parte dell’egemone USA, che si è adoperato per soggiogare la comunità mondiale delle nazioni alla sua volontà, compresi i suoi alleati.

Quando nel dicembre 1991 si conclusero decenni di Guerra Fredda, una possibilità di pace nel nostro tempo non fu raggiunta per lo stesso motivo.
Al culmine della fine della Guerra Fredda nel 1990, gli stati membri della NATO e del Trattato di Varsavia annunciarono la fine del confronto Est/Ovest.

Per come andarono le cose, i regimi occidentali egemoni dominati dagli Stati Uniti non avevano alcuna intenzione di mantenere il loro impegno in Europa o nel mondo.

Invece di attenersi ai principi dell’Atto Finale di Helsinki, le guerre eterne degli Stati Uniti e dell’Occidente sono continuate contro nemici inventati.
Invece di sciogliere la NATO in risposta alla fine del Trattato di Varsavia, l’alleanza bellica si è avvicinata sempre più ai confini della Russia.

Sergey Lavrov ha spiegato che il “famigerato ‘ordine basato su regole’ degli Stati Uniti egemoni ha messo radici in quell’epoca, aggiungendo:

Queste regole, senza alcuna motivazione valida, hanno giustificato lo smembramento, lo stupro e la distruzione dell’ex Jugoslavia negli anni ’90.

Dopo l’11 settembre, madre di tutte le false bandiere (false flags) sponsorizzate dalla elite dominante di Washington fino a quel momento, seguì la distruzione di Afghanistan, Yemen, Iraq, Libia e Siria, paesi che non erano una minaccia verso la sicurezza degli Stati Uniti e della NATO.

Iniziata nel 2014, non nel febbraio di quest’anno, la guerra in Ucraina è stata pianificata ed istigata negli Stati Uniti, non in Russia.
Tutte le guerre di sanzioni di cui sopra, fatte da USA e alleati occidentali, hanno violato in modo flagrante la lettera e lo spirito degli accordi di Helsinki.

“La Russia sperava che i principi di Helsinki potessero essere ripristinati”, ha spiegato Lavrov, aggiungendo:
“Abbiamo proposto di redigere un documento giuridicamente vincolante, una Carta dell’OSCE basata sull’Atto finale di Helsinki”.

“L’Occidente non ha accettato la nostra iniziativa”.

L’Egemone USA ha proibito ai suoi vassalli occidentali di adempiere ai principi del Trattato sulle forze armate convenzionali in Europa (CFE).
Quella che doveva essere “la pietra angolare della sicurezza europea” non si è mai avverata.

L’impero della menzogna in seguito abbandonò i trattati ABM, INF e Open Skies. Tutti pezzi di carta senza valore per Washington.

La cosiddetta Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) si è trasformata in un ramo della macchina bellica della NATO.

L’adozione della Carta per la sicurezza europea da parte dell’OSCE nel 1999 richiedeva che nessuno Stato membro perseguisse interessi di sicurezza a spese di altre nazioni.

Lavrov ha spiegato che “la Russia e le (nazioni) che la pensano allo stesso modo hanno adottato una dichiarazione, che (afferma) che la sicurezza deve essere uguale e indivisibile…”
“Gli stati dovrebbero essere liberi di scegliere alleanze a condizione che non cerchino di rafforzare la propria sicurezza indebolendo la sicurezza degli altri”.

“La formula cruciale è che nessuno stato o gruppo di stati ha il diritto di rivendicare la responsabilità preminente per la sicurezza nell’area euro-atlantica”.

Tuttavia, per tutta la sua esistenza, specialmente a partire dagli anni ’90, i regimi NATO dominati dagli Stati Uniti hanno violato praticamente tutto ciò su cui avevano formalmente concordato.

L’Atto istitutivo del 1997 sulle relazioni reciproche, la cooperazione e la sicurezza tra la NATO e la Federazione Russa richiedeva “un processo decisionale e un’azione congiunta (come) nucleo (principio) delle relazioni reciproche tra NATO e Russia”.

La NATO egemone dominata dagli USA si è impegnata a non dispiegare armi o truppe nucleari nei nuovi stati membri.

La Russia e la NATO si erano impegnate ad astenersi dall’uso della forza, nonché a rispettare la sovranità, i confini e l’integrità territoriale delle nazioni firmatarie dell’accordo.

Lavrov in precedenza ha criticato gli Stati Uniti per aver gravemente violato i principi del Founding Act, compresi i “tentativi ostili di cambiare l’equilibrio delle forze in Europa” nel perseguimento dei suoi obiettivi egemonici.

L’avanzata della NATO vicino ai confini della Russia ha ignorato la crescente minaccia di guerra tra le potenze nucleari dominanti nel mondo.

Il primo segretario generale della NATO, Hastings Ismay, aveva affermato che lo scopo dell’alleanza è “tenere l’Unione Sovietica fuori (dall’Europa), gli americani dentro e i tedeschi sotto”.

Più o meno la stessa politica viene perseguita oggi, ha spiegato Lavrov, aggiornata per mantenere “l’intera Europa sottomessa” come vassalli asserviti agli interessi degli Stati Uniti.

Nel corso della sua storia, la NATO dominata dagli Stati Uniti ha privilegiato il confronto rispetto alle relazioni di cooperazione tra le nazioni.
L’alleanza bellica “porta devastazione e sofferenza alle nazioni” nella sua lista di obiettivi per il cambio di regime.

I 12 stati membri fondatori della NATO si sono allargati fino a 16 al momento dello scioglimento della Russia sovietica nel 1991. Tutti verso Est.
Oggi la Nato conta 30 membri, a cui presto si aggiungeranno Finlandia e Svezia, 37 partner e cerca di espandersi in Asia in vista del confronto con la Cina.

Le esercitazioni militari dell’Alleanza vicino ai confini della Russia sono le prove per fare la guerra.

Nel dicembre 2021, il regime di Biden ha respinto le proposte di sicurezza in buona fede della Russia.

I russi avevano chiesto di astenersi dal dispiegare armi nucleari e di altro tipo nell’Europa orientale – da parte della NATO dominata dagli Stati Uniti – quelle che minacciano la sicurezza della Russia, anche nelle acque e nello spazio aereo al confine con il suo territorio.

Non chiedevano alcuna ulteriore espansione della NATO a est vicino al confine con il territorio della Russia, né l’istituzione di basi militari nelle ex repubbliche sovietiche.
Il loro scopo era allentare le tensioni tra Est e Ovest attraverso la diplomazia.

Vladimir Putin ha invitato la NATO, dominata dagli Stati Uniti, a impegnarsi in colloqui sostanziali su garanzie di sicurezza legalmente vincolanti/a lungo termine tra la Russia e l’Occidente.

Entrambe le ali del partito della guerra degli Stati Uniti rifiutano la pace e la stabilità a favore di guerre eterne contro nemici inventati a caldo e/o con altri mezzi.

La guerra in Ucraina avrebbe potuto essere evitata se Kiev avesse rispettato i termini di risoluzione del conflitto di Minsk I e II che aveva accettato formalmente ma violato di fatto, come veniva ordinato dal suo padrone statunitense.

Dal colpo di stato del 2014 ad oggi, l’impero della menzogna ha trasformato l’ex stato-nazione dell’Ucraina in una piattaforma armata per la guerra perpetua contro la Russia.

L’escalation della guerra di Kiev a Donetsk e Lugansk, insieme a oltre 100.000 truppe ucraine mobilitate in preparazione all’invasione di entrambe le repubbliche e della Crimea, ha costretto la Russia a lanciare il suo SMO per autodifesa: il diritto della Carta delle Nazioni Unite di tutte le nazioni sotto attacco o se uno è imminente .

Forze USA in Ucraina

La guerra di sanzioni dell’Occidente collettivo contro la Russia sta distruggendo economicamente l’Europa come previsto dall’impero della menzogna.
E uno stato di guerra perpetua USA/NATO contro la Russia continua con l’uso di fanti ucraini sacrificabili.

Finirà nella sua forma attuale quando l’esercito del regime crollerà – forse per essere seguito da operazioni di guerriglia, cosa che che l’impero delle bugie potrebbe volere.

Un commento finale

In risposta alla proposta del capo della Commissione europea von der Leyen di istituire un tribunale specializzato per ritenere la Russia responsabile dei crimini di guerra di Kiev, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha dichiarato quanto segue:

“(A) le tentazioni di avviare una sorta di tribunale… sarebbero illegittime.”

Se stabilito, la Russia lo rifiuterà e lo condannerà.

Gli USA egemoni, i suoi vassalli della NATO e l’Ucraina infestata dai nazisti sono colpevoli di crimini di guerra contro l’umanità, chiaramente non è la la Russia il colpevole.
Il ministero degli Esteri russo ha condannato il progetto del tribunale, dicendo:

“L’attuale tentativo da parte dei (regimi) occidentali di creare un meccanismo quasi giudiziario non ha precedenti nel suo nichilismo legale ed è ancora un altro esempio della pratica occidentale dei doppi standard”, aggiungendo:

“Una tale una cabala non avrà mai giurisdizione” sulla Russia.
In risposta al sostegno del regime Macron all’ingiustizia della “corte canguro”, il Ministero ha aggiunto:
“Non smettiamo mai di stupirci del cinismo delle autorità francesi”.

Insieme al suo padrone degli Stati Uniti, il Regno Unito e altri stati dell’UE, la Francia ignora “l’illegalità legale del regime di Kiev, i (suoi) numerosi crimini di guerra documentati” dal 2014 contro i civili del Donbass.

La Francia (e altri stati occidentali) dovrebbero istituire tribunali tipo Norimberga per ritenersi responsabili di secoli di gravi crimini di guerra.

Fonte: Stephen Lendman

5 Commenti
  • andrearossidevrgnano
    Inserito alle 20:53h, 04 Dicembre Rispondi

    militarmente gli statunitensi farèbbero maggiori fatiche degli evropei, dunque, logicamente, un po’(tanto) gli statunitensi comanderebbero sugli europei -> “Metallica – The Day That Never Comes (Official Music Video) (8:25) (Warner Records Vault)” “Green Day – Wake Me Up When September Ends [Official Music Video] (7:13)” / nonostante la evidente finzione cinematografica dei clip, in EvropaOcc. il Partito Nazional Bolscevico ha mai sfondato. e attualmente vedrei poca voglia di cambio di alleanze politiche, nonostante il catastrofismo pessimismo di certa càrta stampata che potrebbe causare sorta d effetto NOCEBO, l’Italia sarebbe locomotiva ec. d’Europa, e andando in giro vedo un po’ dappertutto annunci d lavoro CERCASI PERSONALE (in Lombardia, nn so in Italia)

  • tacabanda1964
    Inserito alle 02:24h, 05 Dicembre Rispondi

    Qualche delinquente ed ignorante di italiano scemo non ha ancora capito che i cartelli con la scritta CERCASI URGENTEMENTE PERSONALE IN ITALIA SONO SPECCHIETTI PER ITALIANI TORDI CREDULONI !
    Da sempre in Italia il paese delle truffe STATALIZZATE ci sono cartelli con la scritta CERCARSI PERSONALE che hanno lo scopo politico di far credere al” italiano Pinocchio e deficente che l” Italia è il paese dei Balocchi e che tutto va bene !
    Mettere un FALSO ANNUNCIO DI OFFERTA DI LAVORO IN ITALIA NON è REATO PENALE !!!
    Non viene emessa nessuna Multa Comunale-Regionale-Statale !
    Ormai da oltre 50 anni in Italia se il tuo negozio è in crisi oppure la tua ditta artigiana è in crisi per farti pubblicità a GRATIS puoi pubblicare FALSI ANNUNCI LAVORATIVI OVUNQUE !
    Questo giochetto DEL CERCASI DISPERATAMENTE PERSONALE FUNZIONA ALLA GRANDE IN TUTTO IL VENETO dal 1978 !
    Era il 1978 quando ho scoperto che su 10 presunte offerte di lavoro il 50% cento erano FALSE O INESATTE !
    Nel 2022 il 99% cento delle presunte OFFERTE DI LAVORO PUBBLICATE IN ITALIA SONO FALSE !

    • andrearossidevrgnano
      Inserito alle 18:14h, 05 Dicembre Rispondi

      in effetti, mi è venuto in mente adesso, sara’ stato una quindicina di anni fa, un titolare di +- catena di supermercati che volle acquistare un’area di quelle +- naturali protette, cercando di renderla edificabile x impiantare tîpo important (importànt anche x occupaz.) centro direz. . alla fine, si fece niente / qualche anno dopo, un tîpo +- mi spiego’ MA ERA STATO TUTTO UN BLÈF! NN VOLEVA E NN POTEVA FARE TUTTE QUELLE ROBE ! ERA SOLO X REKLAM

      • Tacabanda1964
        Inserito alle 03:17h, 06 Dicembre Rispondi

        Sul serio credi alla favola italiana che devastare un” area verde crea occupazione ?
        Se credi ancora alla favoletta del buon imprenditore italiano o straniero che per creare una fantasmagorica occupazione devasta un” aerea Verde o Storica ti consiglierei di mangiare tanto pesce perché ti manca completamente il fosforo nella zucca !
        Perché nessun imprenditore in Italia acquista vecchie fabbriche abbandonate ? !
        Perché nessun imprenditore in Italia demolisce quartieri popolari abbandonati o in disuso ?!
        Perché nessun imprenditore in Italia demolisce le migliaia di aree commerciali -artigianali costruite negli 70-80 abbandonate o semi abbandonate per demolirle e ricostruirci sopra ?!
        SE HO CAPITO BENE ANDREAROSSIDEVERGANO SECONDO IL TUO ECCELSO PUNTO DI VISTA IN ITALIA SE NON SI BUTTANO TONNELLATE DI CEMENTO E SI COSTRUISCONO NUOVE STRADE E INUTILI PISTE CICLABILI CEMENTIFICATE SENZA DEMOLIRE UNA VILLA STORICA OPPURE SENZA DEMOLIRE UN PARCO NATURALISTICO O UN CAMPO AGRICOLO SI MUORE DI FAME ?
        Non si muore affatto di fame se demolisci ex impianti industriali abbandonati e sopra ci costruisci case o centri commerciali !
        Con la scusa di creare inesistenti posti lavoro il mio Comune ha devastato aree verdi e campi agricoli cementificando ovunque !
        Per la cronaca a meno di 3 minuti di auto dai ex campi agricoli cementificati nei ultimi due anni per costruirci enormi palazzoni uso ufficio oppure Capannoni ci sono migliaia di uffici abbandonati delle ex raffinerie e depositi costieri AGIP-IRON-ESSO-API con relati ex impianti e magazzini già demoliti con facile accesso per i mezzi pesanti !
        Non si poteva costruire lì ?

  • antonio
    Inserito alle 06:38h, 05 Dicembre Rispondi

    si deve rieducarli – con la fermezza Slava, la pazienza Cinese e la saggezza Indiana

Inserisci un Commento