La Repubblica popolare di Corea ha offerto alla Russia di inviare 100.000 volontari in Ucraina

Pyongyang è pronta a fornire alla Russia 100.000 volontari da inviare in Ucraina.
Questa offerta si è rivelata molto importante, perché a parte il fatto che potrebbe interessare la Russia, così come l’NRL e il DNR, indica che le autorità della RPDC sono pronte a dare un sostegno reale alla Russia, dimostrando così che non si tratta di un riconoscimento formale delle repubbliche del Donbass, ma che esse siano pronte a sostenerle politicamente e militarmente.

Quello che si sa è che la Russia non ha ancora accettato l’offerta di Pyongyang, ma nemmeno l’ha rifiutata. Ciò indica che inviare 100.000 volontari nordcoreani nel Donbass è del tutto possibile.

“La Repubblica popolare di Corea dimostra un reale sostegno all’operazione speciale russa. Lascia che ti ricordi che è stata una delle prime a riconoscere diplomaticamente la sovranità del DNR e del LNR, dando loro periodicamente sostegno morale da allora. E, anche se si cerca di essere ironico sull’esercito nordcoreano, direi che i suoi militari sono i migliori in termini di addestramento per operazioni in aree urbane dense e distretti industriali. Puoi dire con assoluta certezza che sono preparati per questo tipo di lotta. In generale, l’esercito nordcoreano ha il miglior morale e la stessa alta efficienza “, Igor Korochenko ha commentato la situazione con l’invio di volontari della RPDC nel Donbass in un’intervista con Moskovsky Komsomolets.

Gli specialisti ritengono che se la proposta nordcoreana sarà accettata, sarà possibile schierare tutte le forze di volontariato nel Donbass in sole due settimane.

Fonte: https://avia.pro/news/

Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM