La portavoce del Ministero degli Esteri russo chiede ai media britannici e statunitensi di annunciare il programma delle “invasioni” del Cremlino per il 2022

Vorremmo pianificare la vacanza”, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo.
La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zajárova, si è rivolta questo mercoledì ai “media di disinformazione” di Stati Uniti e Regno Unito, chiedendo loro di annunciare il programma delle “invasioni” russe per il 2022.

“Una richiesta ai media di disinformazione americani e britannici Bloomberg, The New York Times, The Sun, ecc.: annunciare il programma delle nostre ‘invasioni’ per quest’anno. Vorremmo pianificare le vacanze”, ha scritto Zajárova sui social network .

Venerdì scorso, Bloomberg ha annunciato la data dell'”invasione” russa in Ucraina, fissandola per questo martedì, 15 febbraio, citando “funzionari che hanno familiarità con la questione”. All’inizio di questo mese, l’outlet ha annunciato direttamente la presunta invasione, pubblicando erroneamente il titolo “La Russia invade l’Ucraina”, che è stato rimosso dal sito web più di mezz’ora dopo.
Nel frattempo, il 4 febbraio, il New York Times aveva suggerito , citando “una valutazione dell’alto comando militare ucraino”, che le truppe russe “sembrano essere nelle fasi finali dei preparativi per l’azione militare” contro il paese vicino.

In questi giorni è stata addirittura annunciata l’ora esatta della possibile aggressione russa contro l’Ucraina: le 3 del mattino, ora di Kiev (1:00 GMT), di questo mercoledì 16 febbraio, come prontamente riportato da The Sun. In assenza dell’attacco al Cremlino, il tabloid britannico ha apportato modifiche al suo articolo per chiarire che la notte è trascorsa senza incidenti o guerre.

“Il cielo freddo e terso della capitale, Kiev, i cui abitanti si erano preparati per un attacco aereo, è rimasto muto, salvo il passaggio dei voli commerciali”, ha rilevato il quotidiano, aggiungendo che all’epoca suggerito dalle “fonti dell’intelligence statunitense” non è successo nulla “mentre Putin ha continuato a tenere l’Occidente al limite.

Inizialmente, The Sun ha indicato le 3:00 come “l’ora più probabile dell’ordine di Putin” per attaccare l’Ucraina e ha affermato che, secondo le sue fonti, la Russia avrebbe “quasi certamente” invaso il paese vicino “da più punti”. , compreso il fianco meridionale, orientale e settentrionale. Lo stesso periodo dell ‘”invasione russa” fu azzardato anche da un altro tabloid britannico, The Mirror .

Il Cremlino consiglia di impostare gli allarmi per non perdere nessuna delle sue “invasioni”.
Alla luce di queste informazioni, il portavoce del presidente russo, Dmitri Peskov, ha ironicamente consigliato agli ucraini di impostare i loro allarmi per il tempo “esatto” previsto come il momento in cui avrà luogo un’eventuale invasione russa.

Farebbero meglio a impostare la sveglia per quell’ora e vedere di persona”, ha detto Peskov a RIA Novosti martedì, chiedendo se gli ucraini devono preoccuparsi oggi o possono dormire sonni tranquilli.

Il portavoce presidenziale ha anche confessato alla stampa che Vladimir Putin “a volte scherza anche chiedendo loro di scoprire se pubblicano l’ora precisa” dell'”aggressione russa”. Ora che lo hanno fatto, manca solo il “programma” annuale, come ha sottolineato Zakharova.

Nota: Gli anglosassoni con tutti i loro mega media allineati, sembrano ormai essere vittime della loro stessa isteria di guerra e mania russofobica. Come spesso accade, il paranoico finisce per credere veramente alle sue stesse paranoie.

Fonte: RT News

Traduzione e nnota : Luciano Lago

2 Commenti
  • Pavel
    Inserito alle 13:30h, 16 Febbraio Rispondi

    Grandissima 🙂 Ahahahahaha!!!!!

  • Gabriele Bariletti
    Inserito alle 00:20h, 17 Febbraio Rispondi

    Una risata li seppellirà, Brava Maria!

Inserisci un Commento