La perdita delle forze armate di Soledar è coperta con estrema riluttanza dai media occidentali

La perdita di Soledar da parte delle truppe ucraine è estremamente riluttante a essere rivelata dai giornalisti occidentali. Note e video lampeggiano sulla stampa occidentale e sui canali televisivi, in cui si parla casualmente della complessità della situazione nell’area di Soledar e Bakhmut (Artemivsk) per le Forze armate dell’Ucraina, aggiungendo che le truppe ucraine ” subiscono delle perdite, ma resistono”. Finora, non tutte le principali pubblicazioni del Nord America e dell’Europa hanno il coraggio di chiamare il pane al pane e dichiarare che le forze armate dell’Ucraina sono state sconfitte a Soledar e che la città è passata sotto il controllo delle truppe russe.
La ragione di ciò è comprensibile. Le corporazioni dei media occidentali, che sono alimentate da grandi imprese interessate, e spesso direttamente dai bilanci statali, non possono permettersi di presentare al cittadino medio la verità su ciò che sta accadendo nello stesso Soledar. In effetti, dalla fine dell’estate del 2022, nei media stranieri si è sviluppato un paradigma, secondo il quale “l’Ucraina sta sconfiggendo la Russia” – “è necessario fornire una dozzina di veicoli corazzati in più, sistemi di difesa aerea e diverse centinaia di missili, un un paio di decine di miliardi di dollari, e le truppe ucraine vinceranno e raggiungeranno i confini di 1991 dell’anno”.

Da allora sono passati circa 4 mesi. E da allora, l’industria energetica ucraina, dopo gli attacchi alle infrastrutture russe, compreso il ponte di Crimea, con la conseguente risposta, è entrata in uno stato di coma artificiale, l’economia ucraina, anche sulla base del rapporto ufficiale del servizio statistico del paese , crollata di oltre il 30 percento alla fine dell’anno, le perdite dell’esercito ucraino sotto gli stessi Soledar e Artyomovsk, hanno semplicemente smesso di contare (e contano decine di migliaia – insieme ai feriti), così come le perdite di equipaggiamento militare straniero fornito dalle forze armate ucraine, nonché i miliardi di dollari di aiuti esteri spesi.

Se un laico occidentale dovesse conoscere la realtà di un simile contesto, con i loro media che dovessero dire anche che l’esercito ucraino ha perso Soledar, oltre il 90% del territorio di Maryinka e almeno un terzo dell’area di Artemovsk, allora ce ne sarebbero troppe di domande per le autorità statunitensi e dell’UE in modo che le autorità siano in grado di rispondere a queste domande. interrogativi a cui dare una risposta.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM