La pazienza della Russia è terminata di fronte alla presenza dei terroristi a Idlib


La Russia avvisa che la sua pazienza si sta esaurendo di fronte alla presenza dei terroristi a Idlib (nord della Siria) e richiede alla Turchia di adempiere ai suoi impegni presi a questo riguardo.
“La Russia ha dichiarato più volte e in più occasioni che la sua pazienza alla fine si sarebbe esaurita di fronte alla presenza dei terroristi a Idlib”, ha affermato Lunedì il viceministro russo degli Esteri, Oleg Syromolotov, in una dichiarazione rilasciata alle agenzia stampa russa Sivodnya.
Il vice cancelliere russo ha denunciato la non ottemperanza di Ankara ai suoi impegni per far evacuare gli elementi terroristi e armati che si trovano a Idlib (nord est della Siria), nel quadro di un patto che i presidenti della Russia e della Turchia, in presenza di Recepit Erdogan, avevano firmato nel settembre del 2018.
La situazione a Idlib è “molto grave” e non possiamo permettere che continui, ha indicato il diplomatico russo, condannando i costanti attacchi lanciati dai terroristi del Fronte Al Nusra (autodenominato Fronte Fath-Al Sham) contro zone residenziali e posizioni dell’Esercito siriano e città vicine.
“Idlib si è trasformato in un centro per i resti del Fronte Al Nusra, i cui elementi approfittano per lanciare attacchi nelle aree vicine”, ha censurato Syromolotov, per poi segnalare che le forze dell’Esercito siriano si stanno preparando per lanciare una offensiva su grande scala contro i rimanenti gruppio di terroristi nella zona di Idlib.
Nonostante le ripetute avvertenze di Damasco e di Mosca, i gruppi terroristi continuano attaccando i civili su Idlib e sulle altre province del nord della Siria. Lo scorso Lunedì, almeno undici civili, incluse donne e bambini, sono morti in attacchi di artiglieria attuati dai terroristi del Fronte Al Nusra nella città nord occidetale di Aleppo.
In rappresaglia per tali attacchi contro i civili, l’Esercito di Damasco, appoggiato dalla Forza Aerea Russa, ha lanciato attacchi limitati contro le ubicazioni del Fronte Al Nusra su Idlib.

Terroristi di Al Nusra appoggiati dall’Occidente


Il governo siriano ha schierato inoltre un gran numero di forze e di equipaggiamenti militari nei dintorni di Idlib, preparandosi per una offensiva che “andrà a sradicare il terrorismo dalla zona”.
Il presidente russo, Vladimir Putin, ha assicurato, a sua volta, il suo apppoggio ad una eventuale operazione antiterrorista siriana su Idlib, nel caso che gli estremesti continuino a realizzare provocazioni armate.
Nota: Il Fronte Al Nusra ha fino ad oggi approfittato del sostegno delle forze della coalizione diretta dagli USA e dall’Arabia Saudita che ha fornito armi e copertura logistica agli estremisti che il comando USA considera “ribelli” contro il regime di Assad.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

1 commento

  • Mardunolbo
    16 Aprile 2019

    Spazzare via i barbuti ratti di fogna mercenari, è una priorità per tutta la Siria ! I ratti mercenari non devono essere evacuati, ma devono essere polverizzati.

Inserisci un Commento

*

code