La Pax Americana dei morti viventi. Regole di War Inc. Guerra Fredda 2.0 contro la Cina


di Pepe Escobar

La Pax Americana è sempre stata un personaggio secondario in un film di apocalisse zombie.

Pax Americana è in realtà L’eterno ritorno dei morti viventi. “Pax” non era mai in ordine; Regole di War Inc. La fine della Seconda Guerra Mondiale portò direttamente alla Guerra Fredda. Il momento unipolare è stato un arco dalla prima guerra del Golfo al bombardamento della Jugoslavia. L’11 settembre ha lanciato la Guerra globale al terrorismo (GWOT), ribattezzata Overseas Contingency Operations (OCO) dal Team Obama. Ora stiamo entrando nella Guerra Fredda 2.0 contro la Cina .

Quello che l’ex analista della CIA Ray McGovern descrive in modo memorabile come il MICIMATT (complesso militare-industriale-congressuale-intelligence-media-accademia-think tank) non ha mai fatto “Pax”. Fanno la guerra, all’unisono, come I cavalieri che dicono “Ni!” – meno il tocco comico.

Prendi questo Cavaliere per il Council on Foreign Relations (CFR) , il cuore della matrice dell’establishment . CFR è specializzato in Divide et impera Kissingeriano. Ora ciò si applica, a picche, al partenariato strategico Russia-Cina.

I cavalieri affermano in modo schiacciante l’ovvio: “Il potere cinese deve essere contenuto” . Vendono l’attuale, seriale debacle imperiale come “grandi mosse strategiche”, in un’insalata mista bizzarra, persa nella traduzione di Gramsci e Lampedusa: sta nascendo un “nuovo ordine” (ingegnerizzato dall’Impero) tramite il quale “tutto deve cambiare quindi tutto possa rimanere lo stesso” – privilegiando l’Impero.

Altri Cavalieri propongono addirittura la ridicola idea che l’attuale POTUS, un vero e proprio zombi comandato a distanza da un gobbo, sia in grado di concepire una “politica estera per la classe media” , come se il MICIMATT approvasse mai uno schema per “promuovere la prosperità nel il mondo libero nel suo insieme”. Il “mondo libero” è appena rimasto sbalordito dalla “prosperità” offerta all’Afghanistan durante 20 anni di “bombardamento per la democrazia”.

E poi ci sono i Cavalieri britannici, che almeno avrebbero dovuto conoscere a memoria i loro Monty Python, lamentandosi dell’illiberalismo e dei “regimi creati da Xi e Putin” , che “sgretoleranno” e saranno seguiti da “anarchia e nuovi dispotismo”. La stessa vecchia superbia anglo mista a penetrante ignoranza. Oh, quelle “tirannie” asiatiche che minacciano la spinta alla civiltà dell’Uomo Bianco.

Viviamo tutti in un sottomarino australiano

Ora si tratta di AUKUS – in realtà U SUK A. Fino a poco tempo, solo il P5 – i cinque membri permanenti dell’UNSC – possedeva sottomarini a propulsione nucleare. L’India si è unita al club, e più tardi, piuttosto che prima, l’Australia.

Tutti i principali attori sanno che la prossima guerra americana non riguarderà le remote isole del Pacifico. Taiwan, tuttavia, è un gioco con la palla completamente diverso. U SUK A riguarda principalmente Taiwan.

U SUK A è stato finalizzato al vertice del G7 a Carbis Bay lo scorso giugno. Quello era un affare dell’Anglo Boys Club, discusso esclusivamente dalla troika Biden-BoJo-Morrison – e debitamente escludendo il Giappone, anche se Tokyo ha quasi estratto una spada da samurai urlando il suo intento di sostenere Taiwan.

Requiem per un impero: un prequel
Il problema è che non ci sono state perdite della stampa fine contenuta in U SUK A. Solo spin. Eppure è già chiaro che U SUK A va ben oltre la costruzione di sottomarini nucleari australiani. Canberra avrà anche accesso a Tomahawk, Hornet e diventerà anche parte della ricerca americana sui missili ipersonici.

Ma poi, in un lapsus, il ministro della Difesa australiano Peter Dutton ha dato via il gioco: U SUK A consentirà il potenziamento “dell’infrastruttura di Perth, che sarà necessaria per il funzionamento di questi sottomarini. Mi aspetto che vedremo… accordi di locazione o maggiori operazioni congiunte tra le nostre marine in futuro”.

Traduzione: Perth sarà una base avanzata per i sottomarini americani a propulsione nucleare e che trasportano armi nucleari.

Perché U SUK A ora? Torniamo alla seconda guerra mondiale – e la stessa vecchia geopolitica da cartone animato delle benevole potenze delle isole marittime anglosassoni contrapposte al “malvagio” cuore dell’Eurasia.

La seconda guerra mondiale è stata la soluzione per impedire contemporaneamente alla Germania di dominare l’Atlantico e al Giappone di dominare l’Asia-Pacifico (a proposito, questa è la terminologia corretta: “Indo-Pacifico” è in lingua imperiale).

Germania-Giappone riguardava un’alleanza che sarebbe stata predominante in tutto il cuore dell’Eurasia. Ora, l’Impero del Caos viene lentamente ma inesorabilmente espulso dal cuore dell’Eurasia, questa volta dal partenariato strategico Russia-Cina.

Coloro che hanno conoscenze tecniche attraverso la Beltway – , non i Cavalieri – sono consapevoli che gli Stati Uniti non sono all’altezza della Russia ipersonica. Eppure gli americani credono di poter rendere la vita insopportabile a Pechino. L’establishment americano permetterà alla Cina di controllare il Pacifico occidentale sui loro cadaveri. Entra nella strumentalizzazione dell’Australia.

Una grande domanda è quale sarà il nuovo ruolo dei Five Eyes. Con U SUK A, l’Anglo Club è già andato oltre la semplice condivisione di informazioni e lo spionaggio delle comunicazioni. Questo è un patto militare tra Tre Occhi.

A seconda della composizione del suo nuovo governo, la Germania potrebbe diventare un sesto occhio, ma in un ruolo subordinato. Con U SUK A, la NATO nel suo insieme, fresca della sua spettacolare debacle afgana, diventa poco altro che un vassallo semi-rilevante. Tutto questo riguarda il potere marittimo.

U SUK A in effetti è un Quad Plus, con l’India e il Giappone, i Fifth Columnist asiatici, autorizzati a svolgere solo il ruolo di, ancora una volta, semplici vassalli.

Guerra prima del 2040

Non a caso, la prima, concisa valutazione tecnica e strategica di U SUK A è russa, scritta da Alexander Timokhin e pubblicata su Vzglyad , strettamente legata all’intelligence del GRU. Qui, fornita da John Helmer, è una traduzione inglese essenziale .

I punti chiave:

i sottomarini aggiuntivi creeranno una seria minaccia aggiuntiva; “il problema di combattere le forze sottomarine nemiche diventerà piuttosto acuto per la Cina”.
Geograficamente, “l’Australia può bloccare completamente la connessione tra la Cina e l’Oceano Indiano”.
L’Australia rispetterà le scadenze solo se depone “più sottomarini all’anno degli americani”.
È “possibile rendere rapidamente l’Australia un paese con una flotta sottomarina”. Questi “giganteschi investimenti e brusche svolte politiche non si realizzano proprio così. L’egemonia degli anglosassoni nel mondo è seriamente scossa».
E questo ci porta all’inevitabile conclusione: “Vale la pena riconoscere che il mondo è sull’orlo della guerra”.

Anche prima della valutazione strategica di Vzglyad, avevo sottoposto i deliri di un altro Beltway Knight – ampiamente elogiato come saggio – a un analista dissidente di intelligence del Deep State della vecchia scuola. La sua valutazione è stata spietata.

Mi ha scritto: “la logica geopolitica è che l’alleanza Cina-Russia era determinata a essere contro gli interessi degli Stati Uniti, proprio come l’alleanza Mao-Stalin. La SEATO e la NATO si stanno replicando. Il trattato tra Inghilterra, Australia e Stati Uniti fa parte del riequilibrio del Pacifico, o una nuova SEATO. La NATO fa parte della compensazione contro Russia-Cina in Europa”.

Forze missilistiche cinesi

Su ciò che potrebbe accadere, ha osservato che “il colpo di stato contro gli Stati Uniti, l’Australia, l’Inghilterra e la NATO sarebbe un’alleanza franco-russa per rompere la NATO e isolare la Germania. La Russia si è avvicinata senza successo alla Germania e ora potrebbe avvicinarsi alla Francia. La perdita della Francia metterebbe effettivamente fine alla NATO”.

Vede U SUK A tutto vestito senza un posto dove andare: “Così com’è ora, la Cina è al comando del Pacifico e l’Australia e la Gran Bretagna non significano nulla. La Russia può invadere la NATO in due settimane, i missili ipersonici dei nostri avversari possono distruggere tutti gli aeroporti della NATO entro cinque-dieci minuti e la battaglia per l’Europa sarebbe finita”.

È fermamente convinto che “gli Stati Uniti non possono proiettare potenza nel Pacifico. I missili sottomarini cinesi finirebbero in breve tempo la flotta statunitense. La questione dei sottomarini australiani è davvero irrilevante; se la CIA avesse un’organizzazione che valesse qualcosa saprebbe che i nostri avversari possono già individuare e distruggere i nostri sottomarini nucleari senza la minima difficoltà. L’intera Marina degli Stati Uniti è obsoleta e indifesa contro i missili russi”.

E c’è di peggio, almeno per le cheerleader Knights: “L’F-35 è obsoleto. L’Air Force è in gran parte inutile, poiché i missili russi e cinesi possono finire i loro aeroporti o portaerei in breve tempo. L’esercito americano svegliato è più inutile dell’esercito francese con la sua linea Maginot. I capi di stato maggiore congiunti sono pagati meno di 200.000 all’anno e sono talenti di seconda o terza categoria. Gli Stati Uniti sono una nave che affonda”.

Supponendo che sia davvero così, la guerra nucleare contro la Cina nel Pacifico occidentale, prevista nella Beltway nella seconda metà degli anni ’30, sarebbe finita ancor prima di iniziare. Taiwan potrebbe anche essere parte della Cina per allora – una propaggine di Pechino che propone sempre scambi economici a tutti, mentre Washington “propone” sempre la guerra.

Una cosa però non cambierà mai: i cavalieri che dicono “Ni!” cantando le lodi della Pax Americana nella totale indifferenza della plebe indisciplinata.

Fonte. Global Research

Traduzione: Luciano Lago

16 Commenti
  • mario
    Inserito alle 20:52h, 30 Settembre Rispondi

    w cina w russia ultima speranza per l ” umanita”………………………………………….

    ebrei birkenau sara” presto in funzione…………luridi animali……………………………….

    • atlas
      Inserito alle 13:33h, 01 Ottobre Rispondi

      caga sanhue troll

  • Giorgio
    Inserito alle 09:03h, 01 Ottobre Rispondi

    Anglo sionisti fuori dal continente Euro-Asiatico ……….

  • Farouq
    Inserito alle 10:11h, 01 Ottobre Rispondi

    Sfasciano il mondo perché la montagna del debito americano è oramai ingestibile

  • atlas
    Inserito alle 13:37h, 01 Ottobre Rispondi

    sparati troll mongoloide. Tra qualche ora verrai cancellato, trovati un’altro nome, che io ti scopro lo stesso e mi kiavo quella gran troia di tua sorella

  • atlas
    Inserito alle 17:20h, 01 Ottobre Rispondi

    và a fare in kulo troll

  • atlas
    Inserito alle 17:20h, 01 Ottobre Rispondi

    và a fare in kulo troll

    • atlas
      Inserito alle 23:25h, 01 Ottobre Rispondi

      TU 6 1 troll figlio di troia

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 17:27h, 01 Ottobre Rispondi

    alla fine dell’articolo manca il “W la Cina, W la Rivoluzione Popolare, lunga vita a orsetto Xi”……
    .
    via i comunisti dalla faccia della Terra

    • Giorgio
      Inserito alle 18:56h, 01 Ottobre Rispondi

      Ma certo ……. W il libero mercato, W le privatizzazioni, le multinazionali, i magnati filantropi che ci salvano da virus e clima ……
      i nemici dei popoli sono i Rotschi – Rockfeller – Soros – Gates, Cia, Nato, Usa, Gb, sionisti, Ue e compagnia …….
      non Xi, Putin e Kim …… o Assad e Maduro ….. che invece sono la dimostrazione vivente che gli imperialisti si possono sconfiggere ……

      • atlas
        Inserito alle 23:27h, 01 Ottobre Rispondi

        l’altro è un troll per difetto, questo lo è perchè convinto … lascialo nella sua Caporetto, è fiato sprecato

        • Arditi, a difesa del confine
          Inserito alle 06:40h, 02 Ottobre Rispondi

          il baccala’ e’ buono con la polenta, molto buono
          lei invece e’ soltanto un baccala’

          • atlas
            Inserito alle 09:02h, 02 Ottobre

            polenta o no la storia insegna che dal Volturno ad Assad la strategia dei giudei democratici è SEMPRE la stessa, in tutto il mondo. Per cui i Briganti resistenti ci sono e ci saranno, nonostante i troll storici e i democratici avviliti. Buon Sabato Fascista a te che col fascismo non c’entri nulla. E buona Domenica

            https://www.youtube.com/watch?v=IU8EBXT2Xk4

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 06:43h, 02 Ottobre Rispondi

        mettere in mezzo Assad e Putin a dei comunisti (di emme) dimostra di non aver capito un fico secco
        grande Kim, uno che non esista ad eliminare il cognato solo perche’ la pensa diversamente
        grande Xi, quello del sistema sociale che i paesi occidentali stanno copiando e chiamandolo “green pass”
        eh si, due persone che amano davvero il proprio popolo…..

        • Giorgio
          Inserito alle 10:56h, 02 Ottobre Rispondi

          Meglio l’Italia dove i cognati e i parenti dei potenti fanno soldi e carriera grazie ai loro protettori ………….
          figlia di Berlinguer (Bianca)
          cognato di Craxi (Pillitteri)
          padre di Renzi (Tiziano)
          cognato di Fini (Giancarlo Tulliani)
          figlio di Calabresi (Mario)
          nipote di Letta Enrico (Gianni)
          moglie di Mastella (Sandra Lonardo)
          ………….. Mi fermo qui ………….. meglio KIM che li mette al muro ……….

  • atlas
    Inserito alle 23:29h, 01 Ottobre Rispondi

    troll figlio di troia, fra un pò cambia sistema, e avrai finito di rientrare dopo 5 secondi che ti cancellano, merda, potrai ingropparti solo quella sifilitica di tua sorella

Inserisci un Commento