La Nuova Tirannia Sanitaria


di Rob Slane.

Quest’anno ha visto sorgere quella che sembra la nascita di una nuova religione. Chiamiamolo Covidianesimo.

Ha i suoi profeti (p. Es., Neil Ferguson), il suo sacerdozio esperto (p. Es., Whitty e Vallance), la sua soteriologia (p. Es., Il vaccino della salvezza), i suoi evangelisti (p. Es., Piers Morgan), il suo propria escatologia (ad esempio, la nuova normalità) e, naturalmente, i suoi eretici (chiunque metta in dubbio i dati o la narrativa ufficiale).

Non tutti coloro che hanno adottato le pratiche bizzarre del Covidianesimo sono Covidiani . Ci sono molti che sono stati un po ‘intimiditi contro la loro volontà; molti sono stati un po ‘ingannati senza saperlo; e molti altri semplicemente non sembrano aver pensato a ciò che viene fatto loro, per non parlare del fatto che sia giusto, necessario e proporzionato. Ma ci sono indubbiamente dei veri covidiani, e puoi riconoscerli dalla loro insistenza che tutti si inchinano al loro culto e che coloro che rifiutano si vergognino.

In un certo senso, questa religione è caduta su di noi come un fulmine . Eravamo tutti lì, a fare i nostri affari all’inizio dell’anno, senza sospettare particolarmente che ci sarebbe stato qualcosa di particolarmente fuori dall’ordinario nel 2020, e all’improvviso, wow! In un altro senso, molti degli ingredienti erano già presenti molto prima di quest’anno e sono stati semplicemente riuniti in un grande crogiolo per produrre una miscela tossica di paura, isteria e irrazionalità su scala davvero epica.

Questi ingredienti sono i seguenti: una società che aveva abbandonato la fede nel Dio Trinità e non era riuscita a trovare un sostituto per riempire il vuoto; una società ossessionata dal securitarismo e dalla sterilizzazione generale della vita ; un’azienda incollata alla scatola della propaganda in un angolo della stanza con milioni di persone aggrappate ad ogni parola che esce come se fosse l’Oracolo di Dio in persona; e una società che aveva, nel complesso, completamente dimenticato cosa significa veramente libertà.

Quello che tutto questo ha prodotto è una società che cerca un’arca (primo principio) per tenere tutto insieme; una società che cerca di evitare la morte eliminando ogni potenziale rischio ; una società che guarda senza esitazione al governo, ai media e agli esperti riuniti per raccontare loro come e cosa fare. Si tratta ormai di una società che si è mostrata pronta a rinunciare alle libertà acquisite nel sangue, nel sudore e nelle lacrime secoli fa per realizzarla. In breve, siamo arrivati ​​all’oligarchia tecnocratica pianificata di cui CS Lewis ci aveva avvertito circa mezzo secolo fa :

La nuova oligarchia deve basare sempre più la sua pretesa di pianificare per noi sulla sua pretesa di conoscenza scientifica. Se vogliamo essere madri, è nostra madre che dovrebbe saperlo meglio. Ciò significa che devono fare sempre più affidamento sui consigli degli scienziati, finché alla fine i politici attuali diventano semplicemente i burattini degli scienziati. La tecnocrazia e lo scientismo dogmatico sono la forma a cui deve tendere una società pianificata ”.

Ed ecco Dwight Eisenhower che dice più o meno la stessa cosa nel suo discorso d’addio nel 1961:

“Tuttavia, nel rispetto, come dovrebbe essere, della ricerca scientifica e della scoperta, dobbiamo anche essere consapevoli del pericolo uguale e opposto che la stessa politica pubblica possa diventare prigioniera di un’élite scientifica e tecnologica”.

Questo suona familiare per voi?

L’ironia di tutto quanto è accaduto quest’anno è che nel nostro apparente tentativo di eliminare il rischio, abbiamo rinunciato alle nostre vite. In altre parole, abbiamo posto la sicurezza apparente così in alto nella lista delle priorità che è diventato un dio, che governa il modo in cui dobbiamo vivere, respirare e avere il nostro essere, e domina così tanto la nostra vita quotidiana che rende impossibile la vita normale, succhiando gioia, significato e scopo. È, come ha detto Lewis, un modo tragico di vivere:
“Ora mi interessa di più come vive l’umanità di quanto tempo dura. Il progresso, per me, significa aumentare la bontà e la felicità delle vite individuali. Per la specie, come per ogni uomo, la semplice longevità di sopravvivenza mi sembra un ideale spregevole ”.

È comprensibile che le persone in una situazione di pandemia accettino che la loro vita normale venga interrotta per un po ‘, perché non scherziamo con una malattia che spazza via qualcosa come il 60% della popolazione. Ma per un coronavirus con un tasso di mortalità per infezione intorno allo 0,2% – 0,26% ? Per un virus che ha causato la morte – in proporzione alla popolazione – per tornare a livelli non visti in … ooh … quei giorni bui del 2000:

Massime precauzioni

E sì, so che i logici covidiani faranno finta che il bilancio delle vittime non sia più alto perché abbiamo fatto cose strane come chiudere il paese, indossare una maschera strana, assicurandoci di non cantare troppo forte, eccetera. Ma la logica del Covidien dice molto che non è vero , e il punto è che non ci sono prove che queste misure abbiano avuto alcun effetto in termini di cambiamento dei tassi di mortalità.

Per questa illusione di sicurezza – uno spreco di materiale – abbiamo venduto l’eredità e le libertà che ci sono state lasciate in eredità da coloro che sono venuti prima di noi e che era nostro dovere preservare per coloro che ci seguiranno. Come ci ha insegnato Edmund Burke :

“L’azienda è davvero un contratto… È una partnership in tutta la scienza; una partnership in tutta l’arte; una partnership in ogni virtù e in ogni perfezione. Poiché gli obiettivi di una tale partnership non possono essere raggiunti in più generazioni, diventa una partnership non solo tra chi vive, ma anche tra chi vive, chi è morto e chi nascerà ”.

Abbiamo tradito i nostri antenati e i nostri discendenti, e l’idea che stiamo per riavere indietro quelle libertà è un triste malinteso di come funziona il mondo. Prima di tutto, essendo la natura umana quello che è, coloro al potere che hanno sviluppato un gusto per l’autoritarismo raramente amano rinunciarvi. In secondo luogo, ci vogliono secoli di duro lavoro perché le libertà si sviluppino, ma possono essere tagliate in un attimo, come è successo a noi nel 2020. Purtroppo, non esiste una formula magica per ripristinarle rapidamente.

Detto questo, potrebbe esserci ancora tempo. Forse abbiamo ancora l’opportunità di fare un passo indietro da questa assurda tirannia sanitaria, con le sue false promesse di sicurezza, e abbracciare invece la vita e la libertà . Ma per questo sarebbe necessario respingere senza ulteriore indugio questa miseria del Covidianesimo, e bere un bel sorso lungo di quello che abbiamo bevuto a Rohan:

Eowyn: Non temo né la morte né il dolore.

Aragorn: Di cosa hai paura, mia signora?

Eowyn: di una gabbia. Rimani dietro le sbarre finché l’uso e la vecchiaia non lo accettano e ogni possibilità di valore supera i ricordi o il desiderio.

fonte: http://www.theblogmire.com

tradotto da Luciano Lago

6 Commenti

  • Teoclimeno
    22 Dicembre 2020

    L’autore si è dimenticato di menzionare Billythecovid fra i profeti della nuova religione.

  • Farouq
    22 Dicembre 2020

    Secondo il mio modesto parere gli ottanta milioni di infettati nel mondo sono già spacciati anche se sono ancora vivi

    Il virus è stato costruito non per uccidere immediatamente ma per modificare il DNA umano, sapremo presto i suoi effetti sui sopravvissuti

    La tecnica di modificare il DNA con un virus è collaudata e documentata

    Il povero Ugo Chavez ne ha subito gli effetti

    Quelli non scherzano, hanno già deciso per lo sterminio da tempo

    • Sandro
      23 Dicembre 2020

      La sopravvivenza in natura non permette preferenze. La natura comanda:“Francia o Spagna purché se magna”. Per quanto detto, questo virus che si sceglie il “pasto” per sopravvivere non può essere naturale.

      Si inoltra nei bambini senza danneggiarli purché questi lo trasposti in casa dai nonni o padri anziani, per obblighi di legge,* per cibarsene. E le donne? Quelle, eliminate solo in parte, perché essendo malleabili/duttili al manovratore, possono servire, all’occorrenza, come già gli sono servite egregiamente in un recente passato.

      La questione dello sfoltimento proposta da te, non regge. Ti spiego perché. Altri motivi? Non so.

      Fin subito dopo l’ultimo sfoltimento di membra umane (guerra mondiale), eravamo in tanti, ma non in molti. All’incirca 2 miliardi di bipedi “pensanti”. L’umanità ha impiegato qualche milione di anni per raggiungere tal numero. In solo poco più di 70 anni anche i non credenti hanno seguito il comandamento di un Dio che ordinò :”«Crescete, moltiplicatevi e riempite la terra..”. Anche i non credenti, dunque, sono stati così osservanti che siamo sulla soglia di 8 miliardi di esseri che almeno una volta al giorno defecano. Puoi immaginare di quante tonnellate di solo sterco AL GIORNO viene appesantita la terra? Ammesso pure che con questo animaletto invisibile se ne possa eliminare a breve un miliardo, non solo non ce ne accorgeremmo, ma questo verrà rimpiazzato in pochissimo tempo con “gli interessi”. Pertanto proponi qualche altra cosa.

      *la speculazione sulle famiglie non ne ha permesso la formazione delle stesse o la procreazione in giovane età.

      • Farouq
        23 Dicembre 2020

        La produzione mondiale di merda non influisce sulla massa del pianeta che rimane sempre quella

        L’aumento della popolazione mondiale è dovuto esclusivamente all’usura che annulla la funzione della selezione naturale, chi non ha può avere denaro da usare mettendo su famiglia e riproducendosi

        Gli usurai (sappiamo chi sono) hanno doppiamente distrutto il pianeta

  • Maria Cristina Satta
    22 Dicembre 2020

    Effetti della NUOVA RELIGIONE GLOBALE DELLA MEDICINA https://youtu.be/tMmQGhRo3I8 come ho descritto e definito in un mio componimento dedicato ai veri seguaci di Ippocrate (18/5/2020)

    • Sandro
      23 Dicembre 2020

      Brava, eccellente.

Inserisci un Commento