LA NUOVA ONDATA DI ATTACCHI ISRAELIANI ALL’AEROPORTO DI DAMASCO LASCIA MORTI CINQUE MEMBRI DEL SERVIZIO SIRIANO

All’inizio del 17 settembre, cinque membri in servizio dell’esercito arabo siriano (SAA) sono stati uccisi quando una nuova ondata di attacchi israeliani ha colpito la capitale siriana, Damasco.

In una dichiarazione all’agenzia ufficiale di stampa araba siriana, una fonte dell’ASA ha affermato che i jet israeliani hanno lanciato gli attacchi dalla direzione del lago di Tiberiade nel nord di Israele, prendendo di mira l’aeroporto internazionale di Damasco e diverse altre posizioni a sud della capitale.

Secondo la fonte anonima, le difese aeree siriane hanno intercettato diversi missili israeliani. Tuttavia, cinque membri del servizio sono stati uccisi e sono state subite perdite materiali.
Questo è stato il secondo attacco israeliano a prendere di mira l’aeroporto internazionale di Damasco in meno di un mese. Il 31 agosto, un’ondata di attacchi aveva distrutto i sistemi di navigazione civili dell’aeroporto. Lo stesso giorno, la pista principale dell’aeroporto internazionale di Aleppo, nel nord della Siria, è stata colpita insieme ai sistemi di navigazione dell’aeroporto.

L’ aeroporto di Aleppo è stato nuovamente attaccato da Israele il 6 settembre. Questa volta tre attacchi hanno colpito la pista, mettendo l’aeroporto fuori servizio per tre giorni.

Secondo quanto riferito, i ripetuti attacchi di Israele agli aeroporti siriani avrebbero lo scopo di disturbare le spedizioni di armi iraniane destinate a Hezbollah in Libano. Solo pochi mesi fa, Israele ha accusato il Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche iraniane di contrabbando di armi in Siria a bordo di aerei di linea civili.

La Siria ei suoi alleati si sono astenuti dal rispondere ai recenti attacchi israeliani agli aeroporti di Damasco e Aleppo, probabilmente per evitare uno scontro militare in piena regola con Tel Aviv.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM