LA NUOVA ONDATA DI ATTACCHI ISRAELIANI A GAZA UCCIDE DIVERSI BAMBINI (PIÙ DI 18 VIDEO)

Verso la fine del 6 agosto, le forze di difesa israeliane (IDF) hanno effettuato una nuova serie di attacchi sulla Striscia di Gaza nel quadro dell’operazione Breaking Dawn , lanciata il giorno prima con l’obiettivo di scoraggiare la Jihad islamica palestinese (PIJ).

Uno degli attacchi israeliani ha preso di mira un veicolo vicino alla moschea Imad Aqal a Jabalia, uccidendo almeno cinque persone. Quattro dei quali erano bambini di cinque, nove, dieci e undici anni. Secondo quanto riferito, più di altri 15 sarebbero rimasti feriti nello stesso attacco.
Il ministero della Salute di Gaza non ha ancora rilasciato un conteggio ufficiale delle vittime, che potrebbero arrivare fino a nove, secondo alcune fonti di notizie.

Poche ore prima, il ministero della Salute ha rivelato che 15 persone sono state uccise dall’inizio dell’operazione Breaking Dawn. Il ministero ha aggiunto che più di 140 altri sono rimasti feriti.

I ripetuti attacchi dell’IDF su Gaza non sono riusciti a infliggere alcun danno significativo all’ala militare del PIJ, le Brigate al-Quds, che continua a lanciare attacchi missilistici contro paesi e città nel sud e nel centro di Israele. La fazione ha lanciato più di 360 razzi dall’inizio dell’operazione israeliana.

L’IDF ha affermato di aver lanciato l’operazione Breaking Dawn in risposta alle minacce del PIJ, che negli ultimi mesi ha intensificato le sue attività politiche e militari nel campo profughi di Jenin in Cisgiordania.

Secondo quanto riferito, il primo ministro israeliano ad interim Yair Lapid è stato avvisato di concludere l’operazione a Gaza. Tuttavia, questo potrebbe non essere possibile dopo il massacro di Jabalia, che probabilmente provocherà una feroce risposta da parte della fazione palestinese. Il Movimento di Hamas, che ha sostenuto silenziosamente il PIJ, potrebbe unirsi alla battaglia.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM