APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

La nuova Difesa Aerea in Siria sarà una barriera alle aggressioni israeliane in M.O.

La Russia ha completato la consegna dei sistemi antiaerei S-300 in Siria, assieme agli altri apparati di difesa elettronica. Questo fatto nuovo, assieme alla situazione di Hezbollah che dispone attualmente di missili di precisione a medio raggio, dovrà necessariamente portare Israele a riflettere due volte prima di intraprendere un altro attacco contro la Siria.

Un recente articolo nel giornale “Al Quds al Arabi” si riferiva allo stato di panico che la decisione russa di fornire gli S-300 alla Siria ha prodotto nei media israeliani di strategia militare.
Il realtà gli effetti della consegna di questo sistema di difesa aerea alle Forze dell’Esercito siriano vanno ben oltre la Siria. La Russia, con questa mossa, sembra anche voler fare fronte alla strategia globale dei nordamericani in Medio Oriente.

Gli analisti militari indicano che questa azione russa significherà la fine della supremazia militare di Israele sul Medio Oriente. “Israele grazie alle armi sofisticate ricevute dagli USA ha avuto la possibilità di imporsi come potenza militare superiore in Medio Oriente e trasformarsi quindi in un protagonista nella intera regione…” .I paesi arabi, in passato, hanno fallito nel confronto con l’entità sionista perchè non riuscirono ad acquistare armi sofisticate dall”Unione Sovietica.

Attuamente la Russia ha invece deciso di armare la Siria con i sistemi di difesa aerea più moderni come gli S-300 e gli apparati di controllo elettronico, in una modalità integrata nel sistema russo di difesa strategica. Gli analisti si domandano il perchè di questa mossa e si danno due spiegazioni. L’analista del Al Quds al Arabi offre due spiegazioni.
In primo luogo, si ritiene che il mondo sia ritornato ad un contesto di Guerra Fredda.

La Russia dispone, rispetto agli USA, di molte meno basi militari al di fuori delle sue frontiere. Le più importanti basi miltari russe sono quelle di Hamaimim e Tartús, in Siria. Quindi la Russia è convinta che il rafforzare il suo alleato siriano nella regione sia un fattore positivo. La Russia farà di tutto per difendere la Siria e non permetterà mai ad Israele di lanciare una aggressione importante contro Damasco.

La seconda ragione, indicata dall’analista, è che “l’accordo del secolo”, quello patrocinato dal presidente nordamericano Donald Trump, che gli USA vorrebbero applicare nella regione, vede contraria la Russia. Il ministro degli Esteri russo ha avvisato di recente che gli USA non potranno decidere in modo unilaterale sulla questione della Palestina e Mosca non potrà accettarlo in nessun caso.

Detto questo, la Russia ha deciso di attrezzare la Siria con armi sofisticate, inclusi gli S-300, per contrastare la strategia americana in Medio Oriente, cosa che ha fatto reagire Israele e gli USA. Washington ha minacciato Mosca con con nuove sanzioni e con azioni di contenimento, come si ricorda nell’articolo.

Missili antiaerei siriani

“Le armi possono portare alla vittoria o, per lo meno, possono garantire le difese e condurre alla pace. I missili S-300 non porteranno ad una vittoria per la Siria, ma possono giocare un ruolo quale scudo di difesa, obbligando Israele a fermare le sue aggressioni.
Di recente un analista israeliano ha scritto su Haaretz che “questa è la prima volta che un paese determina le frontiere di Israele”.

Lo stesso analista, parlando di Hezbollah, ha scritto che la milizia libanese, grazie ai suoi missili, è riuscito a cambiare l’equilibrio di potere con Israele. Nel 2006 Hezbollah ha dimostrato di essere in grado di colpire con i suoi missili la metà del territorio di Israele, attualmente Hezbollah può attaccare tutto il territorio e assicurararsi che gli israeliani non abbiano altra prospettiva che vivere nei rifugi e nascondigli di protezione.

Da allora, Israele ancora non si è azzardato a realizzare alcuna offensiva contro il Libano. Adesso si verifica la stessa storia con la Siria. Il sistema antimissile S-300 russo, fornito all’Esercito siriano, porterà Israele a trattenersi dalle aggressioni ed a vivere in pace.
“Se Israele deciderà in un qualsiasi momento di attaccare la Siria dovrà affrontane le conseguenze e la Russia potrà fornire allora anche gli S-400 al suo alleato siriano”.

Fonte: AL Manar

Traduzione: Luciano Lago

*

code

  1. 2 settimane fa

    https://southfront.org/us-allocates-38-billion-military-aid-package-to-israel-to-boost-its-security/

    Botta e risposta , 38 mi!ardi di dollari in aiuti , decisione di Obama confermata da Trump, due giorni fa’.
    Si legge che in massima parte saranno destinati a sistemi missilistici, si legge inoltre che tale decisione servirebbe a scongiurare
    il rafforzamento di hezbollah /iran in siria .
    Quanti minus habens anche su questo sito speravano che l elezione a presidente della creatura dei rothschild trump , suocero del fenomeno kushner
    cambiasse la politica usa nei confronti di israele?
    Mooolti dei piu assidui quotati e storici commentatori di questo sito ,dei quali per umana pietas evito di fare i nomi ,speravano poveri scemi ,che trump
    rappresentasse un cambiamento nel rapporto usa/israele, e tali babbei imperterriti dopo la monumentale cantonata,continuano a sproluquiare
    Qualcuno (io) che tempestivamente inquadro’ e descrisse il ruolo del ciuffuto burattino ,da tali babbei , ebbe anche epiteti di ammazzasperanza, ed altre perle estratte dal bagaglio di speranzosi idioti cattoplagiati, che non
    sapendo altro fare che attendere il salvifico uomo mandato dalla provvidenza, questi pecoroni instupiditi ,mostrano solo e sempre
    di essere alla perenne ricerca del bon pastore, avendo spirito e natura di pecore altro non san fare.
    In realta’ sono essi stessi parte del problema, la loro paura, e la loro natura gregaria di pecoroni ,esaltata e cristallizzata dalle puttanate pietro/paoline ,li rende agnelli mansueti pronti ad essere
    ingannati subornati e sacrificati , basta vendergli il miraggio del redentore , basta fargli credere che a tutto la divina provvidenza
    mettera’ bon rimedio et voila’ le jeux sont fait
    Bibi e Danny coppia inossidabile.
    Del resto entrambi si dichiaran (e lo sono)fedeli seguaci del kuros sabaoth, il bon vecchio yhaweh, il dio degli eserciti, aka samael yaldabaoth

    Saluti al gregge
    josey wales

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nicola 2 settimane fa

      Mi scusi ma la sua massima aspirazione, nel presente, è dichiarare quanta ragione ha lei e quanto torto hanno avuto tutti gli altri?
      Che triste condizione la sua! Le piacerebbe sapere che io fossi fra tutti gli altri! Niente da fare! Ma da odiatore della ‘merica
      da sempre, ho gioito quando ha perso Killary. Cerchi altre soddisfazioni!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 2 settimane fa

        Che triste condizione ,semmai quella di un bimbino illuso che gioisce per uno dei due
        burattini messi in campo dalla nota ditta, uno valeva l altra , per contentare quanti piu bimbi scemi possibile
        il gelataio offre sempre due gusti. cambia il colore, stessa sostanza,stesso produttore.
        38 milardi di armamenti pro israele stanziati da Obama, 38 milardi approvati da trump dopo manfrine
        atte ad abbindolare gli illusi come te.
        a tua descrizione caro bimbino doddo ti dedico
        un ottonario, niente endecasillabi, per i bimbi scemi ninna nanna ,cadenza piu’ adatta

        Sono illuso e son contento
        questo e’ l mio divertimento
        bimbo scemo diventai
        e di poi mai mi svegliai
        pei pupazzi faccio il tifo
        trump o clinton stesso schifo
        ma a tifar son educato
        e non esco da tal stato

        ‘ notte caro, e sogna pure il principe ciuffobello che sconfigge la strega cattiva.
        josey wales

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mardunolbo 2 settimane fa

          “sono illuso e son contento ,questo è il mio divertimento ,affrontar la giungla incolta ,con i rambo massa folta !”
          Eccetera eccetera a gioia del Giò 6. Notte,notte ! Sognerò il principe Ciuffobello mentre altri sogneranno streghe e demoni che li circondano notte e dì non avendo alcuna speranza nè fede.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. atlas 2 settimane fa

            josey wales diventerà pure presidente della repubblica (visti i Napolitano e i Mattarella lo può fare chiunque), ma tu se oltre ad essere un falso puritano sei anche minimamente filotrampolino sei proprio una PALLA (al tuo stesso piede. E non te ne accorgi … )

            Mi piace Non mi piace
          2. 2 settimane fa

            bon mardunolbo attaccati alla fede
            attaccatici come si fa col tranvai
            chi non cammin da solo lento pede
            sale sul tram di fede e poi son guai
            gente paurosa e sciocca sempre crede
            alle bone novelle dei burattinai
            chi crede ai cardinali puttanieri
            crede nei burattini dei banchieri

            Tu fosti proprio uno di quei tonti
            che ad esaltare trump furono pronti
            e rispettasti cosi la tradizione
            di pecora anzi direi di pecorone
            gente con cui natura fu’ lei avara
            gente che loda bernardin nogara
            lo disse spellman il cardinalone
            nogara ,dopo gesu’ loro campione
            dopo gesu’ pare che lui sia stato
            con IOR da cbiesa lui molto stimato
            nogara bernardin santificato?
            un bernardino santo gia’ c ‘e stato
            e predicava contro li strozzini
            dei qual nogara praticava i fini
            nogara santo del signor mammona
            chiesa sempre la stessa puttanona

            Saluti o mio caro pannolonico mardunolbo, a te ,dedico questi pochi endecasillabi , te lascia perdere le rime
            non son roba per pecoroni , ci vol mente agile e sveglia, te continua pure a sonnecchiare , un bel pater ave gloria
            una novena, pannolone asciutto e a nanna.

            josey wales

            Mi piace Non mi piace
  2. amadeus 2 settimane fa

    Ovvero: se vuoi la pace, prepara la guerra ! sante parole.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. atlas 2 settimane fa

    “Sapremo non solo che qualcuno è già volato in questa regione, ma anche che da qualche parte, in Israele, nell’Arabia Saudita o in Europa c’è un aereo che sta rullando sulla pista”, ha detto l’esperto.
    Questi sistemi sono in grado, in totale autonomia, di agganciare l’obiettivo e offrire varie opzioni, come la ricognizione o la distruzione radioelettronica. Questa notizia ha profondamente turbato Israele e gli Stati Uniti, ha sottolineato Newsweek.”

    https://it.sputniknews.com/mondo/201809306569059-russia-siria-difesa-elettronica/

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 2 settimane fa

      https://it.sputniknews.com/mondo/201810066594817-Israele-abbattere-f-35/

      com’è che sono così ‘nervosi’ allora ? In guerra certe cose se le vuoi fare veramente non le devi dire a nessuno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 2 settimane fa

        e ancora

        https://it.sputniknews.com/mondo/201810046583866-Media-USA-siria-f-22-risposta-s-300/

        nel 1999, l’aeronautica usa faceva la spaccona sopra i cieli della Serbia con l’allora invincibile “mica tanto” F-117 Stealth.
        Non lo vede nessuno “dissero gli americani”.
        Non lo vide nessuno tranne una batteria contraerea di S-125 costruita negli anni ’60.
        Ma l’F-117 era il gioiellino degli anni 2000…dismesso è radiato dall’alto comando qualche tempo dopo l’abbattimento in Serbia

        Rispondi Mi piace Non mi piace