La notte di Capodanno il Pentagono ha organizzato una provocazione sui confini russi

Gli americani hanno messo in atto una grave provocazione in prossimità dei confini russi nella notte di Capodanno.
La notte di Capodanno è risultata assai spiacevole per le unità russe delle forze aerospaziali e delle forze di difesa aerea, a causa di una provocazione eseguita dalla US Air Force nella notte tra il 31 dicembre e il 1° gennaio contemporaneamente in diverse direzioni del confine russo.

Secondo i dati a libero accesso delle risorse di monitoraggio, nella notte tra il 31 dicembre 2020 e il 1° gennaio 2021, un aeromobile senza pilota da ricognizione strategica americano RQ-4 Global Hawk ha volato solo a pochi chilometri dai confini russo-estone, russo-lettone, russo-lituano, ucraino-russo e georgiano-russo, evidentemente con l’intenzione di controllare la prontezza al combattimento dell’esercito russo nella notte di Capodanno.

Rotta seguita dal drone USA nella notte del 31/12

Naturalmente il confine della Federazione Russa non è stato violato, tuttavia, gli specialisti collocano tali azioni del Pentagono come provocazioni appositamente create.
Al momento non è noto se gli aerei militari russi siano decollati per prevenire una violazione del confine di stato, tuttavia, gli specialisti ritengono che anche la risposta russa agli Stati Uniti sarà assai rapida e potente, mediante, come previsto, l’invio di bombardieri dotati di missili verso i confini americani.

Fonte: https://avia.pro/news/pentagon-ustroil-provokaciyu-v-novogodnyuyu-noch-u-rossiyskih-granic
Traduzione di Eliseo Bertolasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM