"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La Norvegia chiede a Israele di spiegare il sequestro del battello diretto a Gaza

La Norvegia ha chiesto a Israele di spiegare i motivi legali per la detenzione di una barca da pesca battente bandiera norvegese sequestrata mentre gli attivisti hanno tentato di navigare portando aiuti alla Striscia di Gaza, ha detto oggi il ministero degli esteri norvegese.

Il ministero ha detto che i suoi diplomatici in Israele hanno fornito assistenza consolare a cinque norvegesi che erano tra i 22 passeggeri e l’equipaggio arrestati domenica a bordo della nave Kaarstein. Due israeliani a bordo sono stati rilasciati rapidamente.

“Abbiamo chiesto alle autorità israeliane di chiarire le circostanze intorno al sequestro della nave e le basi legali dell’intervento”, ha detto il portavoce del ministero degli affari esteri norvegese a Oslo. Un portavoce del ministero degli Esteri israeliano ha rifiutato di commentare.

Torstein Dahle, capo del gruppo Ship to Gaza Norway che ha organizzato la spedizione, ha detto che è stata la prima nave di soccorso norvegese a tentare di violare il blocco israeliano di Gaza.

Il capitano era stato colpito alla testa da soldati israeliani che gli ordinarono di salpare per Israele, ma nessuno è stato ferito gravemente, ha detto Dahle.

“Questa è una imbarcazione pacifica; è impossibile che possa minacciare la sicurezza di Israele “, ha detto.

La Striscia di Gaza è controllata dal gruppo militante islamista Hamas, che ha combattuto tre guerre contro Israele nel decennio da quando ha preso il potere in quella zona.

Israele, citando preoccupazioni di sicurezza che includono i timori di contrabbando di armi di Hamas, mantiene un blocco navale di Gaza, e insieme all’Egitto limita anche le importazioni via terra.

Il territorio ospita 2 milioni di palestinesi, principalmente discendenti apolidi di persone fuggite o cacciate da quello che ora è Israele alla sua fondazione nel 1948. Sotto il blocco, Gaza ha subito una crisi economica creando ciò che la Banca Mondiale descrive come un “Collasso in condizioni umanitarie” compreso l’accesso all’acqua pulita, alla medicina e all’elettricità.

Numerose navi di attivisti sono state impossibilitate a raggiungere Gaza negli ultimi anni. Un raid israeliano su una flottiglia turca nel 2010, in cui dieci attivisti sono stati uccisi, ha causato una grave rottura nelle relazioni tra Israele e Turchia, che era uno dei pochi amici di Israele in Medio Oriente.

Audun Lysbakken, leader del partito di sinistra socialista di opposizione della Norvegia, ha invitato il ministero degli Esteri a protestare contro quello che ha descritto come “dirottamento a Israele” della barca norvegese nelle acque internazionali.

Tra i detenuti c’è Mikkel Gruner, un cittadino danese che vive in Norvegia ed è il rappresentante della sinistra socialista nel consiglio municipale della città norvegese di Bergen. Lysbakken ha detto che gli attivisti hanno diritti legali per protestare contro il blocco di Israele, chiedendo il rilascio di Gruner e degli altri.

Fonte: Middle East Eye

*

code

  1. Anonimo 2 settimane fa

    “Un portavoce israeliano ha rifiutato di commentare”

    Probabilmente non sono capaci di commentare, cioe di dare valide spiegazioni possibilmente razionali di quanto stanno facendo in Palestina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Animaligebbia 2 settimane fa

      Ai norvegesi non e’ bastata la strage sull’isola?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 2 settimane fa

        Animaligebbia, giusto, ma pensi si ricordino o sappiano in tanti che lo stragista è stato manovrato da Israele ?
        Questo poichè i democratici-sinistri norvegesi erano sempre in favore della Palestina. Ed allora, via una bella strage per ricordare loro chi comanda e di non fare i ribelli…
        L’hanno capito ? penso poprio di no e non lo capiranno mai essendo popoli di stampo protestante tipico con venature vigorose di massoneria spinta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace